Italgas: modifica al calendario degli eventi societari

Milano, 24 febbraio 2021 – Italgas rende noto che nella seduta odierna il Consiglio di Amministrazione, presieduto da Alberto Dell’Acqua, ha deliberato di modificare il calendario degli eventi societari 2021, spostando al 20 aprile 2021 l’Assemblea degli Azionisti, originariamente fissata per il 14 aprile 2021.

Italgas precisa che la data di stacco, la record date e la data di pagamento del dividendo, già comunicate al mercato in data 25 gennaio 2021, restano invariate.

Il calendario degli eventi societari è disponibile all’indirizzo https://www.italgas.it/investitori/calendario-finanziario/

Il gas naturale arriva anche a Tissi: Medea converte la rete cittadina da Gpl a metano che sarà alimentata da un deposito criogenico di Gnl

Questa conversione fa seguito a quelle già completate di Putifigari (bacino 7), Berchidda e Ittireddu (bacino 9) 

Sassari, 23 febbraio 2021 – Da oggi anche Tissi è raggiunta dal metano. Medea (Gruppo Italgas) ha, infatti, convertito la rete cittadina precedentemente alimentata a Gpl e ha messo in esercizio un deposito criogenico di gas naturale liquefatto al servizio delle condotte, in grado di garantire continuità e massima flessibilità di approvvigionamento.

L’impianto, della capacità di 30 metri cubi, è composto da un serbatoio criogenico che contiene il gas naturale liquefatto a una temperatura di -160°C, dei vaporizzatori per riportare il gas allo stato originario, un’apparecchiatura per la riduzione della pressione del gas a monte dell’immissione in rete e, infine, un locale di telecontrollo per la gestione in sicurezza del sito. Per il collegamento del nuovo deposito alle reti esistenti è stato inoltre realizzato un nuovo tratto di infrastruttura di circa un chilometro.

Sulla rete di Tissi sono presenti oltre 200 utenze attive, circa la metà delle quali ha già completato le procedure per l’allacciamento al metano. Altre hanno sottoscritto la manifestazione di interesse e sono alle fasi propedeutiche. Questa conversione fa seguito a quelle già completate nei comuni di Putifigari (bacino 7), Berchidda, Ittireddu (bacino 9) e quella in corso di Urzulei (bacino 22).

Entro aprile, sarà la volta anche di Perdasdefogu (bacino 22), Usini, Uri (bacino 7) e Ozieri (bacino 9). Per questi ultimi tre, la Società sta già realizzando altrettanti depositi criogenici di Gnl.

Grazie alle conversioni portate a termine e a quelle in programma nelle prossime settimane – ha commentato l’Amministratore Delegato di Medea, Francesca Zanninotti sono sempre di più le aree della Sardegna raggiunte dal gas naturale. Parallelamente, come previsto dal nostro programma di metanizzazione dell’isola, abbiamo già realizzato nei territori in concessione 815 chilometri di reti native digitali dotate di sensoristica integrata e predisposizione per il passaggio della fibra ottica. L’arrivo del metano in Sardegna può fornire un importante sostegno al tessuto economico locale, dando nuova linfa alle attività produttive e creando nuovi posti di lavoro nell’indotto. Infine, non va dimenticato che la transizione al gas naturale rappresenta un vantaggio prima di tutto per i cittadini poiché, oltre a essere una fonte energetica sostenibile, garantisce importanti risparmi in bolletta”.

Attraverso Medea, società di distribuzione del Gruppo, Italgas è presente in 17 dei 38 bacini in cui è divisa la Sardegna, compresi i principali capoluoghi. Sull’isola, Italgas ha cominciato a operare nel 2017 attraverso l’acquisizione di diversi operatori e concessioni. I lavori per la realizzazione delle nuove reti digitali sono in stato avanzato in tutte le aree in concessione con l’80% di condotte attualmente già posate.

Da oggi online il nuovo Gas2Be: il portale unico dedicato alle Società di Vendita

Lavorare in ottica di partnership e impegnarsi insieme per un servizio sempre più rapido, efficiente e sicuro. Italgas prosegue il percorso di digitalizzazione e amplia i servizi presenti nel portale Gas2Be: la piattaforma online dedicata a tutte le Società di Vendita che operano sulla rete del Gruppo Italgas. Una novità che si inserisce nel processo di innovazione intrapreso da Italgas negli ultimi anni e che mira a rendere più veloci e più efficienti tutti i processi lavorativi a vantaggio di stakeholder e clienti finali.

