Heritage Lab Italgas

L’Heritage Lab è il nostro laboratorio di conoscenza, sperimentazione e soprattutto innovazione applicata al patrimonio storico e culturale. Due secoli di storia guardano al futuro grazie alla digitalizzazione.

Italgas, in partnership con la Fondazione Giorgio Cini, trasforma il suo Museo e Archivio Storico di Torino in un laboratorio dotato delle più avanzate tecnologie per la digitalizzazione in 2D e in 3D del patrimonio storico, industriale, artistico e culturale che il Gruppo ha raccolto e custodito nel corso dei suoi quasi due secoli di storia.

Heritage Lab vuole essere un modello, unico in Italia, di archivio laboratorio di digitalizzazione il cui scopo non è solo il recupero e la sistematizzazione dell’archivio storico di una grande azienda, ma anche la sua conversione in big data del passato e la sua condivisione con la comunità.


Big Data dal passato

L’Archivio Storico Italgas si compone di un nucleo originario di un chilometro lineare di documenti, con una previsione di estensione fino a tre chilometri. Tra le carte relative alle attività delle società originarie, delle controllate e consociate, si segnalano documenti databili dal 1288 (consistenti perlopiù in pergamene) al 1990. Un immenso bacino di big data del passato pronto ad essere messo a disposizione di storici e ricercatori di tutto il mondo. Nella biblioteca storica e nell’emeroteca, altamente specializzate in saggi tecnici e scientifici, sono inoltre presenti testi databili dal 1600 ai giorni nostri.
Un patrimonio in continua crescita il cui studio permette di ricostruire non solo la storia della Società e delle persone che vi hanno lavorato, ma soprattutto i legami con i principali eventi del Paese e con il mondo dell’energia, e il ruolo giocato non solo nel processo di industrializzazione italiano ma anche nello sviluppo urbano e dei servizi pubblici.

1.000+
metri lineari di documenti
6.000
volumi, opuscoli e riviste
35.000
stampe, fotografie e manifesti
350
apparecchiature e strumenti d’epoca

Grazie alla collaborazione con la Fondazione Giorgio Cini di Venezia e con ARCHiVe, il centro della fondazione dedicato alle digital humanities, l’Archivio Italgas potrà ampliare le opportunità di collaborazione in ambito nazionale e internazionale, sviluppando le nuove competenze nella digitalizzazione dei patrimoni culturali. L’obiettivo è quello di valorizzare con gli strumenti della tecnologia, il patrimonio di Italgas: dalla Biblioteca storica all’Emeroteca, dalle Collezioni museali alla documentazione sui beni archeologici rinvenuti durante i lavori di posa delle infrastrutture del gas.

All’interno dell’Heritage Lab, l’archivio si trasforma in laboratorio e diventa un nuovo spazio aperto al pubblico in cui i visitatori possono toccare con mano il significato della digitalizzazione in un percorso che si svolge, allo stesso tempo, nel cuore dei documenti e delle operazioni. Nel “Data Square” i materiali digitalizzati saranno disponibili e consultabili dal pubblico. Un patrimonio che include documenti, fotografie, opere d’arte, libri antichi, riviste, oggetti. I laboratori utilizzeranno una serie di scanner ad altissima precisione e rapidità, in grado di scansionare in 8 ore circa 2000 documenti.

Eventi e Mostre all’Heritage Lab

Art Site Fest – Shapes of Living

L’Heritage Lab di Italgas ospiterà, dal 26 novembre 2021 al 28 gennaio 2022, “Art Site Fest – Shapes of Living”, la mostra fotografica che punta a conciliare il mondo dell’arte con quello della salvaguardia del pianeta e delle sue risorse.

Il progetto comprende un’esposizione fotografica e una performance live audio-visiva. Vuole raccontare attraverso le immagini la varietà della vita, la ricchezza delle sue forme e, al tempo stesso, la sua unicità, così da sollecitare nel pubblico una riflessione sulla sostenibilità delle risorse naturali e la necessità dell’attenzione all’ecologia.

Su centinaia di immagini da tutto il mondo, la commissione di esperti ha effettuato un’attenta selezione per comporre un mosaico visivo che documenta la varietà delle forme di vita sul nostro pianeta: un corale richiamo alla bellezza della natura e alla necessità di prendersene cura.

Calendario, orari e modalità di accesso alla mostra

La serata inaugurale è giovedì 25 novembre 2021 a partire dalle ore 18,00. L’ingresso per la serata inaugurale è da Corso Palermo n° 4.

In ragione delle normative di contrasto alla pandemia, è necessario il Green Pass. L’ingresso è a numero limitato.

La mostra sarà visitabile il martedì e il giovedì dalle ore 15,00 alle ore 17,00 a partire dal 26 novembre 2021 fino al 28 gennaio 2022, previa prenotazione a heritagelab@italgas.it

Aperture straordinarie:

Sabato 4 Dicembre, dalle ore 15,00 alle ore 18,00 Sabato 22 Gennaio, dalle ore 15,00 alle ore 18,00

Ultimo aggiornamento: