Il metano in Penisola Sorrentina

Sorrento (NA), 28 settembre 2018 – Italgas incontra i Sindaci dei Comuni della Penisola in cui sono state realizzate le reti di distribuzione del metano, le associazioni degli imprenditori e gli operatori tecnici del settore con l’obiettivo di illustrare loro gli incentivi a sostegno della domanda di allacciamento alla rete.

All’incontro, svoltosi presso la sede dell’Azienda di Soggiorno e Turismo di Sorrento, hanno partecipato i Sindaci dei Comuni di Sorrento, Piano di Sorrento, Meta di Sorrento, Sant’Agnello, Vico Equense e Massa Lubrense, le associazioni Federalberghi, Confcommercio, Ristoratori, B&B e Sindacato Balneari, nonché le imprese locali specializzate nella realizzazione e nell’adeguamento degli impianti di utilizzo del gas naturale.

L’arrivo del metano in un territorio ad altissima vocazione turistica come quello della Penisola Sorrentina rappresenta infatti allo stesso tempo un’opportunità di sviluppo per l’economia locale e un contributo concreto alla salvaguardia dell’ambiente. L’utilizzo del gas naturale produce infatti emissioni in atmosfera in quantità assolutamente trascurabili che, a parità di energia prodotta, sono inferiori a quelle emesse dagli altri combustibili fossili. Grazie alle condutture sotterranee viene inoltre evitato l’inquinamento dovuto al trasporto su strada di altri combustibili.

A ciò si aggiungono l’alto livello di sicurezza che si raggiunge con la fornitura di gas naturale e l’elevata accuratezza dei consumi indicati in bolletta grazie all’impiego dei contatori elettronici di ultima generazione, i cosiddetti smart meter – che consentiranno di attivare progressivamente la lettura a distanza dei consumi effettivamente sostenuti.

Le proposte illustrate stamani sono state elaborante in maniera coerente con l’indirizzo delle Amministrazioni concedenti di favorire l’impiego delle reti di distribuzione recentemente realizzate in Penisola e quindi l’utilizzo del metano sia a casa che nell’ambito delle attività produttive e del Terziario. Le proposte hanno alla base la gratuità dell’intervento di collegamento alla rete e dell’installazione del contatore, contro il pagamento del solo contributo, pari a 40 euro (più Iva), per la gestione amministrativa della documentazione sulla sicurezza degli impianti richiesta dalla normativa in vigore. Inoltre, azioni specifiche di informazione e coinvolgimento riguarderranno gli installatori locali che dovranno realizzare i nuovi impianti di utilizzo del gas, adeguare alla normativa tecnica in vigore quelli preesistenti, installare gli apprecchi di utilizzo.

Nelle prossime settimane le Amministrazioni Comunali continueranno a informare i rispettivi cittadini circa i vantaggi legati all’uso del gas naturale e le azioni di promozione concordate con Italgas.

“Sempre al lavoro, perché tu non te ne accorga mai.”

A chiusura del 180° anniversario della sua fondazione celebrato nel 2017, Italgas lancia la sua nuova campagna istituzionale, che ha l’obiettivo di valorizzare la presenza laboriosa e costante nelle città in cui opera; una presenza non sempre immediatamente percepibile per via della “dimensione sotterranea” di molte attività.

Dopo circa due secoli di storia Italgas è ancora il più importante operatore del settore della distribuzione del gas in Italia e il terzo in Europa, con 1.697 comuni serviti, 4077 persone impiegate, oltre 7,5 milioni di contatori attivi e più di 9 miliardi di metri cubi di gas naturale erogato all’anno.

La campagna mostra il mondo di Italgas portando alla luce la rete che corre sotto le nostre città e che ogni giorno distribuisce il gas nelle case degli italiani. Dietro a gesti semplici come quello di aprire il rubinetto dell’acqua calda, accendere il fornello del gas o cercare il tepore del termosifone ci sono oltre 67.000 km di rete sotterranea e il lavoro di un intero Gruppo. Un mondo in gran parte celato, ma sempre all’opera perché tutto funzioni bene: quello di Italgas.

