Webranking 2020-2021: Italgas tra le prime 8 aziende italiane a “5 stelle”

La ricerca, realizzata da Lundquist e Comprend, identifica le imprese che si sono dimostrate più attente e trasparenti nella comunicazione verso il proprio pubblico

Trasparenza e competenza. Italgas si conferma tra le aziende italiane più attente alla comunicazione digitale. Nella giornata di oggi, infatti, sono stati pubblicati i risultati della 19°edizione della ricerca Webranking Italia 2020-2021 di Comprend e Lundquist: la principale indagine europea che valuta le maggiori società quotate in borsa in termini di trasparenza digitale, basandosi sulle richieste fondamentali degli stakeholder. Un’indagine che ha visto Italgas rientrare per la prima volta tra le 8 aziende italiane classificate a “5 stelle”, ottenendo un punteggio di oltre 80 punti su 100 e migliorando ulteriormente i risultati raggiunti nelle precedenti edizioni. Italgas, infatti, già nel 2018 aveva ottenuto il riconoscimento di Best Improver” e l’inclusione nella Top 10 della ricerca “Webranking Italy Listed”.

L’edizione di quest’anno ha visto la valutazione di oltre 122 aziende italiane e più di 850 a livello internazionale, in un anno che ha visto le imprese essere messe alla prova dagli effetti della pandemia Covid-19 anche nella comunicazione verso pubblico e stakeholder. In questo contesto Italgas ha dimostrato di saper mettere in pratica tutto il lavoro impostato negli scorsi anni in termini di trasparenza, chiarezza e prospettive di business. Un impegno che ha permesso all’azienda di migliorare il proprio punteggio complessivo e di rientrare anche nella top 10 della classifica “Europe 500”, che include le principali aziende europee per capitalizzazione.

I risultati ottenuti da Italgas in quest’ambito confermano anche quello ottenuto a fine ottobre nella 2ª edizione della ricerca “.trust” di Lundquist: una classifica che, da un campione iniziale di 112 società italiane quotate in borsa, ha selezionato le migliori 39 inserendo Italgas nel segmento “Bronze” per solidità e trasparenza della comunicazione.

Scopri di più su Webranking 2020-2021

“Ideas 4 Italgas”: insieme all’incubatore di startup del Politecnico di Torino per la trasformazione digitale

Accelerare il processo di innovazione e contribuire alla creazione di soluzioni digitali e tecnologiche a vantaggio dell’efficienza e della sicurezza del servizio. Nasce “Ideas 4 Italgas”, la nuova call per startup che punta a sviluppare il processo di digital transformation intrapreso dall’azienda negli ultimi anni. L’iniziativa nasce in collaborazione con I3P, l’incubatore di imprese innovative del Politecnico di Torino, che dal 1999 supporta le startup offrendo programmi di incubazione e pre-incubazione con l’obiettivo di massimizzare la loro crescita, attraverso servizi specializzati e un’ampia rete di mentor e partner, industriali e finanziari. Nel 2019 I3P ha ricevuto il premio di migliore incubatore pubblico su scala globale secondo l’”UBI Global World Rankings of Business Incubators and Accelerators 2019-2020”.

Italgas negli ultimi anni ha accelerato il processo di digitalizzazione aziendale grazie alle soluzioni avanzate rilasciate dalla Digital Factory, il luogo in cui prende vita questo percorso. Tecnologie essenziali alla trasformazione digitale di asset, processi e competenze. Italgas, attraverso la sinergia con I3P, vuole consolidare questo percorso con l’uso di soluzioni IoT, Big Data, Analytics e Machine Learning. Il tutto mantenendo come priorità l’efficienza e la sostenibilità delle operazioni del Gruppo Italgas.
In particolare le soluzioni cercate da Italgas nella collaborazione con le startup riguardano i seguenti ambiti di applicazione: l’efficientamento energetico (in ambito industriale e residenziale), la gestione della flotta (e più in generale della mobilità delle persone Italgas), la gestione e il monitoraggio dell’infrastruttura della rete, i processi di filtraggio, trasporto e stoccaggio dei vettori energetici, la sicurezza del personale e infine le fonti energetiche emergenti come l’idrogeno. 

Le startup potranno candidarsi alla call direttamente sul sito di Italgas fino al 7 dicembre. I candidati saranno valutati da un comitato di esperti che sceglierà i migliori progetti entro la metà di dicembre 2020, per poi premiare i vincitori in occasione dell’evento conclusivo che si svolgerà nel mese di gennaio 2021.
Inoltre, i partecipanti che supereranno i primi step di selezione avranno la possibilità di avviare con Italgas diversi percorsi, sempre nell’ottica della ricerca e sviluppo delle soluzioni proposte. Tra le possibilità in palio quella di utilizzare le risorse necessarie a sviluppare un Proof-of-Concept (PoC) con Italgas, l’accesso al programma di sviluppo di competenze digitali “Mentorship Italgas” e al percorso di incubazione I3P.

Potranno partecipare alla call, gratuitamente, tutte le startup innovative già costituite e iscritte presso l’apposita sezione speciale del Registro Imprese. Possono inoltre effettuare l’applicazione alla call le aziende che si trovano in uno dei seguenti stadi di maturità: “Ready to market”, “Prototipo validato”, “Prototipo” e “Idea”.

Scopri di più su Ideas 4 Italgas

Italgas lancia «Savegas» per la riqualificazione energetica chiavi in mano

Il Gruppo Italgas lancia «Savegas»: riqualificazione energetica chiavi in mano e accesso al “Superbonus” promuovendo la rete di professionisti e imprese locali


Milano, 23 novembre 2020
– Diventare uno dei principali player nel mercato italiano dell’efficienza energetica facendo leva sulle competenze delle due ESCo del Gruppo: Seaside, più orientata al settore privato e ai servizi digitali, e Toscana Energia Green, orientata al settore pubblico e alla riqualificazione edilizia.

È l’obiettivo del Gruppo Italgas che nel Piano Strategico 2020-2026, di recente presentazione, ha destinato 100 milioni di euro allo sviluppo delle attività del settore e al consolidamento di un mercato ancora molto frammentato.

Il primo passo del rafforzamento delle sinergie tra le due ESCo ha portato alla creazione di «Savegas», un servizio che offre interventi di efficientamento energetico degli immobili con la formula “chiavi in mano” funzionali a:

  • ridurre i costi in bolletta fino al 30%;
  • aumentare il valore patrimoniale degli immobili (attraverso il raggiungimento di due classi energetiche superiori o di quella più alta possibile);
  • accedere facilmente ai benefici fiscali del “Superbonus”.

«Savegas» è stato concepito, infatti, per offrire un supporto completo e innovativo attraverso un modello di business che consente di ottimizzare i tempi e i costi di realizzazione degli interventi, nonché di sollevare il cliente da incombenze e responsabilità tecniche e giuridiche. In qualità di General Contractor, infatti, Seaside e Toscana Energia Green si propongono come interlocutore unico per la gestione dell’intera attività per tutta la durata dei lavori: dallo studio di fattibilità alla realizzazione degli interventi, fino alla gestione delle pratiche amministrative e delle comunicazioni per l’ottenimento dei benefici fiscali.

Un complesso di attività per la cui realizzazione il Gruppo Italgas coinvolgerà la rete dei liberi professionisti e delle piccole e medie imprese che operano su tutto il territorio nazionale, selezionandoli tra i più qualificati e idonei, accettando progetti proposti dalle stesse aziende del territorio realizzando in tal modo importanti ricadute per le comunità a cui appartengono, in un mercato previsto in forte sviluppo e con elevate potenzialità.

Scopri di più su Savegas

Innovazione e inclusione: Italgas aderisce al Manifesto di Valore D

L’AD Paolo Gallo: “La trasformazione digitale significa inclusione di tutti i generi. Un cambiamento che ha creato nuove opportunità in azienda per i profili Stem”


