Italgas acquisisce da CPL Concordia 7 concessioni gas nel Sud Italia

Milano, 30 novembre 2017 – Italgas ha sottoscritto oggi con CPL Concordia un accordo vincolante per l’acquisizione di un portafoglio di 7 concessioni gas del Sud Italia, per complessivi 16 Comuni.

La valorizzazione complessiva del portafoglio (enterprise value) oggetto dell’accordo è stata stabilita in 13 milioni di euro. Al closing dell’operazione il prezzo sarà corrisposto interamente per cassa al netto del debito. Il perfezionamento è previsto entro il mese di marzo 2018 ed è subordinato ad alcuni adempimenti pre-closing.

In particolare, l’accordo prevede che Italgas acquisisca:

  • 3 concessioni per la metanizzazione di Barano, Lacco Ameno e Casamicciola sull’isola di Ischia;
  • la concessione per la metanizzazione dell’isola di Procida;
  • la concessione per la metanizzazione del Bacino Calabria 12 formato da 10 Comuni in provincia di Reggio Calabria;
  • 2 concessioni per la metanizzazione dei comuni di Favara e Siculiana in provincia di Agrigento.

Delle 7 concessioni alcune risultano in costruzione, le altre da realizzare; una di esse – quella relativa all’isola di Procida – è prossima all’entrata in esercizio.

L’investimento complessivo per la realizzazione delle reti ammonta a 95 milioni di euro, in parte finanziato da contributi pubblici. Ad oggi risultano già realizzati lavori per circa 28 milioni di euro (al lordo contributi).

Una volta ultimate, le infrastrutture avranno un’estensione complessiva di oltre 400 chilometri e serviranno un bacino potenziale di circa 32.000 nuovi clienti.

L’accordo concluso oggi si inserisce in un più ampio contesto di collaborazione tra le due Società volto a valorizzare i rispettivi asset e competenze in materia di costruzione e gestione delle reti e degli impianti di distribuzione del gas

Italgas: protocollo d’intesa con 14 Associazioni dei Consumatori

Milano, 17 novembre 2017 – Italgas e 14 tra le maggiori Associazioni dei Consumatori riconosciute dal CNCU – Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti –  stanno lavorando per finalizzare un protocollo d’intesa volto a favorire il costante miglioramento degli indici di qualità del servizio attraverso la fattiva collaborazione delle associazioni.

Le associazioni firmatarie, che Italgas ha ringraziato per la collaborazione e il supporto prestato, sono Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanza Attiva, Codacons, Federconsumatori, lega Consumatori, Movimento Consumatori, MDC, Udicon, Unc.

Le materie cui si applicherà il protocollo, che verrà formalizzato nei prossimi giorni, sono relative alla diffusione di una cultura del gas per rendere il consumatore sempre più consapevole e informato, al corretto utilizzo della risorsa energetica, all’importante programma di sostituzione dei tradizionali misuratori del gas con gli smart meters in attuazione delle direttive dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico. Si tratta dei contatori di ultima generazione predisposti per la telelettura e quindi in grado di rilevare costantemente i consumi senza la necessità di accedere al contatore.

In particolare il programma di installazione degli smart meters riguarda circa 7,4 milioni di utenti, a fronte dei quali Italgas ha già installato circa 2,3 milioni di apparati con l’obiettivo di completare il piano tra il 2019 e il 2020. Nonostante il grande impegno economico, tecnico e organizzativo di Italgas, la dimensione e la complessità del programma possono comportare qualche involontario disservizio. In questo quadro il protocollo si prefigge di individuare le forme più opportune di cooperazione per mitigare il fenomeno e gestire le eventuali segnalazioni nel più breve tempo possibile.

Il protocollo giunge a compimento di un percorso durato alcuni mesi nel corso dei quali Italgas e le Associazioni firmatarie hanno analizzato congiuntamente le aree oggetto di possibile cooperazione assumendo reciproci impegni. Il documento, che vuole essere un punto di partenza per una collaborazione sempre più efficace, prevede il monitoraggio semestrale dei suoi effetti e della idoneità degli strumenti messi in campo, con la possibilità di integrarli o svilupparne di nuovi.

Italgas acquisisce il 100% di Ichnusa Gas S.p.A.

razie all’operazione Italgas assume un ruolo di rilievo nel progetto di metanizzazione della Sardegna

Milano, 8 novembre 2017 – Italgas ha sottoscritto oggi un accordo vincolante con CPL Concordia e con Impresa Costruzioni Ing. Raffaello Pellegrini S.r.l. per l’acquisto del 100% della società Ichnusa Gas S.p.A., holding che controlla 12 società titolari di altrettante concessioni per la realizzazione e l’esercizio di reti di distribuzione di gas in 81 Comuni della Sardegna. La valorizzazione complessiva di Ichnusa Gas (enterprise value) è stata stabilita in 26,2 milioni di euro.

Al closing dell’operazione il prezzo sarà corrisposto interamente per cassa, al netto dell’indebitamento.

Alla data dell’acquisizione, 2 delle 12 concessioni risultano in esercizio provvisorio con i primi clienti serviti con GPL, mentre le rimanenti 10 sono riferite a reti in costruzione e da realizzare per un investimento complessivo di oltre 170 milioni di euro, in parte finanziato con contribuiti pubblici regionali. Tali infrastrutture saranno progressivamente completate nell’arco di circa tre anni, raggiungendo a regime un’estensione di circa 1.300 chilometri di reti per un bacino potenziale di oltre 150.000 clienti.

L’operazione conclusa oggi segna l’inizio di una presenza di rilievo di Italgas in Sardegna. Con l’acquisizione di Ichnusa Gas, che servirà 12 dei 38 bacini d’utenza in cui è suddivisa la regione, Italgas coprirà infatti circa un terzo del territorio sardo.

Il perfezionamento dell’operazione è previsto entro i primi mesi del 2018 ed è subordinato ad alcune condizioni sospensive.

Paolo Gallo, Amministratore Delegato di Italgas, ha così commentato:

“L’operazione conclusa oggi si inserisce in un più ampio contesto di collaborazione fra Italgas e CPL Concordia, volto a valorizzare i rispettivi asset della distribuzione del gas e le importanti competenze di entrambi in materia di costruzione e manutenzione di reti e impianti. Il nostro ingresso in Sardegna, unica regione italiana a non godere ancora dei vantaggi di una infrastruttura interconnessa per la distribuzione del gas, indica la volontà di Italgas non solo di rivestire un ruolo di consolidatore in un settore estremamente frammentato, ma anche quella di promuovere l’ulteriore metanizzazione del sistema Paese nella prospettiva della futura realizzazione delle infrastrutture che porteranno il gas naturale sull’isola. L’acquisizione degli asset di Ichnusa, a un anno di distanza dal nostro ritorno in Borsa, si aggiunge alle operazioni realizzate nelle scorse settimane, a conferma degli obiettivi strategici annunciati nel Piano Industriale 2017-2023.”

Italgas acquisisce 12 concessioni in Campania e Basilicata da Amalfitana Gas

Milano, 2 novembre 2017 – Italgas e Amalfitana Gas S.r.l. hanno sottoscritto oggi un accordo vincolante per l’acquisizione di un ramo d’azienda relativo alle attività di distribuzione del gas naturale in tre ATEM ricadenti in Campania e Basilicata e comprendente concessioni, reti, impianti e personale.

Il complesso dei beni oggetto dell’operazione include 12 concessioni per un totale di oltre 22.000 utenze servite e oltre 300 chilometri di rete.

La valorizzazione del ramo d’azienda (enterprise value) è stata stabilita in Euro 18,5 milioni. Alla firma del contratto definitivo il prezzo sarà corrisposto interamente per cassa.

Il perfezionamento dell’operazione è previsto entro gennaio 2018 ed è subordinato ad alcune condizioni sospensive.

Paolo Gallo, Amministratore Delegato di Italgas, ha così commentato:

“L’acquisizione di questi nuovi asset, che comprende anche l’impegno a realizzare lo sviluppo di nuove reti negli ATEM interessati, rafforza la nostra già importante presenza nel Mezzogiorno e in Campania in particolare, e pone le condizioni per creare valore per i nostri azionisti e per l’intero sistema italiano della distribuzione del gas. L’operazione conclusa oggi con uno storico operatore come Amalfitana Gas rappresenta un ulteriore tassello del processo di consolidamento del settore di cui Italgas vuole essere artefice e protagonista ed è parte di quella serie di acquisizioni che sono state annunciate al mercato.

Ultimo aggiornamento: