12/20/19

Crescita a doppia cifra dell’Utile Netto, con un’accelerazione nel terzo trimestre

IG Focus

Il Conto Economico dei primi nove mesi del 2019 mostra una crescita di tutti i principali indicatori rispetto al medesimo periodo del 2018. Alla luce della positiva performance registrata anche nel terzo trimestre 2019, Italgas conferma di essere saldamente sul percorso di crescita disegnato dal Piano Industriale 2019-2025.

 

 

L’incremento a doppia cifra dell’Utile Netto (+16,0%) è stato trainato dal positivo andamento dell’Utile Operativo (+12,9%), a sua volta sostenuto da un MOL in espansione del 5,0% e da una contrazione della voce Ammortamenti e Svalutazioni di 11,5 mln€: con il programma di installazione dei contatori digitali ormai vicino al completamento, gli ammortamenti sono infatti in discesa.   

L’Utile Netto ha inoltre beneficiato di una maggiore efficienza fiscale, con il tax rate che si riduce al 26,4%, rispetto al 27,8% dei primi nove mesi del 2018. 

 

L'intenso programma di investimenti è stato integralmente coperto dalla generazione di cassa

Nel corso dei primi nove mesi del 2019 Italgas ha realizzato una parte rilevante del proprio programma di investimenti pluriennale. Rispetto ai primi nove mesi del 2018, la spesa per investimenti operativi è aumentata del 41,9%, raggiungendo i 495,3 mln€: un percorso che porterà a superare i 700 milioni di euro a fine 2019.

 

 

La quota più rilevante degli investimenti è stata concentrata nella distribuzione, con l’obiettivo di mantenere elevata la qualità della rete e di proseguirne l’estensione: nei nove mesi 2019 sono state posati 258 km di nuove condotte.

Grazie agli investimenti di misura realizzati, al 30 settembre 2019 i contatori di ultima generazione installati hanno raggiunto all’incirca quota 6,2 milioni, arrivando a rappresentare il 73,1% del parco contatori complessivo, incluse le partecipate.

Significativi anche gli investimenti in Sardegna, dove la rete già posata ha superato i 300 km, a fronte di richieste per oltre 18.000 nuovi allacciamenti.

Il cash flow da attività operative, pari a 528,8 mln€, ha integralmente coperto il fabbisogno per investimenti, generando un Free Cash Flow ante attività di M&A di 135,8 mln €. Dopo l’esborso per M&A di 110,3 mln € e il pagamento dei dividendi relativi all’esercizio 2018 per 189,3 mln €, l’Indebitamento Finanziario Netto al 30 settembre 2019 si è attestato a 3.978,2 mln €, con un leggero aumento rispetto ai 3.814,3 mln € del 31 dicembre 2018.

Al 30 settembre 2019, Italgas presenta una solida ed efficiente struttura di indebitamento, con un’incidenza del 90,5% del debito a tasso fisso, in ulteriore rafforzamento rispetto al dato al 30 giugno scorso (84%) e nessuna esigenza di rifinanziamento del debito prima del 2022. Il costo del debito per il 2019 è stimato a un livello molto contenuto, attorno all’1,2%.

 

 

ultimo aggiornamento 20 December 2019 06:33 UTC