Il Consiglio di Amministrazione di Italgas delibera il rinnovo del Programma EMTN fino a massimi nominali 6,5 miliardi di euro

Milano, 15 settembre 2021 – Il Consiglio di Amministrazione di Italgas, riunitosi oggi sotto la Presidenza di Alberto Dell’Acqua, ha deliberato il rinnovo del Programma EMTN confermando l’importo massimo nominale di 6,5 miliardi di euro.

 

Ad oggi, nell’ambito dell’attuale Programma EMTN, sono in circolazione prestiti obbligazionari per nominali 4,59 miliardi di euro.

 

Il Consiglio ha inoltre autorizzato l’emissione, da eseguirsi entro il termine di un anno dalla data di rinnovo del Programma EMTN, di uno o più prestiti obbligazionari, da collocare esclusivamente presso investitori istituzionali. L’ammontare complessivo di titoli obbligazionari

in circolazione non potrà eccedere l’importo massimo del Programma EMTN sopra menzionato e i titoli di nuova emissione potranno essere quotati presso mercati regolamentati.

 

Il Programma EMTN consentirà alla Società di effettuare anche emissioni obbligazionarie ESG di tipo “Sustainability-Linked Notes”, coerentemente con la strategia finanziaria comunicata al mercato in occasione della presentazione del Piano Strategico 2021-2027.

Fitch Ratings (“Fitch”) conferma il rating di Italgas a ‘BBB+’, Outlook stabile

Milano, 29 luglio 2021 – L’agenzia di rating Fitch ha confermato oggi il merito di credito a
lungo termine di Italgas, pari a BBB+ con Outlook stabile.

La conferma del rating si basa sulle importanti prospettive di crescita del Gruppo Italgas
evidenziate nel nuovo Piano Strategico 2021-2027 presentato alla comunità finanziaria lo
scorso 15 giugno.

In particolare, l’agenzia sottolinea il continuo incremento del piano investimenti della Società
nonostante l’emergenza sanitaria non del tutto superata e la solida capacità di generazione
di cassa. Continua, inoltre, ad essere valutato positivamente l’impegno del Gruppo per la
trasformazione digitale dell’azienda, che permetterà di conseguire consistenti benefici in
termini di efficienza operativa, e l’attitudine alla diversificazione strategica in direzione del
business idrico e dell’energy efficiency.

Fitch evidenzia, inoltre, l’approccio proattivo alla gestione del debito da parte di Italgas, in
forza del quale la Società dispone di un solido profilo di liquidità e non presenta rischio di
rifinanziamento grazie anche alle operazioni di liability management di recente effettuate.

CS_Italgas – Fitch conferma il rating

Italgas: Calendario degli eventi societari per l’anno 2020

Milano, 29 gennaio 2020 – Italgas comunica il calendario degli eventi societari e le date di diffusione al pubblico dei risultati economico-finanziari che saranno esaminati dal Consiglio di Amministrazione nel corso del 2020:

Bilancio consolidato e progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2019;
Proposta dividendo 2019;
Relazione sul governo societario e gli assetti proprietari 2019;
Relazione sulla Remunerazione 2020;
Dichiarazione non finanziaria 2019;Risoluzione PWC;
Convocazione Assemblea degli Azionisti.
Consiglio di Amministrazione

Comunicato Stampa e Conference Call*

11 marzo 2020

12 marzo 2020

Bilancio di esercizio 2019;
Delibera distribuzione utile dell’esercizio 2019;
Nomina nuovo revisore
Assemblea degli Azionisti

Comunicato stampa***

20 aprile 2020 in unica convocazione
Resoconto intermedio di gestione
al 31 marzo 2020
Consiglio di Amministrazione
Comunicato stampa e Conference call**
29 aprile 2020
Piano Strategico 2020-2026Consiglio di Amministrazione

Comunicato stampa e
Strategy Presentation*

10 giugno 2020

11 giugno 2020

Risultati del II trimestre e Relazione finanziaria semestrale relativa al primo semestre 2020Consiglio di Amministrazione

Comunicato stampa e Conference call**

27 luglio 2020
Resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2020Consiglio di Amministrazione

Comunicato stampa e Conference call**

29 ottobre 2020

* Diffusione comunicato stampa a Borsa chiusa. Conference Call per la presentazione dei risultati/Piano Strategico nel pomeriggio dello stesso giorno;

** Diffusione del comunicato stampa al termine del CdA a Borsa aperta e, a seguire, Conference Call per la presentazione dei risultati alla comunità.