Da qui nasce il concept di campagna “Sempre al lavoro perché tu non te ne accorga mai”: quando tutto funziona non ci si accorge delle attività che consentono di avere il gas a casa. Ma guardando bene, si possono intravedere un grande lavoro, forti competenze e una grande passione. Lo dice la storia di Italgas. Lo dicono i numeri.

Il “mondo sotterraneo” di Italgas viene rappresentato in chiave futuristica e parla di digitalizzazione della rete, di macchine volanti ma con volti umani di tecnici al lavoro: quotidianità di oggi e domani che si mescolano insieme.
Una rappresentazione il più possibile fedele alla realtà ricostruita a partire da elementi reali della nostra attività reinterpretati in chiave innovativa, coerenti con gli obiettivi di digitalizzazione del Gruppo.

La campagna, partita oggi (12 settembre), viene lanciata sui principali quotidiani nazionali.
Segui la campagna anche sui profili Twitter, Instagram e Linkedin di Italgas.

Costituita l’Associazione europea delle società di distribuzione del gas naturale

Costituita GD4S, l’Associazione europea dei distributori di gas naturale

Paolo Gallo (Italgas) nominato Vice presidente “Uno strumento per rafforzare la collaborazione tra industria e istituzioni, sia europee, che nazionali”

Bruxelles, 6 settembre 2018 – Nasce l’Associazione Europea dei Distributori di gas naturale GD4S (Gas Distributors for Sustainability). Come primo atto formale l’Associazione ha nominato Presidente del Comitato di Direzione Eduard Sauvage, CEO di GRDF (Francia) mentre Paolo Gallo, CEO di Italgas, ricoprirà la carica di vice presidente.

Già attiva da qualche anno sotto forma di coalizione informale, l’Associazione GD4S ha deciso di dotarsi di una forma ufficiale e riconosciuta legalmente per essere l’interlocutore principale delle istituzioni europee sulle materie che impattano il sistema della distribuzione del gas naturale e, più in generale, su temi come la decarbonizzazione e la mobilità sostenibile

L’Associazione è oggi formata dai cinque soci fondatori – Distrigaz Sud Retele (Romania), Galp Gás Natural Distribuição (Portogallo), GRDF (Francia), Italgas (Italia) e Nedgia (Spagna), i quali, oltre ad essere i leader nei rispettivi Paesi, servono circa 26 milioni di utenti finali e gestiscono  200.000 chilometri di rete

I CEO dell’Associazione GD4S hanno finora incontrato i Commissari UE Miguel Arias Cañete e Violeta Bulc al fine di rappresentare l’impegno dei 5 distributori a favorire efficacemente la transizione verso un modello energetico a basso contenuto di carbonio. Una prospettiva realistica soprattutto quando si parla di mobilità sostenibile poiché l’utilizzo del gas naturale o del biometano permette prestazioni ambientali al pari di altre tecnologie.

Paolo Gallo, CEO di Italgas e Vice Presidente dell’Associazione GD4S, ha sottolineato come “GD4S sia un interlocutore stabile e credibile sui temi del gas, sia sul fronte europeo che italiano, forte dell’esperienza dei maggiori players europei. Siamo pronti a formulare proposte e condividere le nostre posizioni con la Commissione, il Parlamento Europeo e le istituzioni nazionali, sull’utilizzo del gas, anche rinnovabile come il biometano, per favorire la transizione energetica, verso un futuro più sostenibile. Chiederemo alle Istituzioni europee un impegno forte in favore dello sviluppo del gas rinnovabile, nel rispetto del principio di neutralità tecnologica. L’Associazione europea dei distributori di gas – ha continuato Gallo – sarà lo strumento per rafforzare la collaborazione tra industria ed istituzioni, nazionali ed europee, al fine di favorire lo sviluppo di forniture energetiche più pulite, sicure ed economiche a milioni di cittadini.”

Ultimo aggiornamento: