Ci impegniamo ad assicurare un sistema di remunerazione allineato alle best practice internazionali, che supporti e favorisca il nostro sviluppo, sia coerente con il nostro piano strategico e si ispiri ai principi di merito, equità e moderazione.

 

Il nostro sistema di remunerazione, indirizzato dal comitato Nomine e Remunerazione, riconosce le responsabilità attribuite e i risultati conseguiti, valorizza la qualità dell’apporto professionale, favorisce lo sviluppo delle persone e del team manageriale e rispetta i principi delle pari opportunità affermati nel Codice Etico e da sempre presenti nella nostra cultura organizzativa.

Il sistema di remunerazione è finalizzato ad attrarre, trattenere e motivare un management dotato di elevate qualità professionali, capace di gestire con successo la società, contribuendo ad allineare l’azione manageriale agli interessi degli stakeholder e degli azionisti nell’ottica della creazione di valore nel medio-lungo periodo.

 

Politica sulla remunerazione

La politica sulla remunerazione, definita in coerenza con il modello di governance adottato dalla società e con le raccomandazioni del Codice di Autodisciplina, contribuisce alla realizzazione della missione e delle strategie aziendali attraverso:

  • la promozione di azioni e comportamenti rispondenti ai valori e alla cultura della società, nel rispetto dei principi di pluralità, pari opportunità, valorizzazione delle conoscenze e della professionalità delle persone, equità, non discriminazione e integrità;
  • il riconoscimento delle responsabilità attribuite, dei risultati conseguiti e della qualità dell’apporto professionale profuso, tenendo conto del contesto e dei mercati retributivi di riferimento;
  • la definizione di sistemi di incentivazione connessi al raggiungimento di obiettivi economico-finanziari, di sviluppo del business, operativi e individuali, definiti in un’ottica di sostenibilità dei risultati nel lungo periodo, in coerenza con gli indirizzi del Piano Strategico e con le responsabilità assegnate.

Inoltre, le retribuzioni dell’amministratore delegato, del direttore generale Finanza e Servizi e dei dirigenti con responsabilità strategiche sono adeguatamente bilanciate tra una componente fissa congrua rispetto alle deleghe e responsabilità attribuite, e una componente variabile definita entro limiti massimi e finalizzata ad ancorarne la remunerazione alle performance effettivamente conseguite.

Segnaliamo infine che, in linea con le best practice internazionali, abbiamo introdotto meccanismi di “claw-back” finalizzati al recupero della parte variabile dei compensi che risulti non dovuta, in quanto percepita sulla base di obiettivi raggiunti a seguito di comportamenti dolosi o gravemente colposi o di dati che si fossero rivelati manifestatamente errati.

 

Linee guida 2018

La politica sulla remunerazione 2018 prevede, come principale novità, la revisione complessiva del sistema di incentivazione variabile per l’Amministratore Delegato, per il Direttore Generale Finanza e Servizi, per i dirigenti con responsabilità strategiche e per tutti i dirigenti, con l’obiettivo di semplificare l’architettura del sistema di incentivazione (che si articolerà in due piani anziché tre) e di allineare ulteriormente gli obiettivi di performance alle aspettative degli azionisti.

In particolare, il nuovo sistema di incentivazione prevede l’introduzione di un piano di coinvestimento co con differimento di una quota del bonus maturato.

Il comitato Nomine e Remunerazione ha valutato le linee di politica retributiva 2018 come congruenti con i riferimenti di mercato applicabili.

 

Retribuzioni 2017

L’attuazione della politica retributiva 2017, secondo quanto verificato dal comitato Nomine e Remunerazione in occasione della valutazione periodica prevista dal Codice di Autodisciplina, si è mantenuta in linea con i principi generali, coerente con la politica sulla remunerazione 2017 e sostanzialmente coerente con i riferimenti di mercato riscontrati, sia in termini di posizionamento complessivo sia di pay-mix.

In considerazione del percorso che ha caratterizzato, nel corso del 2016, la scissione da Snam e la quotazione di Italgas presso il mercato Telematico Azionario di Milano, gli incentivi erogati nel 2017 sono stati corrisposti a fronte della consuntivazione dei risultati 2016 maturati nell’ambito del gruppo Snam e deliberati dal Consiglio di Amministrazione di Snam su verifica e proposta del Comitato per la Remunerazione Snam.

Compensi corrisposti agli amministratori, ai sindaci e ai dirigenti con responsabilità strategiche

File PDF 29 Kb

Scarica documento
Relazione Remunerazione 2018

File PDF 1573 Kb

Scarica documento
Relazione Remunerazione 2017

File PDF 1532 Kb

Scarica documento

ultimo aggiornamento Tue Jun 19 13:07:33 UTC 2018