Ribadire l’impegno di Italgas per la parità di genere e rilanciare le tematiche di diversity, anche e soprattutto in un momento complesso per il panorama economico e occupazionale italiano. Italgas rinnova la sua collaborazione con Valore D: la prima associazione di imprese in Italia che, da oltre dieci anni, si impegna a diffondere una cultura di inclusione all’interno del nostro Paese. Per questo Italgas ha aderito al Manifesto per l’Occupazione femminile. Un documento, nato nel 2017 sotto l’egida del G7 Italia, indirizzato ad aziende e istituzioni e sviluppato in nove punti principali. Scopo del Manifesto è quello di definire precisi strumenti, in linea con gli indicatori del Global Reporting Initiative (un ente non-profit punto di riferimento per le aziende nella realizzazione del Bilancio di sostenibilità), per poi promuovere azioni concrete per valorizzare e includere le diversità in tutti i processi aziendali.
Valore D, con la realizzazione del Manifesto, ha messo a disposizione delle aziende la propria visione su temi fondamentali come l’innovazione, la sostenibilità, il lavoro agile e l’impatto della diversità di genere sulla crescita e sullo sviluppo economico. Per ognuno dei 9 punti proposti dal Manifesto, ogni azienda si impegna a raggiungere gradualmente degli obiettivi chiari e misurabili attraverso indicatori di performance e di monitoraggio periodico. Tutte le aziende che hanno messo in pratica i punti del Manifesto, confermano con la propria firma gli impegni presi e ne riconoscono la sua efficacia.

“Quattro anni fa abbiamo iniziato un cambiamento molto profondo in termini di trasformazione digitale afferma l’AD di Italgas, Paolo Gallo Un cambiamento che ha coinvolto processi e persone e che sta creando tantissime opportunità per i profili Stem. La trasformazione digitale, inoltre, permette una diversa interazione tra le persone in azienda e cambia la cultura aziendale. Perché digitale significa inclusione di tutti i generi”.

Il processo di innovazione portato avanti da Italgas negli ultimi anni, infatti, ha imposto una costante ricerca di nuovi profili in ambito Stem, sia nelle attività di gestione e sviluppo della rete gas sia in altre aree aziendali, come la Digital Factory, che stanno portando avanti il percorso di trasformazione digitale del Gruppo.
Un cambiamento che negli ultimi anni si è tradotto nell’assunzione di circa 500 giovani, di cui quasi il 50% donne, nelle aree tecnico/operative (ingegneria, progettazione, investimenti, uffici tecnici e impianti).
Per quanto riguarda l’inserimento dei neolaureati, oltre il 52% dei nuovi profili sono rappresentati da figure professionali femminili.

Le soluzioni tecnologiche rilasciate dalla nostra Digital Factory, oltre a migliorare la qualità e la sicurezza del servizio, hanno migliorato lo scambio di know how tra le persone, creando una nuova cultura aziendale basata sull’interazione continua e la condivisione di idee e risultati. Modalità di lavoro nuove – sostenute dai percorsi formativi e di sviluppo di competenze digitali, professionali e manageriali per le persone Italgas – che, promuovendo il lavoro di squadra, facilitano il cambiamento e migliorano il clima aziendale.


Gli sforzi di Italgas sono però rivolti anche verso l’esterno. Lo dimostrano tutti i progetti e le iniziative portate avanti insieme ad alcune tra le più importanti Scuole e Università del Paese, come ad esempio il progetto Grow Data Girls con Luiss Business School, appena ripartito con una nuova edizione della “challenge”, e l’adesione a Stem By Women, associazione di imprese nata con l’obiettivo di incoraggiare le ragazze a intraprendere studi in ambito scientifico e tecnologico. Un impegno costante che Italgas continuerà a trasmettere dentro e fuori l’azienda per coniugare lo sviluppo di competenze tecnologiche e digitali con inclusione di tutti i generi.

Italgas confirmed in Dow Jones Sustainability Index for the 2nd consecutive year

Milan, 16 November 2020 – Italgas has confirmed its position as one of the world’s top sustainability leaders thanks to the inclusion, for the second consecutive year, in the Dow Jones Sustainability Index World, the index managed by S&P Global which includes companies that have excelled globally on sustainability issues.

This result is even more important in consideration of the growing number of companies that aspire to be admitted or confirmed in the index and the increasingly stringent analysis criteria adopted to identify the best performers in terms of sustainability.

Especially, Italgas has been recognised for the progress achieved in Supply Chain Management and Environmental Reporting. This recognition rewards the company’s ability to develop increasingly accurate and transparent reporting, also thanks to the use of innovative technologies and methodologies.

The inclusion confirms Italgas’ ever-increasing focus on sustainability as an integral part of daily action and growth strategy, as well as a further source of value creation for all stakeholders.

«Ideas 4 Italgas»: al via la Call for Startup di Italgas e I3P a supporto del processo di trasformazione digitale della società

Italgas e I3P, Incubatore di Imprese Innovative del Politecnico di Torino, uniscono le forze per lanciare “Ideas 4 Italgas”, la call per startup che ha l’obiettivo di individuare soluzioni e tecnologie innovative che possano contribuire alla trasformazione tecnologica e digitale in corso del primo operatore in Italia nella distribuzione del gas. 

Milano, 9 novembre 2020 – Individuare nuove soluzioni tecnologiche che contribuiscano alla trasformazione digitale di Italgas con particolare attenzione ai temi dell’efficienza e della sostenibilità.  È con questi obiettivi che Italgas, primo operatore in Italia e terzo in Europa nella distribuzione di gas naturale, e I3P, Incubatore di Imprese Innovative del Politecnico di Torino, hanno scelto di unire le forze per lanciare Ideas 4 Italgas, una Call for Startup

I settori su cui si concentrerà l’azione di ricerca riguardano l’efficientamento energetico in ambito industriale e residenziale, la gestione della flotta auto e la mobilità del personale, il monitoraggio, la gestione e il controllo dell’infrastruttura di rete, la sicurezza degli operatori sul campo, nonché l’ulteriore sviluppo dei processi di filtraggio, trasporto e stoccaggio dei vettori energetici tradizionali e l’esplorazione di quelli “emergenti” (es. idrogeno, gas blending).

Alla call possono partecipare gratuitamente sia startup innovative già costituite e iscritte nella sezione speciale del registro imprese con metriche (fatturato, clienti) e team formati e dedicati, sia piccole e medie imprese innovative, iscritte all’apposita sezione speciale del registro imprese con asset risorse e team dedicati al progetto presentato (stadi di maturità: “ready to market”, “prototipo validato”, “prototipo”, “idea”).

L’iniziativa rientra nel percorso di trasformazione digitale avviato da Italgas tre anni fa e che ha coinvolto infrastrutture, processi e persone. Un percorso che ha nella Digital Factory Italgas, inaugurata nel 2018, il motore e il cuore di questo grande cambiamento. In essa, stanze fisiche e virtuali lavorano in modalità Agile e time-boxed dando vita a tecnologie proprietarie all’avanguardia che hanno permesso all’azienda di migliorare ulteriormente l’operatività quotidiana e la qualità del servizio.

“In Italgas – ha commentato Marco Barra Caracciolo, CIO di Italgasè in corso da tempo un processo di trasformazione che ha interessato tutti gli ambiti e i livelli e ha permesso all’azienda di consolidare ulteriormente la leadership del settore creando un nuovo benchmark qualitativo dei servizi offerti. Non c’è area della nostra azienda rimasta estranea a questa contaminazione positiva. Ma per continuare a crescere occorre misurarsi costantemente con situazioni nuove e diverse. Siamo pertanto curiosi di scoprire ciò che questa call 4 ideas ci riserverà e pronti al confronto con una realtà così interessante e peculiare come quella delle startup”. 

“Siamo orgogliosi dell’avvio di questa nuova iniziativa congiunta”, ha dichiarato Giuseppe Scellato, Presidente di I3P. “Le Call for Startup sono occasioni uniche per instaurare collaborazioni di valore, in grado di dare vita a tecnologie e trasformazioni dall’altissimo potenziale innovativo. La partnership con Italgas, realtà d’eccellenza che guarda al futuro del settore energetico, ci ha dato l’opportunità per impostare un interessante percorso di esplorazione progettuale, aprendolo alle startup e PMI innovative attive in questo ambito”.

La raccolta delle candidature è aperta sul sito www.italgas.it fino a lunedì 7 dicembre 2020. Successivamente, tutti i partecipanti alla Call “Ideas 4 Italgas” avranno la possibilità di entrare in contatto con la realtà aziendale Italgas e le sue controllate, in quanto primo step conoscitivo tra le parti coinvolte. I candidati saranno dunque valutati da un comitato di esperti che selezionerà i progetti finalisti entro il 21 dicembre 2020, per poi proclamare i vincitori in occasione dell’evento finale che si svolgerà entro fine gennaio 2021.

 

 

Scopri di più su Ideas 4 Italgas

 

Italgas presents the new 2020-2026 Strategic Plan: innovation and sustainability as future fundamentals

CEO Paolo Gallo: “The planned investments will make an important contribution to the country’s economy.”

“The cornerstone of our Strategic Plan is still digital transformation. In the three years since this process launched, it has already profoundly changed the Group’s DNA making it a reference model in Italy and Europe.” The presentation of the new 2020-2026 Strategic Plan opens with the words of the CEO, Paolo Gallo, finding continuity in digitisation: over time this process has allowed Italgas to construct digital and smart networks, becoming an example for other sectors. The digital infrastructures ensure an increasingly efficient service and will play a key role in the Italian and European energy transition.
In addition to digitisation, the 2020-2026 Strategic Plan includes investments of 7.5 billion (+1.1 billion on the previous Plan) which, as confirmed by Paolo Gallo, “represent an important contribution to the country as it undergoes an economic restart. This commitment coincides with infrastructure investments that therefore get the national economy moving.”
The set undertakings affect all areas of the company: from area tenders to new business opportunities, consolidation of the economic and financial structure and continuous value creation for the market and shareholders of the Group. All this comes under a single business model that incorporates the principles of sustainability, in all its forms, which, in the words of the CEO, “is the matrix that links the four pillars of our new Strategic Plan.”
The new Plan, in fact, integrates the core ESG (environmental, social and governance) values in the same way, strengthening the role of gas distribution in the energy transition and ensuring an increasingly decarbonised economy.

Development of the core business

3.1 billion of the total investments will be allocated to developing the core business of Italgas, by improving and modernising the existing infrastructure.

This business is to be developed, also thanks to the area tenders which will pay an ever more central role in the company’s future. “The area tenders, continued Gallo, “will give strong impetus to Italgas’ growth path and will further improve the quality of our service, contributing to the economic and social development of the territories we operate in.
The company will invest 2 billion to seize the opportunities offered by the area tenders. Of this amount, 1.2 billion euros will be allocated to the acquisition of new networks, while 0.8 billion will be allocated to the maintenance, modernisation and the extension of the networks already acquired.
The deadline for the area tenders is set as 2025 and Italgas’ target is to increase its market share in Italy from the current 35% to 45% (in terms of active re-delivery points). All this is to ensure the country an increasingly efficient, sustainable, modern and secure service.

Sardinia is one of the Italian regions that, under Italgas’ 2020-2026 Strategic Plan, will have one of the most modern gas distribution networks. In recent months, thanks to the work carried out by the Italgas Group, this region has seen 800 kilometres of pipes installed and, thanks to investments of 400 million envisaged in the Plan, will see the completion of 1,100 kilometres of “digital native” networks. The island has also been guaranteed the most modern and technological network in the country, which will allow it to replace the most polluting energy sources still in use today with natural gas. For greater environmental protection and for estimated savings of up to 30% in end user consumption (compared to the fuels currently used on the island).

Digital Transformation

An entirely digital network,” continued Gallo, “is achieved when each device connected to the network is capable of transmitting and receiving information and can be controlled remotely and in real time.” Year after year, innovation is becoming the trademark and core of the Italgas Group to an increasing degree. Digitisation in the new 2020-2026 Strategic Plan translates into around 1.1 billion in investments and sees the Digital Factory as the place where the path embarked on will be pursued.
The digital transformation programme involves the continuous improvement of processes and the constant release of innovative solutions in business management: technologies necessary to improve the service for end customers and to facilitate the work of Italgas staff onsite and remotely. This factor became decisive above all during the lockdown when Italgas continued to ensure safety and continuity of service and a prompt restart of the construction sites throughout Italy.
In recent years, the programme to replace the old meters with modern Smart Meters has played a central role in the network digitisation programme and, now that the plan is reaching an early conclusion, the most important part of the investments will be allocated to assets, processes and people always with an eye on environmental sustainability and training for all Italgas personnel.
A digital network is required for the release of new renewable gases such as biomethane and hydrogen. The change also includes support for the decarbonisation process, in which Italgas seeks to play a leading role within the scope of European energy policies. Italgas is the only European company that digitally and remotely measures and monitors methane emissions along the whole network. This process proves how integral sustainability is to Italgas’ business and represents a key value of the corporate culture.

New opportunities

One of Italgas’ objectives is to export and exploit all the best practices acquired in the gas distribution sector in other business area similar to the core one.  This undertaking translates into 240 million in investments, which will allow us to leverage the expertise and experience within the Italgas Group thanks to the companies Italgas Acqua and the ESCOs of the Group, Seaside and Toscana Energia Green. In this context too, Italgas’ contribution will be represented by the development of digital technologies, in particular for the water networks (which have been allocated 120 million euros), with the aim of improving their quality and efficiency.
The energy efficiency sector will also play a key role in the new Strategic Plan. The two ESCOs of the Group will be further integrated into the corporate dynamics to seize on the business opportunities of the public and private sector and become one of the main operators on the Italian market, also in the residential sector.
Italgas is always looking to the future. In 2021, the company will start to develop pilot projects in the Power to Gas area, a path pursued in collaboration with industrial partners, the Polytechnic University of Turin and the University of Cagliari. The programme involves the production of gas using excess renewable energy in order to play a leading role in decarbonisation and in the future of sustainable and renewable energy and to create an increasingly integrated system between production and the use of clean and “flexible” energy.

Consolidated financial structure and return for shareholders

Italgas wants to assure ongoing value creation for all its shareholders, supporting all opportunities for growth and guaranteeing them a solid return. For this reason, the new 2020-2026 Strategic Plan introduces a new dividend policy set to increase for the next four years. Remuneration will be based on a payout of 65% and with a minimum DPS (dividend per share) equal to that distributed in 2020 increased by 4% each year.

Important undertakings and investments mean Italgas will be able to confirm, at operations level, the indications announced last June.  Based on the operations, a turnover higher than 1.3 billion euros and investments of over 750 million are forecast.

Sardegna: il Bacino 19 è il primo interamente metanizzato. In esercizio 100 chilometri di rete che servono sei comuni dell’oristanese

L’attivazione prenderà il via oggi da Uras e si concluderà tra una settimana a Marrubiu. Raccolte già 5.000 manifestazione d’interesse all’allacciamento.

Oristano, 3 novembre 2020 – Prenderanno il via oggi da Uras, e si concluderanno tra una settimana a Marrubiu, le attività di messa in esercizio del primo Bacino della Sardegna interamente raggiunto dalla rete del gas naturale. Si tratta del Bacino 19, nella zona centro-orientale dell’isola, composto complessivamente da sei comuni (ai due già citati si aggiungono Mogoro, Palmas Arborea, Santa Giusta e San Nicolò D’Arcidiano).

Per essi Medea (Gruppo Italgas) ha posato i 102 chilometri di condotte “native digitali”, dotati di sensoristica integrata per il controllo da remoto con la predisposizione per la posa della fibra ottica. Le reti saranno inizialmente alimentate attraverso carri cisterna, in attesa di poter procedere alla realizzazione dei già previsti depositi di Gnl (gas naturale liquefatto) che consentiranno una maggiore flessibilità nell’approvvigionamento del metano.

Nei sei Comuni, che contano complessivamente 20.000 abitanti, la società ha già raccolto circa 5.000 manifestazioni d’interesse all’allacciamento alla rete, segno del forte interesse da parte dei residenti di poter beneficiare dei vantaggi del gas naturale. L’avvio delle attività di distribuzione è stato tempestivamente comunicato anche alle Società di Vendita che potranno così attivarsi per la sottoscrizione dei contratti di fornitura.

In Sardegna stiamo realizzando una nuova generazione di infrastrutture – ha commentato l’Amministratore Delegato di Italgas, Paolo Galloche estenderemo progressivamente in tutte le aree in concessione al Gruppo, contribuendo a colmare il gap energetico dell’isola. Siamo ormai intorno all’80% dei 1.100 chilometri di rete pianificati e un numero sempre maggiore di sardi potrà presto godere dei benefici del metano che garantisce fino al 30% di risparmi in bolletta. Le 5.000 richieste di allacciamento raccolte nel solo Bacino 19 testimoniano la grande attesa da parte delle comunità che ci auguriamo di poter soddisfare nel più breve tempo e nella maniera più efficace possibile contando anche sulla collaborazione delle istituzioni locali e dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente”.

Last update: