Cittaducale (Rieti), 20 dicembre 2018 – La prima aula informatica con una dotazione di 25 computer donati da Italgas è da oggi a disposizione degli studenti dell’Istituto Comprensivo Galilei di Cittaducale. È il risultato dell’impegno di Italgas a sostegno delle scuole dei Comuni dell’Italia centrale colpiti dal sisma a pochissimi giorni dalla sottoscrizione dell’accordo con il Commissario Straordinario del Governo per il terremoto del Centro Italia.

Oggi stesso altri 165 computer – dei 1.500 destinati ai territori più colpiti delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria – sono stati consegnati all’Ufficio Scolastico Territoriale di Rieti che si occuperà di assegnarli agli istituti già individuati per la creazione di nuove aule informatiche.

All’incontro con gli studenti hanno partecipato il Commissario Straordinario del Governo, Piero Farabollini e il Responsabile delle Relazioni Istituzionali e Affari Regolatori di Italgas, Nunzio Ferrulli, oltre al sindaco di Cittaducale, Leonardo Ranalli, al vice sindaco di Cantalice, Claudio Baldini, e al dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale Lazio della provincia di Rieti, Giovanni Lorenzini.

Nelle prossime settimane Italgas e la struttura del Commissario Straordinario, in collaborazione con gli Uffici Scolastici regionali e i sindaci dei comuni dell’area, individueranno le altre scuole destinatarie dei personal computer.

”Donare aule informatiche è un modo concreto, in linea con la sensibilità e le aspettative dei giovani, di contribuire al ritorno alla normalità che è fatta di memoria come di prospettive – dichiara il Commissario alla Ricostruzione Piero Farabollini – Questi PC non sono una goccia nel mare perché serviranno non solo a riportare i ragazzi delle aree terremotate a contatto con il mondo, ma anche a dare adeguato supporto tecnologico a quella conoscenza senza la quale non si diventa grandi”.

Per il Gruppo Italgas, l’attività rientra nel più ampio quadro di interventi che la società, nella sua storia bicentenaria, ha sempre rivolto ai territori e alle comunità in cui opera. Infatti nelle quattro regioni interessate dall’iniziativa, Italgas ha programmato investimenti per oltre 120 milioni di euro per la manutenzione e la sicurezza delle reti di distribuzione del gas.

“Per chi ha vissuto il dramma di un terremoto – ha commentato l’Amministratore Delegato di Italgas, Paolo Gallo – il fattore tempo è un elemento determinante. Per questo, così come ci siamo sempre adoperati per mitigare i disagi provocati dalle scosse sismiche, anche stavolta, con la consegna di questi primi 190 computer, abbiamo voluto dare un seguito concreto all’impegno preso. Come azienda di servizi che opera nel territorio e per il territorio, vogliamo fare la nostra parte per continuare a contribuire alla crescita e allo sviluppo sociale e culturale delle comunità. Oggi cominciamo dall’Istituto Galilei e contiamo di procedere con altrettanta rapidità per le scuole degli altri Comuni coinvolti”.

Primi PC consegnati nelle zone terremotate del Centro Italia

File PDF 356 Kb

Scarica documento