*** Diffusione comunicato stampa al termine dell’Assemblea;

Sono comunicate al mercato le date relative a:

pagamento del dividendo per l’anno fiscale 2019: 20 maggio 2020 (record date 19 maggio 2020), con data di stacco il 18 maggio 2020;

– roadshow per l’illustrazione agli investitori istituzionali e agli analisti finanziari degli obiettivi aziendali stabiliti nel Piano Strategico 2020-2026 a partire dal mese di giugno.

Eventuali variazioni alle date sopra riportare saranno tempestivamente comunicate.

Italgas: confermate le date di pagamento del dividendo e stacco cedola

Milano, 25 febbraio 2019 – Con riferimento al comunicato stampa diffuso lo scorso 22 febbraio 2019 relativo all’approvazione da parte del Consiglio di Amministrazione di Italgas dei risultati 2018 e della proposta di dividendo di 0,234 euro per azione da sottoporre all’Assemblea degli Azionisti convocata per il prossimo 4 aprile 2019, la Società ricorda che:

  • il pagamento del dividendo per l’anno fiscale 2018 è previsto a partire dal 22 maggio 2019 (record date 21 maggio 2019), con data di stacco 20 maggio 2019.

Tali date non introducono variazioni rispetto a quanto comunicato al mercato in occasione della diffusione, avvenuta il 24 gennaio scorso, del Calendario degli eventi societari per l’anno 2019.

Italgas: approvati i risultati al 30 giugno 2018

Milano, 31 luglio 2018 – Il Consiglio di Amministrazione di Italgas, riunitosi ieri sotto la presidenza di Lorenzo Bini Smaghi, ha approvato la Relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2018[1].

Principali dati

Highlight economici e finanziari consolidati:

  • Ricavi totali: 591,3 milioni di euro (+4,7%)
  • Utile Operativo Lordo (EBITDA): 424,2 milioni di euro (+8,7%)
  • Utile operativo (EBIT): 223 milioni di euro (+9,3%)
  • Utile netto: 150,7 milioni di euro (+8%)
  • Investimenti tecnici: 227,9 milioni di euro
  • Flusso di cassa netto da attività operativa: 632,3 milioni di euro
  • Indebitamento finanziario netto[2]: 3.591,3 milioni di euro

Highlight operativi comprensivi delle società partecipate non consolidate:

  • Concessioni gas: n. 1.709
  • Numero di contatori attivi: 7,5 milioni
  • Rete di distribuzione gas: 67,7 mila Km

I risultati economico-finanziari ottenuti da Italgas nel primo semestre del 2018 confermano l’andamento positivo del 2017, con un ulteriore miglioramento dei margini; i programmi di investimento e il perfezionamento di ulteriori acquisizioni sono in linea con gli obiettivi preannunciati con il Piano Industriale 2018-2024.

Una quota rilevante degli investimenti ha riguardato il piano di installazione degli smart meters in sostituzione dei misuratori tradizionali. Nel primo semestre 2018, considerando anche le società partecipate non consolidate, ne sono stati installati poco meno di 1 milione, di cui 915 mila in sostituzione di misuratori tradizionali, portando il totale a circa 3,98 milioni, pari al 49,1% dell’intero parco contatori[3]. L’obiettivo è di completare il piano di sostituzione entro i primi mesi del 2020. L’installazione degli smart meters è parte del progetto più complessivo di digitalizzazione della rete per il quale sono stati avviati oltre 40 progetti pilota su tutto il territorio nazionale.

Nei primi sei mesi dell’anno l’obiettivo del consolidamento della presenza di Italgas nel settore della distribuzione del gas è stato perseguito finalizzando diverse operazioni societarie, alcune delle quali già annunciate nel corso del 2017. In particolare sono state perfezionate le acquisizioni i) del 100% del capitale della società  Ichnusa Gas S.p.A. ii) del 100% del capitale della società  Medea S.p.A., iii) di un ramo d’azienda comprendente alcune concessioni di distribuzione del gas da Amalfitana Gas, iv) del 98% del capitale di una serie di società titolari di 16 concessioni di distribuzione di gas naturale in Campania, Calabria e Sicilia[4], v) della rete di distribuzione del Comune di Portopalo di Capopassero da AEnergia Reti S.r.l.

Inoltre, nel corso del semestre è stata perfezionata l’acquisizione di Seaside S.r.l., una delle principali Energy Service Company italiane, all’avanguardia nell’offerta di servizi di efficienza energetica, che consente al Gruppo di essere presente in un settore che offre molteplici sinergie con le attività di distribuzione del gas.

Con oltre 67 mila chilometri di rete gestiti e i 7,5 milioni di punti di riconsegna serviti in 1.709 concessioni Italgas conferma la sua posizione di leader del settore in Italia, con una quota di mercato che supera il 34%[5], e terzo operatore in Europa per numero di Pdr gestiti.

I fabbisogni connessi agli investimenti netti del primo semestre 2018 sono stati integralmente coperti dal positivo flusso di cassa netto da attività operativa, pari a 632,3 milioni di euro, con un Free Cash Flow – prima delle attività di M&A – pari a 393,4 milioni di euro.

La posizione finanziaria netta al 30 giugno 2018 è pari a 3.591,3 milioni di euro, in miglioramento rispetto al 31 dicembre 2017 (3.720,3 milioni di euro).

Riguardo ai risultati economici, l’utile operativo del primo semestre 2018 ammonta a 223 milioni di euro (+9,3% rispetto al 30 giugno 2017) e l’utile netto è pari a 150,7 milioni di euro (+8% rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente).

Paolo Gallo, Amministratore Delegato di Italgas, ha così commentato:

“Il consuntivo dei primi 6 mesi dell’anno conferma il forte l’impegno di Italgas verso gli investimenti sulla rete, sui processi di digitalizzazione e sulle acquisizioni, coerentemente con gli obiettivi contenuti nel Piano Strategico 2018-2024.

Al 30 giugno abbiamo di fatto raggiunto con sei mesi di anticipo l’obiettivo fissato dall’Autorità per la sostituzione dei contatori tradizionali con quelli di ultima generazione: il 50% dei contatori gestiti da Italgas e dalle sue partecipate è un contatore intelligente che, in quanto tale, rappresenta il fattore abilitante per il più ampio progetto di digitalizzazione della rete.

I risultati economico-finanziari conseguiti nel primo semestre 2018 evidenziano un significativo miglioramento rispetto ai già brillanti risultati del 2017, tra cui l’utile netto in crescita del 8%, grazie anche alle azioni di efficientamento e di miglioramento della qualità del servizio tuttora in corso”.

[1] Sottoposta a revisione contabile limitata.

[2] Esclusi i debiti per leasing operativi ex IFRS 16. in data 13 gennaio 2016, infatti, lo IASB ha emesso il principio “IFRS 16 Leases”, adottato dal Gruppo Italgas in via anticipata dal primo gennaio 2018. L’adozione del principio ha determinato l’iscrizione nelle passività finanziarie di Debiti per leasing pari a 37,2 milioni di euro.

[3] Escludendo le società partecipate non consolidate, nel primo semestre 2018 Italgas ha installato circa 850 mila nuovi misuratori, di cui 770 mila in sostituzione di misuratori tradizionali, portando il totale attuale dei contatori installati a circa 3,55 milioni, pari a circa il 48,9% del proprio parco.

[4] Baranogas Reti S.r.l., Ischia Reti Gas S.r.l., Progas Metano S.r.l., Grecanica Gas S.r.l., Favaragas Reti S.r.l. e Siculianagas Reti S.r.l.

[5] Dati operativi includendo anche le società partecipate non consolidate.

Italgas acquisisce da CPL Concordia il controllo della società European Gas Network (“EGN”)

Milano, 22 giugno 2018 – Italgas ha sottoscritto oggi un accordo vincolante per l’acquisto da CPL Concordia:

  • di una partecipazione di controllo, pari al 60%, di EGN (“European Gas Network”) che gestisce direttamente e indirettamente[1] circa 60.000 utenze e 37 concessioni per la distribuzione del gas naturale in Sicilia, Calabria e Campania.
  • del 100% di Naturgas S.r.l., gestore del servizio di distribuzione di gas metano a San Giuseppe Vesuviano (NA), con circa 2.700 utenze servite.
  • del 100% di Fontenergia S.r.l., concessionaria del servizio di distribuzione nel Bacino 22 della regione Sardegna, con oltre 7.000 utenze temporaneamente servite con GPL.

La valorizzazione complessiva delle società oggetto dell’accordo (enterprise value) è stata stabilita in 116 milioni di euro. Al closing dell’operazione il prezzo sarà corrisposto interamente per cassa, al netto dell’indebitamento finanziario netto, come risultante alla data del 30.6.2018.

Gli accordi per l’acquisizione di EGN prevedono un’opzione put & call sulla residua partecipazione del 40% detenuta dal venditore, esercitabile a partire dal 6° mese dalla data del closing dell’operazione e al medesimo prezzo per azione definito al closing per il 60%, diminuito dell’ammontare dei dividendi distribuiti dalla società.

Il perfezionamento dell’operazione è previsto entro la fine del 2018 ed è subordinato all’avveramento di alcune condizioni sospensive.

Paolo Gallo, Amministratore Delegato di Italgas, ha così commentato:

Come illustrato nei giorni scorsi durante la presentazione del Piano Strategico 2018-2024, le operazioni di M&A sono una delle aree di crescita di Italgas e di consolidamento di settore: i 70.000 punti di riconsegna acquisiti oggi sono la dimostrazione della capacità di Italgas di raggiungere gli obiettivi fissati (110.000 nuovi punti nel 2018). A distanza di un anno, Italgas ha acquisito circa 140.000 nuovi punti di riconsegna attivi e un portafoglio concessioni con un alto potenziale di sviluppo. Continuiamo a investire in aree del Paese, come la Sardegna e il Sud Italia, che necessitano di infrastrutture moderne e tecnologiche, ponendo in tal modo le condizioni per creare valore per tutti i cittadini, per i nostri azionisti e per l’intero sistema italiano della distribuzione del gas”.

[1] EGN a sua volta controlla il 100% delle società CPL Distribuzione S.r.l, Ischia Gas S.r.l. e Marigliano Gas S.r.l.

Italgas – attuazione del piano di co-investimento

Milano, 13 giugno 2018 – Il Consiglio di Amministrazione di Italgas S.p.A., riunito ieri sotto la presidenza di Lorenzo Bini Smaghi, sentito il parere del Comitato Nomine e Remunerazione e del collegio sindacale, ha individuato i destinatari del Piano di co-investimento 2018-2021, istituito con delibera dell’Assemblea dei soci del 19 aprile 2018, e attribuito agli stessi, con apposito regolamento, i diritti loro spettanti per l’esercizio 2018.

I termini e le condizioni del Piano di co-investimento, nonché le caratteristiche dei diritti attribuiti, sono descritti nel documento informativo, messo a disposizione del pubblico presso la sede sociale, sul sito internet (www.italgas.it) e sul meccanismo di stoccaggio autorizzato presso il meccanismo di stoccaggio autorizzato “eMarket STORAGE” gestito da Spafid Connect S.p.A. (www.emarketstorage.com) in data 20 marzo 2018.

Le informazioni riguardanti i destinatari ed il numero dei diritti rispettivamente attribuiti sono riportati nella tabella allegata, redatta in conformità al Quadro 1, Schema n. 7 dell’Allegato 3A del Regolamento Emittenti.

Nome e cognome o categoria

Carica

(da indicare solo per i soggetti riportati nominativamente)

QUADRO 1

Strumenti finanziari diversi dalle stock option

 Sezione 2

Strumenti di nuova assegnazione in base alla decisione del c.d.a. per l’attuazione della delibera dell’assemblea

Data della relativa delibera assembleareTipologia degli strumenti finanziari (12)Numero strumenti finanziari assegnatiData della assegnazione (10) 

Eventuale prezzo di acquisto degli strumenti

Prezzo di mercato all’assegnazione 

Periodo di vesting (14)

Paolo GalloAmministratore Delegato e Direttore Generale19/04/2018Diritti per l’assegnazione

a titolo gratuito di azioni Italgas

69.770CdA                    12 giugno 2018n/a4,7280Triennale
Dirigenti con

Responsabilità Strategica

19/04/2018Diritti per l’assegnazione

a titolo gratuito di azioni Italgas

104.340CdA                    12 giugno 2018n/a4,7280Triennale

Conclusa acquisizione da CPL Concordia di 6 societa attive nel Sud Italia

Milano, 31 maggio 2018 – Italgas ha concluso oggi l’acquisizione da CPL Concordia di una quota di controllo del 98% del capitale di ciascuna di 6 società operanti nel Sud Italia e titolari complessivamente delle concessioni per la costruzione e la gestione della rete del gas in 16 Comuni.

Le società interessate sono Baranogas Reti, Ischia Reti Gas, Progas Metano, Grecanica Gas, Favaragas Reti e Siculianagas Reti. Le concessioni in 4 Comuni sono già in esercizio, alcune sono in costruzione, altre da realizzare ex novo.

La valorizzazione (enterprise value) complessiva degli asset oggetto dell’operazione conclusa oggi è stata stabilita in 16,7 milioni di euro. Al netto del debito, il corrispettivo riconosciuto a CPL Concordia per il 98% del capitale delle società è pari a 4,6 milioni di euro.

L’investimento complessivo per la realizzazione delle reti ammonta a circa 95 milioni di euro, in parte finanziato da contributi pubblici. Ad oggi risultano già realizzati lavori per 32,5 milioni di euro al lordo contributi percepiti.

Con l’acquisizione odierna sono 7 le operazioni di M&A concluse tra il 2017 e il 2018 –  compreso l’acquisto di Seaside, una delle maggiori Energy Service Company italiane – per complessivi 138 nuovi Comuni in concessione, in coerenza con la strategia di crescita annunciata al mercato con il Piano Strategico 2017-2023 che, in attesa dello svolgimento delle gare d’ambito, prevede lo sviluppo del Gruppo anche attraverso l’acquisizione di operatori di piccole e medie dimensioni.

Italgas comunica decisione Moody’s di porre rating sotto revisione

Milano, 31 maggio 2018– Italgas informa che, a seguito della decisione annunciata da Moody’s Investor Services di porre “in review for downgrade” i bond governativi italiani, una corrispondente azione è stata adottata anche sul rating a lungo termine della Società, attualmente a livello Baa1, in considerazione della connessione attribuita rispetto al merito di credito sovrano.

Italgas: approvati i risultati al 31 marzo 2018

Milano, 8 maggio 2018 – Il Consiglio di Amministrazione di Italgas, riunitosi ieri sotto la presidenza di Lorenzo Bini Smaghi, ha approvato i risultati consolidati del primo trimestre 2018 (non sottoposti a revisione contabile).

Principali dati

Highlight economici e finanziari consolidati:

  • Ricavi totali: 281,0 milioni di euro (+1,0%)
  • Utile Operativo Lordo (EBITDA): 198,4 milioni di euro (+2,7%)
  • Utile operativo (EBIT): 112,4 milioni di euro (+8,4%)
  • Utile netto: 74,7 milioni di euro (+4,5%)
  • Investimenti tecnici: 106,1 milioni di euro
  • Flusso di cassa netto da attività operativa: 241,2 milioni di euro
  • Indebitamento finanziario netto: 3.656,2 milioni di euro

Highlight operativi comprensivi delle società partecipate non consolidate:

  • Concessioni gas: n.1.695
  • Numero di contatori attivi: 7,5 milioni
  • Rete di distribuzione gas: oltre 67 mila Km

I risultati economico-finanziari ottenuti da Italgas nei primi tre mesi del 2018 confermano l’andamento positivo registrato nel 2017, con un ulteriore miglioramento dei margini; i programmi di investimento ed il perfezionamento di ulteriori acquisizioni sono in linea con gli obiettivi preannunciati con il Piano Industriale 2017-2023.

Gli oltre 67 mila chilometri di rete gestiti e i 7,5 milioni di punti di riconsegna serviti in 1.695 concessioni riaffermano la leadership di Italgas in Italia, con una quota di mercato che supera il 34%, e la terza posizione in Europa.

Italgas – con 106,1 milioni di euro di investimenti organici nel primo trimestre – conferma le tempistiche contenute nel Piano Industriale, con investimenti superiori ai 3 miliardi di euro entro il 2023 sull’attuale rete gestita. Una quota rilevante degli investimenti ha riguardato il piano di installazione degli smart meters in sostituzione dei misuratori tradizionali.

Con l’obiettivo di completare l’intero programma di sostituzione nei primi mesi del 2020, nel primo trimestre 2018, considerando anche le società partecipate, sono stati installati circa 470.000 nuovi misuratori, portando il totale attuale dei contatori installati a circa 3,6 milioni, pari a circa il 44% dell’intero parco contatori. L’installazione degli smart meters è parte del progetto più complessivo di digitalizzazione della rete per il quale sono stati avviati oltre 40 progetti pilota su tutto il territorio nazionale condotti su circa 190 chilometri di reti di distribuzione e 20.000 smart meters.

L’obiettivo di consolidamento del settore è stato efficacemente perseguito completando  alcune operazioni societarie delle 6 annunciate nel 2017: acquisizione del ramo d’azienda di Amalfitana Gas, della rete di distribuzione del Comune di Portopalo di Capopassero, di Ichnusa Gas, oltre a quella di Enerco Distribuzione conclusa lo scorso dicembre; nei primi giorni di aprile è stata perfezionata l’acquisizione di Medea, la società di distribuzione del gas di Sassari.

Inoltre, il completamento dell’acquisizione di Seaside, una delle maggiori Energy Service Company italiane, all’avanguardia nell’offerta di servizi digitali, consente al Gruppo di entrare da protagonista nel campo dell’efficienza energetica, settore che offre molteplici sinergie con le attività di distribuzione del gas.

I fabbisogni connessi agli investimenti netti del primo trimestre 2018 sono stati integralmente coperti dal positivo flusso di cassa netto da attività operativa, pari a 241,2 milioni di euro, con un Free Cash Flow – prima delle attività di M&A – pari a 119,6 milioni di euro.

La posizione finanziaria netta al 31 marzo 2018 è pari a 3.656,2 milioni di euro, in miglioramento rispetto al 31 dicembre 2017 (3.720,3 milioni di euro).

Riguardo ai risultati economici, l’utile operativo del primo trimestre 2018 ammonta a 112,4 milioni di euro (+8,4% rispetto al 31 marzo 2017) e l’utile netto è pari a 74,7 milioni di euro (+4,5% rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente).

Paolo Gallo, Amministratore Delegato di Italgas, ha così commentato:

“I risultati del primo trimestre 2018 registrano un miglioramento di tutti i principali indicatori economici rispetto al corrispondente periodo del 2017 e in continuità con i risultati dell’anno appena trascorso, segno della grande vitalità del Gruppo che, in attesa delle gare d’ambito, continua a lavorare per migliorare la propria competitività e la qualità del servizio e nel contempo persegue obiettivi di crescita attraverso linee esterne. Gli investimenti realizzati, in linea con il piano industriale, sono stati per quasi la metà indirizzati all’installazione degli smart meters che hanno raggiunto il 44% dell’intero parco contatori gestito e che rappresentano il primo tassello del processo di digitalizzazione delle reti avviato nel 2017. In questo scenario, l’adozione del Cloud Azure, frutto dell’accordo di partnership con Microsoft, rappresenta il fattore abilitante per la digitalizzazione dei processi aziendali e pone il Gruppo Italgas all’avanguardia nel panorama europeo dei distributori di gas e modello di riferimento anche nel campo dell’innovazione”.

Ultimo aggiornamento: