News News

Ravanusa: ultimi aggiornamenti Italgas

Data di pubblicazione:
Si riportano in questa pagina gli aggiornamenti di Italgas in merito ai fatti di Ravanusa.

Pagina in aggiornamento.


Torino, 31 dicembre 2021 – Ore 13:30

Ravanusa: massima collaborazione per ricostruire l’esatta dinamica degli eventi

Italgas Reti informa che nell’ambito delle indagini volte ad accertare le cause del tragico incidente accaduto lo scorso 11 dicembre a Ravanusa (AG), alcuni suoi dipendenti sono stati raggiunti da avvisi di garanzia notificati dal Tribunale di Agrigento. Gli avvisi si rendevano necessari al fine di poter effettuare nel contraddittorio delle parti accertamenti tecnici non ripetibili, che si svolgeranno nei prossimi giorni per ricostruire la dinamica degli eventi.

La società, nel prendere atto di tali provvedimenti, conferma la massima collaborazione nel corso delle prossime attività a supporto agli inquirenti, come ha fatto fin dall’inizio.


Torino, 17 dicembre 2021 – Ore 10:00

Ricerca Programmata Dispersioni

L’attività di ricerca dispersioni consiste nella ricognizione con automezzo e/o pedonale della rete al fine di individuare eventuali punti di dispersione.

Italgas Reti utilizza a partire dal 2019 un veicolo (Picarro Surveyor) dotato delle più avanzate tecnologie di rilevazione gas metano basate sulla spettroscopia ad assorbimento laser.

Il sistema impiegato utilizzato da Italgas, CRDS (Cavity Ring-Down Spectroscopy), è costituito da una sofisticata tecnologia di rilevamento che, rispetto alle tecnologie tradizionali, offre importanti vantaggi in termini di velocità di funzionamento e ampiezza delle aree sotto controllo. Vantaggi resi possibili dalla realizzazione di specifici apparati veicolari che, abbinati a sofisticati software, assicurano una sensibilità alla presenza di gas nell'aria di tre ordini di grandezza superiore a quelle attualmente in uso dagli operatori del settore.

Di seguito le caratteristiche rilevanti e distintive:

  • La sensibilità della rilevazione è dell'ordine di ppb (parti per miliardo) e, quindi con 3 ordini di grandezza maggiore rispetto a quella degli attuali sistemi laser utilizzati da altri distributori (ppm)
  • È inoltre in grado di individuare una dispersione gas anche a distanza di alcune decine di metri rispetto al percorso effettuato dal veicolo attrezzato, grazie ad appositi sensori di bordo (anemometro, GPS inerziali) e sofisticati software di calcolo, come meglio evidenziato dalle seguenti rappresentazioni grafiche

Sistema d’indagine innovativo “Picarro”

Sistema d’indagine tradizionale

Per maggiori informazioni su Picarro, vedi il video

Obblighi Normativi

La Delibera dell’Autorità n. 569/19/R/gas, all’art. 12.2 prevede che l’impresa distributrice è tenuta al rispetto dei seguenti obblighi di servizio:

  • Periodicità di ispezione del 100% della rete in alta e in media pressione: 3 anni mobili;
  • Periodicità di ispezione del 100% della rete in bassa pressione: 4 anni mobili
La Linea Guida CIG n. 16 “Esecuzione delle ispezioni Programmate e Localizzazione delle Dispersioni sulla Rete di Distribuzione” al par. 7.2.5 indica che “il valore dei segnali per i quali occorre procedere alla fase di localizzazione è maggiore o uguale a 20 ppm”.

La Linea Guida CIG n. 16 al par. 7.2.5 prevede che “La localizzazione della dispersione deve essere effettuata al più presto possibile, e comunque entro un tempo massimo di trenta giorni solari dalla prelocalizzazione”.

La Linea Guida CIG n. 7 al par. 6 prevede che i tempi riparazione delle dispersioni in base alla loro classificazione siamo quelli presentati in tabella:

ClassificazioneTempi di Riparazione
A124 ore
A27 giorni
B30 giorni
C180 giorni

Posti gli obblighi di cui sopra, Italgas al fine di garantire la massima sicurezza della rete, ha scelto di:

  • Ispezionare il 100% rete di AP/MP/BP ogni anno
  • Localizzare, classificare e riparare tutte le dispersioni riscontrate anche sotto la soglia dei 20 ppm.
  • Ridurre le tempistiche per la localizzazione e riparazione delle dispersioni
Ravanusa

Il comune di Ravanusa ha una consistenza pari a 52,5 chilometri di rete, che sono stati ispezionati integralmente sia nel 2020 sia nel 2021. In particolare, nel 2021 sono state rilevate solo 3 dispersioni, tutte con concentrazione inferiore a 20 ppm e al di fuori dell’area interessata dall’evento di via Trilussa e tempestivamente riparate.


Torino, 16 dicembre 2021 – Ore 13:36

Un portavoce di Italgas Reti informa che, a fronte dell’evacuazione dei residenti dalla zona sottoposta a sequestro a Ravanusa, per garantire il massimo livello di sicurezza, la Società ha deciso di mettere temporaneamente fuori servizio le tratte della rete di distribuzione presenti nell’area sottoposta a sequestro. Pertanto, a tutela della collettività, tecnici della Società attiveranno specifici cantieri nelle seguenti zone:

  • via Savonarola angolo via Tommaso D’Aquino
  • via Trilussa angolo via Savonarola
  • via Della Pace angolo via Delle Scuole
  • via Trilussa angolo via Cicervacchio
  • via Galilei cortile civico 202
  • via Galilei cortile civico 204
  • via Galilei angolo via Della Pace
I lavori si concluderanno entro la mattinata di domani.


Torino, 15 dicembre 2021 – Ore 12:30

Con riferimento al cantiere comunale di via San Francesco, a Ravanusa, le cui immagini sono state riprese da alcuni telegiornali, siti web e quotidiani, al fine di evitare la diffusione di informazioni non corrette Italgas Reti precisa che trattasi di interventi predisposti a cura del Comune di Ravanusa e quindi non di Italgas Reti.

Per tale cantiere la Società ha provveduto a fornire tempestivamente la cartografia relativa al posizionamento delle proprie condotte. Nell’area, i cui lavori risultano fermi da tempo, è presente un breve tratto della rete del gas (inquadrato dalle immagini), composto da una condotta in acciaio, non più in esercizio, sostituita a dicembre 2013 da una nuova tubazione in polietilene posata in parallelo.

Al fine di accertare che le lavorazioni delle imprese incaricate dal Comune non producano danneggiamenti alla tubazione in esercizio, la Società effettua sopralluoghi settimanali del cantiere. In occasione dell’ultimo controllo, effettuato il 7 dicembre scorso, lo strato di copertura delle condotte risultava regolare; l’attuale scopertura è probabilmente da attribuire alle recenti copiose precipitazioni meteorologiche. In ogni caso, Italgas Reti si sta facendo parte attiva presso l’Amministrazione Comunale affinché, in qualità di gestore del cantiere, provveda a ripristinare tempestivamente il regolare strato di copertura della condotta.


Milano, 14 dicembre 2021 – Ore 20:00

In merito alle notizie diffuse oggi relative a dispersioni di gas segnalate nell’abitato di Ravanusa, Italgas Reti precisa di aver ricevuto tre segnalazioni riguardanti le vie Calabria, San Francesco e Galileo Galilei. A seguito di verifiche, per due di esse non sono state rilevate alcune perdite; per una terza i tecnici hanno provveduto alla sostituzione di un breve tratto di tubazione di piccolo diametro, posto al limite della sede stradale. Le segnalazioni sono state tutte verificate ampliando il controllo della rete anche a tutte le vie limitrofe.

Italgas Reti precisa di aver dislocato un presidio stabile di Pronto Intervento presso l’abitato di Ravanusa per assicurare un ancor più tempestivo riscontro a eventuali altre segnalazioni.

In aggiunta a questo, Italgas Reti, d’intesa con l’Amministrazione Comunale, ha predisposto un’attività straordinaria di monitoraggio dell’intera rete cittadina attraverso l’impiego della tecnologia Picarro Surveyor, la più all’avanguardia nella rilevazione di dispersioni. L’attività, iniziata nel pomeriggio di oggi, è prevista svolgersi prevalentemente nelle ore notturne e proseguirà nei prossimi giorni e si aggiunge alle verifiche già effettuate, con la stessa tecnologia, nel 2020 e nel 2021 sull’intera estensione della rete di Ravanusa.

Italgas Reti ribadisce che con riferimento alla settimana precedente all’evento di via Trilussa:

  • non erano in corso cantieri della Società nella zona, né erano stati effettuati lavori;
  • non sono pervenute segnalazioni di alcun tipo al Pronto Intervento;
  • le uniche attività eseguite dalla Società hanno riguardato la periodica manutenzione delle valvole stradali, presenti in aree distanti da via Trilussa, e otto sopralluoghi tecnici per attività di sostituzione o attivazione di contatori;
  • non è a conoscenza di eventuali altre attività ad opera di gestori di altri sottoservizi.
Caratteristiche tecniche della rete dell’area dell’evento:

  • in via Trilussa la tubazione in acciaio rivestito, del diametro di 100 mm, protetta catodicamente, è stata posata nel 1988 (all’interno della vita utile così come da prescrizioni dell’ARERA);
  • il tratto secondario lungo via Galilei è in polietilene dal diametro esterno di 180 mm posato nel 2014
La Società sta garantendo la massima collaborazione con le autorità e sta mettendo in campo tutte le tecnologie e risorse disponibili a supporto del territorio colpito dal tragico evento.


Milano, 13 Dicembre – Ore 18:40

In merito alla vicenda di Ravanusa, la Società ribadisce il più profondo cordoglio ai familiari delle vittime e la propria vicinanza all’intera comunità colpita da questo dramma.

Con riferimento alle notizie diffuse da alcune agenzie di stampa, al fine di fornire tutti gli elementi necessari per una esatta ricostruzione dei fatti ed evitare speculazioni dannose e distorte, Italgas rammenta che la rete di Ravanusa non è stata oggetto di indagine e rilievi nel periodo di amministrazione giudiziaria del 2014, disposto dall’allora Presidente della Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Palermo, Silvana Saguto, in seguito radiata dalla magistratura e condannata “per affari illeciti nella gestione dei beni confiscati”.

Nel luglio del 2015 l’amministrazione giudiziaria è stata revocata.

Italgas Reti conferma il proprio impegno accanto alla Magistratura e alle Autorità competenti al fine di ricostruire con esattezza la dinamica dell’accaduto.


Milano, 13 Dicembre – Ore 18:15

In merito alle indagini eseguite nel 2014 dagli amministratori giudiziari sulle reti di distribuzione del gas gestite da Italgas Reti, la società fa sapere che tutte le situazioni segnalate a livello nazionale sono state analizzate con il supporto di enti esterni indipendenti - università e centri di ricerca di livello nazionale - e sono state sanate laddove necessario.


Milano, 13 Dicembre – Ore 17:20

In relazione alle notizie diffuse in queste ore circa presunti lavori di manutenzione eseguiti da Italgas sulla rete di Ravanusa nei 5 giorni precedenti l’evento, Italgas Reti afferma che – sulla base di quanto registrato nei sistemi aziendali – non vi è evidenza di lavori eseguiti sulla rete stradale, ma unicamente interventi routinari eseguiti su contatori domestici e su alcune valvole stradali da eseguire con cadenza periodica.

Detti interventi, si sono svolti nell’abitato di Ravanusa in vie distanti dal luogo dell’evento.

Gli interventi effettuati rientrano tra quelli ciclici di manutenzione programmata, sono riferiti alle verifiche di manovrabilità delle valvole di rete e non comportano interventi sulle tubazioni.

Essi consistono nelle seguenti operazioni:

  • Ispezione e pulizia del pozzetto;
  • Ingrassaggio della valvola;
  • Verifica di manovrabilità della valvola.

Milano, 12 Dicembre – Ore 19:20

In merito alla vicenda di Ravanusa, Italgas esprime dolore e cordoglio alla comunità colpita da questo drammatico evento e in particolare alle persone che hanno perso i propri cari.

La Società ha offerto la propria disponibilità e supporto al Comune di Ravanusa e alla Protezione Civile per fornire la dovuta assistenza alla cittadinanza, nonché la massima collaborazione alle autorità per gli aspetti di competenza.

Da una prima immediata analisi dell’evento emerge quanto segue.

Non risultano segnalazioni di alcun tipo giunte nell’ultima settimana al servizio di Pronto Intervento che lamentassero perdite di gas.

A seguito dell’evento, la prima segnalazione è stata fatta telefonicamente dai Vigili del Fuoco alle ore 21:02 al CIS – Centro Integrato di Supervisione di Italgas Reti.

Il personale tecnico della Società è giunto sul posto alle ore 21:20.

L’intervento di primo sezionamento della rete, finalizzato alla messa in sicurezza della condotta, è iniziato alle ore 24:00 a seguito della relativa autorizzazione da parte dei Vigili del Fuoco.

Alle ore 02:05 del 12/12 i tecnici di Italgas Reti hanno completato le operazioni di isolamento del tratto di tubazione che attraversa l’area interessata dall’evento.

La tubazione è in acciaio del diametro di 100 mm ed è esercita in bassa pressione.

Sul tratto di condotta interessato non vi erano cantieri di Italgas Reti.

La rete di distribuzione di Ravanusa è stata ispezionata interamente sia nel 2020, sia nel 2021.