Italgas: parte la digital transformation delle reti idriche e la partnership con TaKaDu

Milano, 30 dicembre 2020 – Italgas ha avviato il processo di trasformazione digitale delle reti idriche attualmente in concessione con l’obiettivo di migliorare l’efficienza operativa e la qualità del servizio facendo leva sulle eccellenze sviluppate nella gestione delle reti gas.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito del Piano Strategico 2020-2026 recentemente approvato dalla Società che ha destinato, fra l’altro, 120 milioni di euro di nuovi investimenti alla crescita del Gruppo nel settore idrico e al miglioramento della qualità servizio fornito ai cittadini.

Il programma di trasformazione digitale riguarda le cinque reti idriche in concessione al Gruppo a Caserta e in quattro comuni della provincia (Casaluce, Galluccio, Roccaromana, Baia e Latina) che servono complessivamente circa 30 mila clienti, 270 km di rete per un totale di 8 milioni di metri cubi d’acqua distribuiti.

Due gli elementi abilitanti del processo:

  • l’accordo di partnership sottoscritto con la società israeliana TaKaDu, leader globale nello sviluppo di sistemi digitali “Central Event Management” per reti idriche, già attiva in 13 Paesi;
  • l’introduzione di un contatore intelligente “water smart meter” di ultima generazione, basato su tecnologia a ultrasuoni, con un piano che prevede la sua installazione in sostituzione di tutti i tradizionali misuratori entro il 2021;

Il completamento del programma, che comporterà anche l’applicazione di una diffusa sensoristica lungo le reti cittadine, permetterà di tenere sotto controllo, in ogni momento, tutti i parametri di funzionamento delle infrastrutture, rilevare in tempi brevi e con una precisione sempre più accurata eventuali guasti, intervenire rapidamente in caso perdite.

Per favorire il processo di rinnovamento delle reti idriche – che in Italia, secondo l’Istat, perdono in media circa il 40% del volume d’acqua immesso – i risultati conseguiti dalla partnership Italgas-TaKaDu sulle reti idriche di Italgas saranno messi a disposizione delle utility idriche italiane, tramite un’offerta di servizi dedicata, volta a migliorare l’efficienza e la qualità del servizio e soprattutto ridurre le perdite di rete.

Italgas ammessa dall’Agenzia delle Entrate al regime fiscale di adempimento collaborativo

Milano, 29 dicembre 2020 – Italgas e la controllata Italgas Reti sono state ammesse dall’Agenzia delle Entrate al regime di adempimento collaborativo (cooperative compliance), istituito al fine di promuovere forme di comunicazione e di cooperazione con l’Amministrazione finanziaria basate sul reciproco affidamento.

L’ammissione a tale regime presuppone un adeguato sistema di rilevazione, misurazione, gestione e controllo dei rischi fiscali, intesi quali rischi di operare in violazione di norme di natura tributaria o in contrasto con i principi e le finalità dell’ordinamento tributario.

L’adesione al regime di adempimento collaborativo è volta a ridurre il livello di incertezza sulle questioni di carattere fiscale, favorendo la prevenzione dell’insorgere di controversie, mediante la preventiva interlocuzione sulle situazioni suscettibili di generare rischi fiscali.

Con i provvedimenti di ammissione emessi in data odierna, i cui effetti decorrono dall’anno 2019, è stata disposta dall’Agenzia delle Entrate la pubblicazione della iscrizione di Italgas e Italgas Reti nell’elenco delle società che operano nel contesto di tale regime di collaborazione e trasparenza con l’Autorità fiscale italiana.

L’Amministratore Delegato di Italgas Paolo Gallo ha commentato:

L’ammissione alla cooperative compliance rappresenta il riconoscimento della costante attenzione che Italgas dedica al miglioramento dei processi e del sistema di controllo interno e di gestione dei rischi, in coerenza con i principi etici a cui è ispirata la gestione dell’impresa, nella consapevolezza del ruolo economico e sociale che le Società del Gruppo svolgono”.

Italgas: CDP (Carbon Disclosure Project) conferma score “B” per la lotta al cambiamento climatico

Milano, 8 dicembre 2020 – Per il quarto anno consecutivo Italgas è stata riconosciuta da CDP (Carbon Disclosure Project) per il suo sforzo nella lotta al cambiamento climatico, attraverso la conferma dello score “B” per il Climate Change. Tale punteggio colloca Italgas nella “Management band”, al di sopra della media europea – pari a “C” – e allo stesso livello del comparto delle Energy Utilities Network.

Tra gli altri elementi, CDP ha riconosciuto l’importante lavoro svolto dalla Società che rispetto allo scorso anno ha sensibilmente migliorato il punteggio assegnato alle categorie “Scope 1&2 emissions” e “Emission reduction initiatives”.

Italgas è leader in Italia nel settore della distribuzione del gas e terzo in Europa, è presente in oltre 1860 comuni iItaliani con una presenza storica nelle grandi città di Roma, Torino, Venezia, Firenze e Napoli.

CDP è un’organizzazione no-profit che valuta ogni anno le prestazioni in materia di cambiamenti climatici. Quest’anno oltre 9.600 aziende in tutto il mondo hanno risposto ai suoi questionari.

Italgas: certificazione anticorruzione UNI ISO 37001:2016 per tutte le società del Gruppo

Milano, 9 dicembre 2020 – Italgas ha conseguito per il terzo anno consecutivo la certificazione anticorruzione UNI ISO 37001:2016 ottenendo anche la sua estensione al “governo anticorruzione” di tutte le società del Gruppo, nonché per la controllata Italgas Reti che lo aveva già raggiunto lo scorso anno.

A conferma del proprio impegno sul fronte della compliance legale, nel corso del 2020 anche Toscana Energia, Medea, Italgas Acqua, Gaxa, Seaside, Umbria Distribuzione e Metano Sant’Angelo Lodigiano si sono dotate di un sistema per la prevenzione e il contrasto della corruzione, adottato su base volontaria e certificato ai sensi dello standard riconosciuto a livello internazionale.

Il sistema di gestione per la prevenzione e il contrasto è stato verificato dall’organismo di certificazione indipendente DNV GL Business Assurance, a seguito di approfondite analisi che hanno confermato la sua adeguatezza e la conformità ai requisiti richiesti, nonché la sua efficace applicazione.

Legalità, trasparenza, responsabilità d’impresa, integrità – ha commentato l’Amministratore Delegato di Italgas, Paolo Gallo – sono solo alcuni dei valori che costituiscono la stella polare del nostro agire quotidiano. È per questo che considero il raggiungimento della certificazione anticorruzione per il terzo anno di fila e la sua estensione a tutte le società del Gruppo risultati di rilievo e al contempo coerenti con le attività che realizziamo ogni giorno lungo la nostra rete, al servizio di 7,7 milioni di clienti in tutto il Paese”.

Ultimo aggiornamento: