4/1/19

Sforzo congiunto in Italgas per favorire un voto informato da parte degli azionisti

IG Focus
 

Italgas è consapevole delle aspettative degli investitori istituzionali presenti nel suo capitale, la maggioranza dei quali applica criteri di valutazione dei fattori ESG nel selezionare i titoli da inserire o mantenere nel proprio portafoglio e si avvale dei suggerimenti dei proxy advisor per formare il proprio orientamento di voto.

La Corporate Governance e la Politica di Remunerazione di Italgas già nel 2017 erano strutturate in modo da soddisfare i criteri ESG: gli investitori istituzionali tuttavia avevano chiesto di potere avere a disposizione elementi più approfonditi nelle rispettive Relazioni. In vista dell’Assemblea 2019 è stato compiuto perciò uno sforzo congiunto, da parte dei membri del CdA, dell’Ufficio Legale e Societario e dell’Ufficio Investor Relations, per arricchire i contenuti della Relazione di Corporate Governance e della Relazione sulla Remunerazione.In particolare il team di Investor Relations ha gestito il rapporto con i proxy advisor, sulla scia di un engagement già avviato per la campagna assembleare 2018. Il proxy engagement è un’attività cruciale, in quanto i due maggiori proxy advisor – ISS e Glass Lewis – possono influenzare in misura rilevante il voto degli investitori, anche se non sempre hanno a disposizione elementi completi o corretti per emettere l proprio suggerimento sulle proposte di delibera presentate all’Assemblea.Per evitare questo rischio, Italgas si è adoperata per favorire una reale comprensione dell’impostazione strutturale e degli elementi specifici della propria Politica di Remunerazione, in particolare sulla componente di lungo termine. La condivisione delle analisi preliminari dei proxy advisor ha permesso di verificare la correttezza degli elementi fattuali oggetto della valutazione, creando i presupposti perché i giudizi emessi dagli advisor stessi fossero basati su un quadro di informazioni completo e rispondente alla realtà.Il risultato del voto dell’Assemblea 2019, con il 78,26% del capitale ordinario rappresentato che ha votato per il 97,98% a favore della Politica in materia di Remunerazione, ovvero con un voto favorevole del 76,67% del totale dell’intero capitale sociale ordinario, indica che questo sforzo è stato effettivamente fruttuoso.

 

ultimo aggiornamento 05 August 2019 01:53 UTC