Milano, 23 gennaio 2018 – Italgas Spa (rating BBB+ per Fitch, Baa1 per Moody’s) ha concluso oggi con successo la riapertura di euro 250 milioni dell’emissione obbligazionaria effettuata in data 18 settembre 2017 (500 milioni di euro, scadenza 18 gennaio 2029 e cedola pari all’1,625%).

La buona performance sul mercato secondario dell’emissione originaria ha permesso di migliorare i termini della riapertura rispetto a tale emissione, con uno spread di 58 bps sul tasso mid-swap rispetto all’originario 72 bps.

Al lancio dell’emissione, i livelli di secondario del bond (oggetto di riapertura) risultavano superiori rispetto allo spread di 58 bps ottenuto con l’operazione odierna.

L’operazione ha fatto registrare una domanda pari a circa 7 volte l'ammontare offerto inizialmente che ha consentito di incrementare l’importo dell’emissione da 100 a 250 milioni di euro con un’elevata qualità e un’ampia diversificazione geografica degli investitori.

L’emissione di oggi porta l’ammontare dell’indebitamento a tasso fisso a oltre 3,2 miliardi di euro, grazie anche alle operazioni di copertura da tasso variabile a tasso fisso effettuate nei primi giorni di gennaio.

Italgas prosegue quindi nel processo di ottimizzazione della struttura del debito, incrementandone la durata media e la percentuale a tasso fisso.

Le obbligazioni saranno quotate presso la Borsa del Lussemburgo.

Il collocamento, rivolto a investitori istituzionali, è stato organizzato e diretto, in qualità di Joint Bookrunners da BNP Paribas e Société Générale.

Di seguito i dettagli dell’operazione:

  • Importo: 250 milioni di euro 
  • Scadenza: 18 gennaio 2029
  • Cedola annua del 1,625% con un prezzo di re-offer di 99,94 (corrispondente a uno spread di 58 punti base sul tasso mid-swap di riferimento)
  • EMTN deliberato dal Consiglio di amministrazione di Italgas del 23 ottobre 2017

Pieno successo per la riapertura di 250 milioni di euro dell’emissione obbligazionaria

File PDF 292 Kb

Scarica documento
TAGS
  • Finanziario