Gas2Be diventerà l’unico ponte fra Italgas e le Società di Vendita, integrando al 100% tutte le funzionalità del portale GasOnLine: lo spazio virtuale in cui, fino a ieri, le Società di Vendita lavoravano quotidianamente.

Da luglio, grazie a Gas2Be, era già possibile per le Società di Vendita accreditarsi alla rete Italgas, per poi gestire le forniture dei propri clienti attraverso il portale GasOnLine. Da oggi Gas2Be diventa invece l’unico portale di riferimento, da cui le Società di Vendita potranno:

  • accreditarsi alla rete Italgas;
  • lavorare in maniera più semplice su tutte le reti del Gruppo Italgas, grazie ad un unico login;
  • inserire e gestire tutte le richieste di servizio per conto dei propri clienti;
  • tenersi aggiornati sulle iniziative promosse dal Italgas per le Società di Vendita;
  • dialogare e richiedere supporto al team Italgas attraverso SalesSupport, il canale di assistenza dedicato;
  • elaborare una serie di report sui PDR gestiti e liberi.

Digitalizzazione e attenzione alla relazione con le Società di Vendita, con l’obiettivo di dare un servizio più efficiente al cliente finale: ecco Gas2Be!

Risultati della Tender Offer lanciata da Italgas sulle proprie obbligazioni in scadenza nel 2022 e 2024. Riacquistati titoli per complessivi €256 milioni circa

Milano 15 febbraio 2021 – La Tender Offer di Italgas S.p.A. (rating BBB+ per Fitch, Baa2 per Moody’s) si è conclusa con risultati molto positivi, avendo registrato una percentuale di adesione superiore al 58% delle obbligazioni in circolazione in scadenza nel gennaio 2022. Includendo anche le obbligazioni con scadenza 2024, il riacquisto di titoli ammonta complessivamente a nominali €255.672.000.

L’operazione, che rappresenta il secondo esercizio di Liability Management effettuato da Italgas, è stata annunciata lo scorso 5 febbraio contestualmente all’emissione obbligazionaria “dual tranches” da nominali €500.000.000 cadauna, con scadenza rispettivamente febbraio 2028 e febbraio 2033. Grazie all’effetto combinato delle due operazioni, la Società ha potuto ridurre il rischio di rifinanziamento ed estendere, contemporaneamente, la durata media del proprio indebitamento.

Di seguito si riportano i risultati di dettaglio della Tender Offer sulla base dei termini e delle condizioni definiti nel Tender Offer Memorandum datato 5 febbraio 2021:

  • €750.000.000 0,500%, in scadenza il 19 gennaio 2022, di cui in circolazione titoli per un ammontare nominale pari a €268.360.000 (XS1551917245): riacquistato un importo nominale complessivo di €156.053.000. Al termine dell’operazione, le obbligazioni ancora in circolazione risulteranno di ammontare nominale pari a €112.307.000;
  • €650.000.000 1,125%, in scadenza il 14 marzo 2024, di cui in circolazione titoli per un ammontare nominale pari a €480.945.000 (XS1578294081): riacquistato un importo nominale complessivo di €99.619.000. Al termine dell’operazione, le obbligazioni ancora in circolazione risulteranno di ammontare nominale pari a €381.326.000.

I risultati della Tender Offer saranno consultabili sul sito della Borsa del Lussemburgo al link www.bourse.lu.

Per effetto di quanto concordato nel Tender Offer Memorandum, domani 16 febbraio 2021 Italgas regolerà per cassa gli importi dovuti per i titoli riacquistati.

Semplice, veloce e digitale: il portale MyItalgas si rinnova

Mettere i clienti finali al primo posto e rendere più semplici, veloci ed efficaci i servizi offerti da Italgas.
È da oggi online una nuova versione di MyItalgas, il portale dedicato ai clienti finali di Italgas, da cui è possibile gestire e monitorare la propria utenza gas. E da oggi in maniera più semplice e digitale!

Oltre a una veste grafica del sito totalmente rinnovata e semplificata, sul nuovo portale ogni cliente finale può subito visualizzare, già dall’homepage, le pratiche e le richieste aperte, capire a che punto del percorso si trovano ed essere subito informato sui prossimi passi. Il tutto per dare al cliente indicazioni sempre più precise, aggiornate e semplici da seguire.
I dettagli di ogni pratica o richiesta sono poi ancora più facili da esplorare dalla sezione dedicata “Le mie richieste”, da cui gli utenti possono seguire l’avanzamento e interagire con la pratica stessa quando necessario, ad esempio per caricare eventuali documenti o atti autorizzativi in pochi click, grazie a una procedura guidata.

Nella nuova versione di MyItalgas, gli utenti che hanno bisogno di assistenza possono accedere all’interno di una sezione di supporto ricca di risposte e informazioni utili relative alla gestione dei contatori, alle letture, ai preventivi, all’esecuzione dei lavori e molto altro. E Nel caso di ulteriori domande o necessità di inoltrare una segnalazione i clienti finali potranno farlo direttamente online, sempre da MyItalgas.

Visita il nuovo portale e scopri le novità di MyItalgas!

Accedi a MyItalgas

 

Il gas naturale arriva nel Sud della Sardegna: Medea mette in esercizio altri 130 km di reti native digitali nei bacini attorno a Cagliari

L’attivazione ha preso il via da Ussana e si concluderà il 17 febbraio a Villaperuccio. Coinvolge oltre 6.500 potenziali clienti nei bacini 26, 27, 35 e 37 attigui al 38 del capoluogo.

Cagliari, 11 febbraio 2021 – Hanno preso il via in questi giorni le attività di messa in esercizio di ulteriori 130 chilometri circa di reti native digitali al servizio di otto comuni nel Sud della Sardegna, ricompresi nei bacini 26, 27, 35 e 37 attigui al bacino 38 di Cagliari, anch’esso in concessione al Gruppo Italgas. 

Si tratta delle cittadine di Ussana, Nuraminis, San Sperate (bacino 37), Serrenti, Sanluri (bacino 27), Barrali (bacino 26), Masainas e Villaperuccio (bacino 35) che, entro il 17 febbraio, saranno raggiunte dal gas naturale. Qui, come negli altri bacini in concessione, Medea (Gruppo Italgas) ha realizzato nuove reti di distribuzione dotate di sensoristica integrata per il controllo da remoto oltre alla predisposizione per il passaggio della fibra ottica.

Le reti saranno inizialmente alimentate attraverso carri cisterna, in attesa di poter installare i già previsti depositi criogenici di Gnl (gas naturale liquefatto) che garantiranno continuità del servizio e massima flessibilità nell’approvvigionamento del metano. 

Negli otto comuni, che contano complessivamente circa 32.000 abitanti, la società ha già realizzato circa 5.800 predisposizioni e raccolto 6.500 manifestazioni d’interesse all’allacciamento alla rete. L’avvio delle attività di distribuzione è stato tempestivamente comunicato anche alle Società di Vendita affinché possano procedere alla sottoscrizione dei contratti di fornitura.

“La Sardegna – ha commentato l’Amministratore Delegato di Italgas, Paolo Gallo – si conferma il principale incubatore di una nuova generazione di infrastrutture destinata a cambiare il volto della distribuzione del gas in Italia e in Europa e a contribuire in maniera determinante alla transizione energetica. Questa rete, la più moderna del Paese, sarà in grado, in un futuro non lontano, di accogliere anche gas rinnovabili come biometano, idrogeno e metano sintetico”.

Attraverso Medea, società di distribuzione del Gruppo, Italgas è presente in 17 dei 38 bacini in cui è divisa la Sardegna, compresi i principali capoluoghi. Sull’isola Italgas ha cominciato a operare nel 2017 attraverso l’acquisizione di diversi operatori e concessioni. I lavori per la realizzazione delle nuove reti digitali sono in stato avanzato in tutte le aree in concessione e l’intervento ha già contribuito alla creazione di oltre 600 nuovi posti di lavoro nell’indotto.

Italgas: conclusa con successo l’emissione obbligazionaria a tasso fisso “dual tranche” a 7 e 12 anni da 1 miliardo di euro complessivi

NON DESTINATO ALLA PUBBLICAZIONE O DISTRIBUZIONE NEGLI STATI UNITI, IN AUSTRALIA, CANADA E GIAPPONE

Milano, 5 febbraio 2021 – Italgas Spa (rating BBB+ outlook stabile per Fitch, Baa2 outlook stabile per Moody’s) ha concluso oggi con successo il lancio di una nuova emissione obbligazionaria “dual-tranche” con scadenze febbraio 2028 e febbraio 2033, entrambe a tasso fisso e per un ammontare di 500 milioni di euro cadauna, cedola annua pari rispettivamente a 0% e 0,5%, in attuazione del Programma EMTN (Euro Medium Term Notes) avviato nel 2016 e rinnovato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 5 ottobre 2020.

L’operazione ha fatto registrare una domanda di circa 3,4 miliardi di euro, con un’elevata qualità e un’ampia diversificazione geografica degli investitori. In particolare, la tranche a 12 anni rappresenta l’operazione con coupon più basso in Italia finora realizzata su tale scadenza.

La Società, beneficiando dell’attuale contesto favorevole di mercato, ha proseguito nel processo di ottimizzazione del costo del debito e di riduzione del rischio di rifinanziamento, estendendo ulteriormente la durata media del portafoglio obbligazionario.

Il collocamento, rivolto a investitori istituzionali, è stato organizzato e diretto, in qualità di Joint Bookrunners da BNP Paribas, J.P. Morgan Securities plc, Unicredit Bank AG, Intesa Sanpaolo S.p.A., Crédit Agricole CIB, Goldman Sachs International, Mediobanca S.p.A e Morgan Stanley.

Le obbligazioni saranno quotate presso la Borsa del Lussemburgo e i relativi proventi verranno parzialmente utilizzati per il riacquisto di parte dei due titoli obbligazionari con scadenza 2022 e scadenza 2024 oggetto dell’offerta di riacquisto lanciata contestualmente.

Di seguito i dettagli delle due tranche:

Importo: 500 milioni di euro

Scadenza: 16 febbraio 2028

Cedola annua: 0%

Prezzo di emissione: 98,866%

Importo: 500 milioni di euro

Scadenza: 16 febbraio 2033

Cedola annua: 0,5%

Prezzo di emissione: 98,995%

Italgas lancia una nuova emissione obbligazionaria a tasso fisso “dual tranche” a 7 e 12 anni e avvia un’offerta di riacquisto di un ammontare fino a Euro 300 milioni dei propri titoli 2022 e 2024

Milano, 5 febbraio 2021 – Italgas S.p.A. (rating BBB+ per Fitch, Baa2 per Moody’s) ha lanciato questa mattina sul mercato una nuova emissione obbligazionaria “dual tranche” a tasso fisso con scadenze a 7 e 12 anni, di 500 milioni di Euro cadauna.

Il collocamento, rivolto ai soli investitori istituzionali, è organizzato e diretto, in qualità di Joint Bookrunners da BNP Paribas, J.P. Morgan Securities plc, Unicredit Bank AG, Intesa Sanpaolo S.p.A., Crédit Agricole CIB, Goldman Sachs International, Mediobanca S.p.A e Morgan Stanley.

Contestualmente è stata avviata questa mattina un’offerta di acquisto (Tender Offer) rivolta ai portatori dei seguenti titoli obbligazionari emessi da Italgas S.p.A. a valere sul proprio programma Euro Medium Term Note:

  • €750.000.000 0,500%, in scadenza il 19 gennaio 2022, di cui tuttora in circolazione titoli per un ammontare nominale pari a €268.360.000 (XS1551917245);
  • €650.000.000 1,125%, in scadenza il 14 marzo 2024, di cui tuttora in circolazione titoli per un ammontare nominale pari a €480.945.000 (XS1578294081).

L’importo accettato sarà definito da Italgas tenendo conto dell’ammontare massimo dell’offerta di riacquisto fissato a €300.000.000 e secondo i termini e le condizioni contenuti nel Tender Offer Memorandum datato 5 febbraio 2021, soggetto alle limitazioni all’offerta e alla distribuzione applicabili.

L’avviso del lancio della Tender Offer è consultabile sul sito della Borsa del Lussemburgo al link www.bourse.lu.

BNP Paribas, J.P. Morgan AG e Unicredit Bank AG agiscono in qualità di Dealer Managers.

Gli esiti dell’operazione saranno comunicati al mercato nei prossimi giorni. Italgas regolerà l’intero importo per cassa.

Le suddette operazioni sono coerenti con la strategia di Italgas di ottimizzazione della propria struttura del debito ed estendono la durata media del portafoglio obbligazionario della Società.

