Italgas: il CdA convoca l’Assemblea degli Azionisti il 28 aprile 2017

Milano, 24 marzo 2017 – Il Consiglio di Amministrazione di Italgas, riunitosi ieri sotto la presidenza di Lorenzo Bini Smaghi, ha convocato, per il 28 aprile 2017, in unica convocazione, l’Assemblea Ordinaria degli Azionisti per deliberare sull’approvazione del Bilancio di esercizio 2016 e sulla destinazione dell’utile, sul piano di incentivazione monetaria di lungo termine 2017-2019, sulla risoluzione consensuale dell’incarico di revisione legale dei conti e conferimento del nuovo incarico di revisione legale dei conti della Società per il periodo 2017-2025, sulla nomina di un Sindaco Supplente, nonché, in via consultiva, sulla Sezione I della Relazione sulla Remunerazione relativa alla Politica sulla Remunerazione.

Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di proporre all’Assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo di 0,20 euro per ciascuna delle azioni aventi diritto. Il dividendo sarà messo in pagamento, come già comunicato al mercato in data 20 dicembre 2016, il 24 maggio 2017, con data stacco 22 maggio 2017 (record date 23 maggio 2017).

Il piano di incentivazione monetaria di lungo termine 2017-2019, deliberato dal Consiglio di Amministrazione, è uno strumento finalizzato a promuovere ulteriormente l’allineamento del management con gli interessi degli azionisti e la sostenibilità della creazione di valore nel lungo termine.

La Dr.ssa Marilena Cederna si è dimessa dalla carica di Sindaco Supplente di Italgas S.p.A. in data 20 marzo 2017 con efficacia immediata per sopravvenuti impegni professionali.

Oltre alla Relazione finanziaria annuale 2016 e alle relazioni sulle materie all’ordine del giorno dell’Assemblea, verranno messi a disposizione la Relazione sulla Remunerazione 2017, il documento informativo sul piano di incentivazione monetaria di lungo termine, la Relazione sul Governo Societario e gli Assetti Proprietari 2016 e il Report di Sostenibilità 2016.

Il Consiglio di Amministrazione ha, inoltre, individuato Georgeson quale soggetto designato dalla Società – ai sensi dell’art. 135-undecies del T.U.F.- cui gli azionisti potranno conferire, senza alcun onere a loro carico, delega per la partecipazione all’Assemblea.

Risultati 2016: Conference call alle 14:00 CET

Paolo Gallo, CEO di Italgas, e Antonio Paccioretti, CFO di Italgas, presentano i risultati consolidati dell’esercizio 2016.

La Conference call per la presentazione dei risultati alla comunità finanziaria si terrà alle ore 14:00 CET.

Italgas: approvati i risultati al 31 dicembre 2017

Milano, 12 marzo 2018 – Il Consiglio di Amministrazione di Italgas, riunitosi oggi sotto la presidenza di Lorenzo Bini Smaghi, ha approvato i risultati al 31 dicembre 2017 e ha deliberato di proporre all’Assemblea degli Azionisti la distribuzione di un dividendo di 0,208 euro per azione.
I risultati economico-finanziari ottenuti da Italgas nel 2017 con una crescita a doppia cifra di tutti i margini, l’ammontare degli investimenti realizzati che ha superato i 500 milioni, il numero delle acquisizioni effettuate testimoniano la bontà del Piano Industriale approvato appena lo scorso maggio.
Con oltre 66 mila chilometri di rete gestita, 7,5 milioni di punti di riconsegna serviti in 1.609 concessioni, Italgas si conferma leader del settore in Italia, con una quota del 34% del mercato, e il terzo in Europa.
Gli investimenti organici del 2017, pari 521,9 milioni di euro (+38,1% rispetto al 2016) confermano il piano di Italgas che prevede di mettere al servizio del Paese investimenti per oltre 3 miliardi di euro entro il 2023 sull’attuale perimetro di gestione. Una quota rilevante degli investimenti 2017 ha riguardato l’installazione degli smart meters in sostituzione dei misuratori tradizionali: ne sono stati installati 1,66 milioni portando il totale dei nuovi misuratori installati a circa 2,8 milioni, pari al 35% dell’intero parco contatori, in linea con l’obiettivo di completare il piano all’inizio del 2020.
Il piano di installazione degli smart meters è il primo tassello del programma di digitalizzazione delle reti che Italgas ha avviato nel 2017 e che la pone all’avanguardia nel panorama europeo dei distributori di gas. Accanto alla digitalizzazione della rete Italgas ha avviato un ambizioso piano di revisione e digitalizzazione dei processi aziendali che vede nell’adozione del Public Cloud, soluzione infrastrutturale per i sistemi informativi, il primo fattore abilitante. Con questi obiettivi Italgas intende mantenere non solo l’attuale leadership di mercato, ma diventare un modello di riferimento in Italia e in Europa in termini di servizio al cliente, efficienza e competitività.
La strategia di consolidamento del settore e crescita delineata nel Piano Industriale 2017-2023 è stata efficacemente perseguita anche attraverso una serie di operazioni societarie che hanno rafforzato la presenza in aree di interesse del Gruppo, e creato i presupposti per estendere le reti in aree del Paese ancor oggi prive del servizio. In tal senso si inquadrano le acquisizioni effettuate nel Nord Est, in Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia, nonché le operazioni che hanno consentito al Gruppo di fare il suo ingresso in Sardegna con un ruolo di leadership nel progetto di metanizzazione dell’isola.
I fabbisogni connessi agli investimenti netti del 2017 sono stati integralmente coperti dal positivo flusso di cassa netto da attività operativa, pari a 549,4 milioni di euro, con un Free Cash Flow prima delle attività di M&A di 109,2 milioni di euro e una posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2017 pari a 3,7 miliardi di euro.
Riguardo ai risultati economici, l’utile operativo adjusted del 2017 ammonta a 422,9 milioni di euro (+17,9% rispetto al 2016) e l’utile netto adjusted è pari a 296,4 milioni di euro (+34% rispetto al 2016).
Paolo Gallo, Amministratore Delegato di Italgas, ha così commentato:
L’avvio del processo di digitalizzazione, gli investimenti realizzati, le acquisizioni societarie effettuate, la riorganizzazione completata e i risultati economico-finanziari testimoniamo il grande sforzo compiuto da tutte le persone di Italgas nello svolgimento delle attività ordinarie e straordinarie. I principali indicatori come Ebitda e Utile Netto registrano una crescita a doppia cifra, rispettivamente +14% e +34%, e riflettono il forte impegno nella riduzione dei costi, tanto da aver raggiunto con un anno di anticipo il target di efficienza operativa fissato per il 2018. Con oltre 520 milioni di euro di investimenti, in crescita del 38% rispetto all’anno precedente, Italgas si pone tra le principali realtà del Paese che creano valore per i propri azionisti e per i territori serviti. Oggi siamo fortemente impegnati in una grande sfida: portare a compimento un profondo processo di digitalizzazione delle reti e dei processi aziendali. Con il completamento del piano di installazione degli smart meters e l’applicazione di una sensoristica diffusa lungo tutta la nostra rete potremo gestire l’intera infrastruttura secondo metodi, criteri e algoritmi innovativi che renderanno Italgas unica nel panorama dei distributori di gas a livello europeo”.
Il Presidente di Italgas, Lorenzo Bini Smaghi, sottolineando la solidità dei risultati, ha così commentato:
I risultati positivi del periodo consentono alla Società di proporre alla prossima Assemblea degli Azionisti la distribuzione di un dividendo pari a 20,8 centesimi di euro per azione, in aumento del 4% rispetto a quello distribuito per l’esercizio 2016 e in linea con la nostra politica di dividendo annunciata al mercato lo scorso anno, a conferma del nostro impegno per una politica di remunerazione attrattiva e sostenibile”.
Principali dati
Highlight economici e finanziari consolidati:
  • Ricavi totali: 1.124,2 milioni di euro (+4,3%)
  • Utile Operativo Lordo adjusted (EBITDA adjusted): 781,2 milioni di euro (+14,1%)
  • Utile operativo adjusted (EBIT adjusted): 422,9 milioni di euro (+17,9%)
  • Utile netto adjusted: 296,4 milioni di euro (+34%)
  • Investimenti tecnici: 521,9 milioni di euro (+38,1%)
  • Flusso di cassa netto da attività operativa: 549,4 milioni di euro
  • Indebitamento finanziario netto: 3.720,3 milioni di euro
Highlight operativi comprensivi delle società partecipate non consolidate:
  • Concessioni gas: n. 1.609
  • Numero di contatori attivi: 7,5 milioni
  • Rete di distribuzione gas: oltre 66 mila Km

Italgas: approvati i risultati al 31 Dicembre 2016

Milano, 24 marzo 2017 – Il Consiglio di Amministrazione di Italgas, riunitosi ieri sotto la presidenza di Lorenzo Bini Smaghi, ha approvato i risultati al 31 dicembre 2016 e ha deliberato di proporre all’Assemblea degli Azionisti la distribuzione di un dividendo di 0,20 euro per azione.

Principali dati ed eventi

Highlight economici e finanziari[1]:

  • Ricavi totali: 1.079 milioni di euro
  • Margine Operativo Lordo (EBITDA) adjusted: 685 milioni di euro
  • Utile operativo (EBIT) adjusted: 359 milioni di euro
  • Utile netto adjusted: 221 milioni di euro
  • Flusso di cassa netto adjusted da attività operativa: 499 milioni di euro
  • Investimenti tecnici: 378 milioni di euro
  • Indebitamento finanziario netto: 3.618 milioni di euro

Highlight operativi (comprensivi delle società partecipate)

  • Concessioni gas: n. 1.582
  • Numero di contatori attivi: 7,4 milioni
  • Rete di distribuzione gas: ~65.000 Km

Fatti di rilievo

  • Separazione di Italgas Reti da Snam e ammissione alla quotazione del titolo Italgas alla Borsa valori di Milano il 7 novembre 2016;
  • Piena indipendenza finanziaria
    • Nuove linee di finanziamento bancarie e istituzionali per 4,3 miliardi di euro;
  • Emissione di tre tranche di prestiti obbligazionari in gennaio e marzo 2017 per un importo complessivo di 2,15 miliardi di euro destinati al rimborso del Bridge to Bond;
  • Avviato il progetto di semplificazione e riorganizzazione delle attività operative.

Paolo Gallo, CEO di Italgas, ha così commentato: “Il 2016 è stato un anno importante per Italgas. Con il suo ritorno in borsa, l’azienda apre un nuovo capitolo della sua lunga e importante storia. I risultati raggiunti nel corso dell’anno sono in linea con le attese. Le solide performance operative scontano da un lato la riduzione dei ritorni regolati e dall’altro i costi relativi al processo di separazione da Snam. Nel corso dell’anno abbiamo generato un flusso di cassa operativo adjusted di 499 milioni di euro che ha finanziato interamente gli investimenti tecnici pari a 378 milioni di euro. Abbiamo posto le basi per dare attuazione alla nostra strategia di creazione di valore attraverso una crescita sostenibile e profittevole preservando al contempo la solidità patrimoniale del gruppo” ha concluso Paolo Gallo.

Il Presidente di Italgas, Lorenzo Bini Smaghi, sottolineando il successo dell’operazione di scissione ha cosi commentato: “Alla luce dei risultati raggiunti proporremo alla prossima Assemblea degli Azionisti la distribuzione di un dividendo di € 0,2 per azione e confermiamo l’impegno per una politica di remunerazione dei nostri azionisti attrattiva e sostenibile”.

[1] I principali dati si riferiscono al “Consolidato Pro-forma” che, redatto ai soli fini di dare un’adeguata rappresentazione della situazione economico-finanziaria ad anno intero del Gruppo Italgas, espone i valori economico-finanziari di Italgas S.p.A. dalla data della sua costituzione (1 giugno 2016) e dal primo gennaio 2016 delle società Italgas Reti S.p.A., Napoletanagas S.p.A. e Acam Gas S.p.A. consolidate integralmente, nonché di Toscana Energia, Metano S. Angelo Lodigiano e Umbria Distribuzione valutate con il metodo del patrimonio netto.

Modifiche al calendario eventi societari Italgas

Milano, 24 marzo 2017 – Italgas rende noto che il Consiglio di Amministrazione riunitosi ieri ha deliberato di modificare il calendario degli eventi societari 2017.
In particolare, la riunione del Consiglio di Amministrazione per l’approvazione del resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2017 è stata anticipata dal giorno 15 maggio 2017 al giorno 4 maggio 2017.
La diffusione del relativo comunicato stampa avverrà il 5 maggio 2017 prima dell’apertura dei mercati; nel pomeriggio dello stesso giorno si terrà la conference call per l’illustrazione dei risultati a investitori e analisti.

Italgas: lanciata un’emissione obbligazionaria da 650 milioni di euro a tasso fisso

NON DESTINATO ALLA PUBBLICAZIONE O DISTRIBUZIONE NEGLI STATI UNITI, IN AUSTRALIA, CANADA E GIAPPONE

Milano, 7 marzo 2017 – Italgas Spa (rating BBB+ per Fitch, Baa1 per Moody’s) ha concluso oggi con successo il lancio di un’emissione obbligazionaria con scadenza a 7 anni, a tasso fisso per un ammontare di 650 milioni di euro, in attuazione del Programma EMTN (Euro Medium Term Notes) deliberato dal Consiglio di Amministrazione del 18 ottobre 2016.

L’operazione ha fatto registrare un book di ordini superiore a 1,5 miliardi di euro, con un’elevata qualità e un’ampia diversificazione geografica degli investitori.

Il collocamento, rivolto a investitori istituzionali, è stato organizzato in qualità di Joint Bookrunners da Banca IMI, Barclays, BNP Paribas, Credit Agricole CIB, Citi, ING, J.P. Morgan, Mediobanca, Société Générale e UniCredit.

Le obbligazioni saranno quotate presso la Borsa del Lussemburgo.

Con l’emissione di oggi è pressoché concluso l’esercizio di capital market annunciato quattro mesi fa, avendo collocato obbligazioni per complessivi 2.150 milioni di euro nominali, con un profilo di scadenze distribuite a 5, 7 e 10 anni e incrementando la quota di debito a medio-lungo termine complessivo ad un valore prossimo all’80% del totale debito outstanding.

“L’ottimo risultato di questa operazione – ha commentato l’Amministratore Delegato di Italgas Paolo Gallo – ci permette di raggiungere gli obiettivi annunciati al mercato in termini di costo medio, durata e quota a tasso fisso del debito. L’eccellente qualità del book di ordini, la dimensione dell’emissione e il relativo pricing confermano il favore della comunità finanziaria internazionale nei confronti di Italgas”.

I dettagli dell’operazione:

Importo: 650 milioni di euro
Scadenza: 14 marzo 2024
Cedola annua del 1,125% con un prezzo di re-offer di 99,706 (corrispondente a uno spread di 75 punti base sul tasso mid swap di riferimento).

DISCLAIMER

Il presente comunicato (incluse le informazioni ivi contenute) non costituisce né forma parte di un’offerta al pubblico di prodotti finanziari né una sollecitazione di offerte per l’acquisto di prodotti finanziari e non sarà effettuata un’offerta di vendita di tali prodotti in qualsiasi giurisdizione in cui tale offerta o vendita sia contraria alla legge applicabile. La distribuzione del presente comunicato potrebbe essere contraria alla legge applicabile in alcune giurisdizioni. Il presente comunicato non costituisce un’offerta di vendita di prodotti finanziari negli Stati Uniti d’America, in Australia, Canada e Giappone e qualsiasi altra giurisdizione in cui tale offerta o vendita sono proibiti e non potrà essere pubblicato o distribuito, direttamente o indirettamente, in tali giurisdizioni. I prodotti finanziari menzionati nel presente comunicato non sono stati e non saranno registrati ai sensi del Securities Act degli Stati Uniti d’America del 1933, come modificato; tali prodotti non potranno essere offerti o venduti negli Stati Uniti d’America in mancanza di registrazione o di un’esenzione dall’applicazione degli obblighi di registrazione. Il presente comunicato non costituisce un’offerta al pubblico di prodotti finanziari in Italia ai sensi dell’art. 1, comma 1, lett. t), del D. Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58. La documentazione relativa all’offerta non è stata/non verrà sottoposta all’approvazione della CONSOB

Ultimo aggiornamento: