Numero uno della distribuzione del gas in Italia e terzo in Europa, Italgas si distingue per la solidità della struttura finanziaria, il profilo a basso rischio, la forza data da oltre 180 anni di storia e la grande propensione all’innovazione.

 

La nostra società, tornata a essere quotata nell’indice FTSE MIB di Borsa Italia il 7 novembre 2016 dopo la separazione da Snam, dispone di alcuni solidi vantaggi competitivi che ci rendono unici nel panorama italiano. Operiamo in un mercato regolato che offre una grande visibilità sui trend di medio periodo, e gli investimenti programmati nei prossimi anni ci permetteranno di rafforzare ancora la nostra posizione e di porci come polo aggregante nel processo di consolidamento del settore.  

01_Leader_2colonne

Leader nella distribuzione del gas in Italia

Abbiamo una quota di mercato di oltre il 34% (considerando le società collegate) nella distribuzione del gas cittadino, con una rete ampia e diversificata geograficamente. Gestiamo circa 70.000 km di rete, serviamo più di 1.800 comuni in concessione e contiamo 7,56 milioni di contatori attivi.

02_Nuove_Opportunita_2colonne

 

Struttura ideale per cogliere le nuove opportunità

Il mercato italiano della distribuzione del gas è al centro di un profondo cambiamento, che ha condotto a una considerevole riduzione nel numero degli operatori. La riforma del 2011, che istituisce 177 ambiti territoriali minimi (ATEM) in base ai quali dovranno essere assegnate le nuove concessioni, sta accelerando il processo di concentrazione.

Siamo già presenti in 114 ATEM e, forti della concentrazione sul nostro core-business, disponiamo di un’ineguagliata base di competenze tecniche e manageriali, nonché di una solida struttura di capitale, che ci permetteranno di rafforzare il nostro ruolo centrale nel sistema italiano, anche attraverso acquisizioni, e di cogliere al meglio le opportunità delle future gare gas.

03_Chiarezza_2colonne

 

Chiarezza e visibilità del contesto regolatorio

La regolazione nel mercato della distribuzione del gas ci consente di potere contare su ricavi e ritorni prevedibili. I nostri ricavi sono al 98% regolati: possiamo perciò impostare e realizzare i nostri piani in un contesto ben definito.

 

04_Innovazione_2colonne

Attenzione all’innovazione

L’innovazione e la trasformazione digitale della nostra società rappresentano la prima direttrice del nostro nuovo Piano strategico 2019-2025. La solidità finanziaria del gruppo ci permetterà di sostenere entro il 2025 investimenti per 1 miliardo di euro per installare contatori intelligenti, digitalizzare gli asset e i processi, implementare la cloud strategy e sviluppare una Digital Factory, che diventerà il vero motore per la digitalizzazione dei processi aziendali.

 

 

Al centro dell’impegno di Italgas nei prossimi anni c’è la digitalizzazione delle reti e dei processi aziendali. Tradotto in azioni concrete questo comporta il completamento del piano di installazione degli smart meter e l’installazione della sensoristica diffusa su tutta la rete: un processo di innovazione che farà di Italgas una ‘società all’avanguardia, leader a livello europeo

05_Rischio_2colonne

Basso profilo di rischio

Disponiamo di un rating “investment grade” (BBB+ da Fitch, Baa2 da Moody’s). La struttura del nostro debito è solida ed efficiente, con una quota a tasso fisso attualmente all'87% e un costo medio del debito appena sopra l’1%. Considerando le partecipate, il leverage (rapporto fra debito netto e RAB) era a fine 2018 di poco inferiore al 60%, e rimarrà su questi livelli per tutto il periodo del piano strategico 2019-2025.

Manterremo nell’arco del piano una robusta generazione di cassa, che ci consentirà di mantenere gli indicatori di rating su livelli coerenti con un’area di solido investment grade e di coprire integralmente sia gli investimenti programmati, sia i dividendi, garantendo anche un’opportuna flessibilità finanziaria a supporto dello sviluppo e della remunerazione degli azionisti.

Seguiamo, inoltre, un approccio ben strutturato nel governare i rischi che possono avere impatto sulla creazione di valore. Oltre ad avere una funzione dedicata, Italgas applica a tutte le società un modello di individuazione, valutazione, gestione e controllo dei rischi.

06_Soldi_2colonne

Ritorno attrattivo per gli investitori

Il nostro modello di business supporta una politica di dividendi attrattiva, in crescita e sostenibile. Per gli anni 2018-2019-2020, sarà distribuito un dividendo pari al più alto fra l’importo risultante dal DPS 2017 incrementato del 4% annuo, e il DPS equivalente al 60% dell’utile netto consolidato.

07_Sostenibilita_2colonne

La sostenibilità, parte del nostro business model

La nostra storia e la nostra presenza radicata e capillare sul territorio ci consentono di porci come promotori di uno sviluppo sostenibile, frutto di connessioni e sinergie tra reti e comunità. Il nostro piano di sostenibilità 2018-2023 considera 9 dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) delle Nazioni Unite e prevede 5 pilastri: cultura di sostenibilità; le persone al centro; vicinanza al territorio; valore per il mercato e i clienti; efficienza energetica e ambiente.

Italgas è stata inclusa, anche per il 2018, nella serie di indici FTSE4Good, nell’indice DJSI World Enlarged ed è stata individuata da CDP (Carbon Disclosure Project) tra le migliori società a livello internazionale per le strategie e le azioni messe in atto per contrastare il cambiamento climatico, ottenendo due ulteriori riconoscimenti: è entrata per la prima volta negli indici ECPI Euro ESG Equity e ECPI World ESG Equity (valutazione EE) ed ha migliorato il livello di valutazione (da A a AA) degli indici MSCI, senza dimenticare la certificazione UNI ISO 37001:2016 “anticorruzione”, ottenuta a coronamento di un articolato processo.

ultimo aggiornamento 18 July 2019 08:08 UTC