L’Assemblea Generale di GD4S conferma Paolo Gallo (CEO Italgas) alla presidenza dell’Associazione

Nel corso di un incontro con Diederik Samsom, Capo di Gabinetto del Vicepresidente della Commissione Europea Frans Timmermans, i rappresentati dell’Associazione hanno ribadito il ruolo strategico delle reti del gas come driver per la transizione energetica, nonché l’importanza dell’innovazione tecnologica nel controllo e nella riduzione delle emissioni climalteranti

Bruxelles, 2 febbraio 2021 – Oggi, nel corso dell’Assemblea Generale Annuale, GD4S, l’organismo che riunisce i sette maggiori operatori del settore della distribuzione del gas in Europa, ha confermato Paolo Gallo (Italgas) Presidente dell’Associazione per il secondo anno.

“Sono onorato di proseguire nel percorso alla guida di GD4S – ha commentato Paolo Gallo – e ringrazio gli altri soci per la fiducia accordatami. Nonostante le sfide poste dalla pandemia, l’anno scorso l’agenda di GD4S è stata molto fitta. Nel corso del 2020, l’Associazione si è rafforzata ulteriormente assumendo un ruolo centrale quale principale rappresentante dei distributori di gas naturale in Europa. Nei prossimi mesi, GD4S continuerà a promuovere lo sviluppo e l’integrazione dei gas rinnovabili, quali idrogeno e biometano, fondamentali per la transizione energetica. Il livello di capillarità e di penetrazione delle nostre reti in Europa rende l’infrastruttura gas strategica ed essenziale per la decarbonizzazione dell’economia e dei consumi, in particolare in settori come il trasporto e lo stoccaggio di energia. L’Associazione conferma, inoltre, il suo impegno per il controllo e la riduzione delle emissioni di metano anche attraverso l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione delle reti, fattori chiave per il miglioramento del monitoraggio, della misurazione e della riduzione delle emissioni”.

In mattinata, prima dell’Assemblea di GD4S, i rappresentanti dell’Associazione hanno incontrato Diederik Samsom, Capo di Gabinetto del Vicepresidente della Commissione Europea Frans Timmermans. Nel corso del meeting, Paolo Gallo, Dan Pantilie, CEO di Distrigaz Sud Retele (Romania), Denis O’Sullivan, Managing Director di Gas Networks Ireland (Irlanda), Narciso De Carreras, CEO di Nedgia (Spagna), Catherine Leboul-Proust, Strategy Chief Officer di GRDF (Francia), Gabriel Sousa, CEO di Galp Gás Natural Distribuição (Portogallo) e Leonidas Bakouras, General Manager di Eda Thess (Grecia) hanno illustrato le posizioni dell’Associazione in merito al ruolo strategico delle reti del gas nel processo di transizione energetica e di decarbonizzazione dell’Ue ribadendo, inoltre, l’impegno degli operatori della distribuzione nella riduzione delle methane emissions.

Diederik Samsom ha evidenziato l’importanza dell’integrazione delle fonti di energia e ha concordato sul ruolo strategico a lungo termine delle reti del gas nel processo di decarbonizzazione delle economie europee. Infrastrutture che, anche nel 2050 a transizione energetica compiuta, serviranno ad accogliere e distribuire gas rinnovabili come idrogeno, biometano e metano sintetico. Allo stesso tempo, Samson ha ricordato ai DSO come il controllo delle emissioni fuggitive e il risparmio energetico rappresentino elementi chiave a supporto di un efficace percorso di sostenibilità.

Nel corso del 2021, GD4S ha in programma altre importanti iniziative, come lo sviluppo di un “Sustainability Charter”, che definirà l’impegno dell’Associazione sui temi della sostenibilità, e la pubblicazione di un White Paper, che conterrà le posizioni di GD4S su tutti i più rilevanti temi di policy. Nello specifico, il “Sustainability Charter”, delinea una Road Map con le singole milestone utili al conseguimento degli obiettivi di sostenibilità dell’Associazione a lungo termine, in linea con quanto stabilito a livello UE per il raggiungimento di un’economia carbon neutral. Il White Paper, di imminente pubblicazione, offre invece una panoramica completa di come le reti del gas possono essere strategicamente utilizzate per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione nazionali e dell’UE. Utilizzando case study specifici per illustrare le azioni svolte dagli operatori in questa direzione, il documento dimostra chiaramente l’impegno di GD4S nel realizzare il Green Deal Europeo.

Nel contesto della riduzione delle emissioni climalteranti, l’Associazione ha evidenziato l’importanza di stabilire delle linee guida comuni per i gestori di rete nella misurazione delle emissioni di metano che si verificano dalle rispettive infrastrutture.

Ultimo aggiornamento: