Italgas: cooptazione di un amministratore

Milano, 28 luglio 2017 – Il Consiglio di Amministrazione di Italgas S.p.A., su proposta del Comitato Nomine, nel rispetto delle quote riservate al genere meno rappresentato, ha cooptato l’avv. Federica Lolli quale amministratore non esecutivo, in sostituzione del dimissionario ing. Barbara Borra.

Il Consiglio di Amministrazione ha verificato la sussistenza dei requisiti previsti dalla legge e dei requisiti di indipendenza di cui al Codice di Autodisciplina delle Società Quotate. Il Collegio Sindacale ha confermato che i criteri e le procedure di accertamento adottati per la valutazione dei requisiti di indipendenza sono stati correttamente applicati.

L’Amministratore cooptato, ai sensi dell’art. 2386, Codice civile, resterà in carica fino alla prossima assemblea.

Il testo integrale del curriculum vitae dell’avv. Federica Lolli è disponibile presso la sede legale e sul sito internet della Società www.italgas.it nella sezione http://www.italgas.it/governance/consiglio-di-amministrazione/.

La Società precisa che, per quanto a sua conoscenza, alla data odierna, l’avv. Federica Lolli non detiene azioni di Italgas S.p.A.

Italgas: approvati i risultati del primo semestre 2017

Milano, 28 luglio 2017 – Il Consiglio di Amministrazione di Italgas S.p.A. riunitosi il 27 luglio 2017 ha approvato la Relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2017*.

I risultati del primo semestre 2017 sono in linea con gli obiettivi dichiarati al mercato e confermano che il Gruppo è ben avviato nel percorso di crescita costante e profittevole. I risultati economici registrano un incremento dell’utile operativo (EBIT) del +14,6% e dell’utile netto del +23,1%, raggiunti attraverso l’ottimizzazione delle strutture e dei processi interni, l’avanzamento del piano di efficienza operativa, con un costo del debito che si è mantenuto al di sotto del 1%.

Nel semestre il Gruppo ha realizzato un importante piano di investimenti per 243 milioni di euro, con un incremento del 60% rispetto allo stesso periodo del 2016 e in linea con l’obiettivo previsto di oltre 500 milioni di euro a fine 2017. Quasi il 50% degli investimenti del semestre è stato destinato alla realizzazione del programma di sostituzione dei contatori tradizionali con quelli elettronici. Nella prima metà dell’anno ne sono stati installati oltre 800 mila, pari al 12% del parco complessivo dei misuratori del Gruppo. Fino a oggi, grazie al considerevole sforzo tecnico, organizzativo e finanziario, ne sono stati collocati circa 2 milioni con l’obiettivo di completare il piano di sostituzione dell’intero parco contatori esistente tra il 2019 e il 2020.

Nel semestre il Gruppo ha generato flussi di cassa da attività operative per 329 milioni di euro che hanno consentito il finanziamento dell’importante piano di investimenti, il pagamento del dividendo relativo all’intero anno fiscale 2016 mantenendo la posizione finanziaria netta al 30 giugno 2017 al di sotto dei 3,7 miliardi di euro.

* Sottoposta a revisione contabile limitata

Paolo Gallo, CEO di Italgas, ha così commentato:
Chiudiamo il primo semestre del 2017 con una crescita di tutti gli indicatori economico-finanziari, grazie all’effetto positivo dei programmi di razionalizzazione dei processi, di disciplina dei costi operativi e di ottimizzazione finanziaria avviati negli scorsi mesi. Ciò si è tradotto in un aumento del Margine Operativo Lordo (EBITDA) del 22% e dell’utile netto del 23%. Questi risultati ci permettono di perseguire i nostri obiettivi strategici con l’impegno per una crescita sostenibile e profittevole per i nostri stakeholders. In particolare continueremo nel piano di sostituzione dei misuratori, nelle iniziative di sviluppo e di sostituzione della rete e nell’applicazione di soluzioni tecnologiche digitali che consentiranno di generare efficienze e benefici per l’intero sistema italiano della distribuzione del gas”.

Principali dati

Highlight economici e finanziari consolidati:

  • Ricavi totali: 565 milioni di euro (+9,5%)
  • Margine Operativo Lordo (EBITDA): 390 milioni di euro (+21,9%)
  • Utile operativo (EBIT):  204 milioni di euro (+14,6%)
  • Utile netto: 140 milioni di euro (+23,1%)
  • Flusso di cassa netto da attività operativa: 329 milioni di euro (+12,7%)
  • Investimenti tecnici: 243 milioni di euro (+59,6%)
  • Indebitamento finanziario netto: 3.682 milioni di euro

Highlight operativi comprensivi delle società partecipate non consolidate:

  • Concessioni gas: n. 1.581
  • Numero di contatori attivi: 7,4 milioni
  • Rete di distribuzione gas: oltre 65 mila Km

Un’alleanza per sostenere le pompe di calore a gas come soluzione per ridurre le emissioni e migliorare l’efficienza energetica

Milano, 28 luglio 2017 – Combattere l’inquinamento atmosferico, incrementare l’efficienza energetica e promuovere l’utilizzo di energia rinnovabile nella climatizzazione degli edifici. Sono i principali obiettivi condivisi tra nove soggetti – aziende, associazioni e con il contributo del Politecnico di Milano – per promuovere le pompe di calore alimentate a gas naturale quale tecnologia moderna, ecologica ed economicamente vantaggiosa in linea con le strategie nazionali per la riduzione delle emissioni nel settore del riscaldamento.

Una condivisione di obiettivi riassunta in un position paper, sviluppato congiuntamente dall’industria delle pompe di calore a gas (Maya, Panasonic Heating & Cooling, Robur e Tecnocasa Climatizzazione), dall’associazione di categoria Climgas e dai maggiori operatori infrastrutturali italiani del gas (Snam, Italgas e 2i Rete Gas), che mette a fuoco i vantaggi di una soluzione tecnologica in grado di utilizzare le infrastrutture di trasporto, stoccaggio e distribuzione per rendere il gas naturale, e in prospettiva il biometano, parte integrante del processo di utilizzo dell’energia rinnovabile nell’ambiente edificato, in coerenza con gli obiettivi della COP 21 di Parigi.

In particolare, le pompe di calore a gas consentono un risparmio di energia primaria anche superiore al 40% rispetto a una caldaia a gas convenzionale, ottenuto anche tramite il recupero di energia rinnovabile dall’ambiente esterno. Rappresentano, inoltre, una delle opzioni energetiche più convenienti in assoluto, abbattendo di oltre il 30% il costo operativo del riscaldamento per il consumatore finale, integrandosi facilmente anche negli impianti esistenti, che sono notoriamente tra i più energivori comparti del nostro Paese.

A ciò si aggiunge una consistente riduzione delle emissioni climalteranti (biossido di carbonio), che possono anche essere azzerate se la pompa di calore viene alimentata con fonti rinnovabili quali biometano e biosyngas ottenuto da impianti Power-To-Gas. Una simile riduzione o azzeramento si osserva anche nelle emissioni di sostanze nocive per la salute, quali ossidi di azoto, particolato e composti gassosi organici.

Tra gli ulteriori benefici vi sono il mantenimento di prestazioni elevate sia in condizioni di freddo intenso che durante la stagione estiva (grazie al totale recupero del calore residuo) e l’ottimizzazione dell’utilizzo delle reti energetiche. Una maggiore diffusione delle pompe di calore a gas consentirebbe infatti di evitare onerosi potenziamenti della rete elettrica sfruttando al meglio le esistenti infrastrutture del gas.

Alla luce della recente consultazione pubblica aperta in ambito della Strategia Energetica Nazionale, il position paper intende dare impulso a questa tecnologia facendo leva su un sistema di infrastrutture all’avanguardia a livello europeo e coniugando efficacia in termini di energia primaria e applicabilità e convenienza per i consumatori.

Oggi promuovere e stimolare l’utilizzo di una pompa di calore a gas è quanto di più semplice e immediato si può fare per elevare l’efficienza e ridurre i consumi degli impianti di riscaldamento, senza invasive modifiche impiantistiche, senza incrementi di impegno energetico, riducendo significativamente le emissioni in atmosfera.

Conference Call: risultati del primo semestre 2017

Paolo Gallo, Amministratore Delegato, e Antonio Paccioretti, Direttore Generale, hanno presentato i risultati del primo semestre 2017.

La Conference Call per la presentazione dei risultati alla comunità finanziaria si è tenuta Venerdì 28 luglio 2017 alle ore 14:00.

Italgas: l’ing. Barbara Borra rassegna le dimissioni dal Consiglio di Amministrazione

Milano, 20 luglio 2017 – Italgas rende noto che in data odierna il Consigliere di Amministrazione Indipendente di Italgas S.p.A., ing. Barbara Borra, ha rassegnato le proprie dimissioni, con efficacia immediata.

L’ing. Borra ricopriva anche la carica di Presidente del Comitato per la Remunerazione ed era membro del Comitato Controllo e Rischi ed Operazioni con Parti Correlate di Italgas S.p.A.

La decisione è dovuta a sopravvenuti impegni professionali, che rendono incompatibile il mantenimento dell’attuale incarico.

La Società precisa che, per quanto a sua conoscenza, alla data odierna l’ing. Barbara Borra non detiene azioni di Italgas S.p.A.

La Società ringrazia l’ing. Borra per il prezioso contributo professionale e umano apportato nel corso del mandato.

Ultimo aggiornamento: