Italgas: il Consiglio di Amministrazione convoca l’Assemblea degli Azionisti il 4 aprile 2019

Milano, 22 febbraio 2019 – Il Consiglio di Amministrazione di Italgas, riunitosi oggi sotto la presidenza di Lorenzo Bini Smaghi, ha convocato per il 4 aprile 2019, in unica convocazione, l’Assemblea Ordinaria degli Azionisti, per deliberare sull’approvazione del Bilancio 2018, sulla destinazione dell’utile, sulla politica in materia di remunerazione, nonché sul rinnovo degli organi sociali, il cui mandato si conclude con l’approvazione del Bilancio 2018.

Il Consiglio di Amministrazione ha, inoltre, confermato Georgeson quale soggetto designato dalla Società – ai sensi dell’art. 135-undecies del T.U.F. – cui gli azionisti potranno conferire, senza alcun onere a loro carico, delega per la partecipazione all’Assemblea.

Durante la seduta odierna, il Consiglio di Amministrazione ha infine effettuato le proprie verifiche e valutazioni ai sensi del criterio applicativo n. 1.C.1 lett. g) del Codice di Autodisciplina e ha altresì valutato l’indipendenza dei propri Amministratori, anche ai sensi di quanto previsto dall’art. 148, comma 3, del D. Lgs. 58/1998. Si segnala, inoltre, che il Collegio Sindacale, in ottemperanza al criterio applicativo 8.C.1. del Codice di Autodisciplina, ha verificato in capo a tutti i suoi componenti la sussistenza dei requisiti di indipendenza.

Entro i termini di legge saranno messi a disposizione la Relazione finanziaria annuale 2018, la Relazione sulla Remunerazione 2019, la Relazione sul Governo Societario e gli Assetti Proprietari 2018, la Dichiarazione di carattere non finanziario 2018, nonché le relazioni sulle materie all’ordine del giorno.

Italgas: l’Assemblea degli Azionisti approva il bilancio 2017 e la proposta di dividendo

Milano, 19 aprile 2018 – L’Assemblea degli Azionisti di Italgas, riunitasi oggi a Milano in sede Ordinaria e Straordinaria sotto la Presidenza di Lorenzo Bini Smaghi, ha esaminato il bilancio consolidato al 31 dicembre 2017 che chiude con un utile d’esercizio di 292.766.000,00 euro. All’Assemblea hanno partecipato 690 azionisti in rappresentanza di 604.573.638 azioni ordinarie, pari al 74,7% del capitale sociale.

L’Assemblea ha altresì approvato il bilancio di esercizio di Italgas S.p.A. al 31 dicembre 2017 che chiude con un utile di esercizio pari a 174.152.350,78 euro e ha deliberato di distribuire 0,208 euro a titolo di dividendo per ciascuna delle azioni che risulteranno in circolazione alla data di stacco della cedola, e di destinare a nuovo l’importo che residua. Il dividendo sarà messo in pagamento a decorrere dal 23 maggio 2018, con data di stacco della cedola fissata al 21 maggio 2018 e «record date» al 22 maggio 2018.
L’Assemblea degli Azionisti ha, inoltre, espresso voto favorevole, con una percentuale superiore al 98% degli azionisti presenti, con delibera non vincolante, sulla Sezione I della Relazione sulla Remunerazione di cui all’art. 123-ter TUF e ha approvato il Piano di Co-investimento 2018-2020, nei termini e secondo le condizioni descritte nel Documento Informativo predisposto ai sensi dell’art. 84-bis del Regolamento Emittenti e messo a disposizione del pubblico con le modalità previste dalla legge. Più precisamente, il Piano è finalizzato a promuovere un sempre maggior allineamento del management rispetto agli obiettivi degli Azionisti e la creazione di valore nel lungo termine.
L’Assemblea ha inoltre confermato, quale Amministratore, l’avv. Federica Lolli, che il Consiglio di Amministrazione aveva cooptato il 27 luglio 2017 in sostituzione della dimissionaria Ing. Barbara Borra, stabilendo altresì che resterà in carica fino alla scadenza dell’attuale Consiglio di Amministrazione, ossia fino all’Assemblea che sarà convocata per l’approvazione del Bilancio al 31 dicembre 2018. L’avv. Lolli ha dichiarato l’idoneità a qualificarsi come indipendente e di non detenere, alla data odierna, azioni di Italgas. Il testo integrale del curriculum vitae dell’avv. Federica Lolli è disponibile presso la sede legale e sul sito internet della Società http://www.italgas.it/governance/consiglio-di-amministrazione/.
In sede Straordinaria, l’Assemblea ha approvato con il voto favorevole superiore al 98% degli azionisti presenti la proposta conseguente al Piano di Co-investimento 2018-2020, di aumento gratuito del capitale sociale per un importo massimo di 4.960.000,00 euro, mediante l’emissione di massime numero 4.000.000 di nuove azioni ordinarie da assegnare,  ai sensi dell’art. 2349 del codice civile, per un corrispondente importo massimo tratto da riserva da utili a nuovo, esclusivamente ai beneficiari del Piano approvato, ossia a dipendenti di Italgas S.p.A. e/o di società del Gruppo;
Da ultimo, l’Assemblea Straordinaria ha approvato la modifica all’articolo 13 dello Statuto Sociale, riguardante le modalità di elezione dei componenti del Consiglio di Amministrazione mediante il sistema del voto di lista. In particolare, la modifica in oggetto è volta ad agevolare i lavori dell’Assemblea, assicurando il rapido completamento e, al contempo, il buon esito del procedimento di nomina del Consiglio di Amministrazione, prevedendo che, nel caso in cui la lista di maggioranza non presenti un numero di candidati sufficiente ad assicurare il raggiungimento del numero degli amministratori da eleggere, si proceda a trarre i restanti amministratori, per le posizioni non coperte, dalla prima lista di minoranza o, eventualmente, da quelle successive.
In occasione dell’Assemblea è stata altresì presentata la Dichiarazione Non-Finanziaria, ossia il documento destinato a comunicare informazioni su temi di carattere non finanziario.
In ottemperanza alle indicazioni stabilite dal D.Lgs. n. 254/2016, la Dichiarazione Non-Finanziaria è stata redatta in un documento separato e autonomo, sottoposto alla verifica della società incaricata della revisione legale PWC S.p.A., presentato dal Comitato di Sostenibilità e approvato dal Consiglio di Amministrazione di Italgas.

Italgas: il Consiglio di Amministrazione convoca l’Assemblea degli Azionisti il 19 aprile 2018

Milano, 12 marzo 2018 – Il Consiglio di Amministrazione di Italgas, riunitosi oggi sotto la presidenza di Lorenzo Bini Smaghi, ha convocato per il 19 aprile 2018, in unica convocazione, l’Assemblea Ordinaria e Straordinaria degli Azionisti, per deliberare, (i) in sede ordinaria, sull’approvazione del Bilancio 2017, sulla destinazione dell’utile, sulla politica in materia di remunerazione, sul Piano di co-investimento 2018-2020, nonché sulla nomina di un Amministratore; e (ii) in sede straordinaria, sulla proposta di aumento gratuito del capitale sociale, da riservare a dipendenti di Italgas S.p.A. e/o di società del Gruppo, per un importo massimo di 4.960.000 euro, nonché sulla modifica all’articolo 13 dello Statuto Sociale riguardante le modalità di elezione dei componenti del Consiglio di Amministrazione mediante il sistema del voto di lista.

In particolare, il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di proporre all’Assemblea degli Azionisti la distribuzione di un dividendo di 0,208 euro per ciascuna delle azioni aventi diritto. Il dividendo sarà messo in pagamento il 23 maggio 2018, con data stacco il 21 maggio 2018 (record date 22 maggio 2018).

Il Consiglio sottoporrà all’Assemblea la proposta di aumentare gratuitamente il capitale sociale per un importo di nominali massimi euro 4.960.0000, mediante assegnazione ai sensi dell’art. 2349 del codice civile di un corrispondente importo massimo tratto da riserva da utili a nuovo, con emissione di non oltre n. 4.000.000 di azioni ordinarie da riservare esclusivamente ai beneficiari del Piano, ossia a dipendenti di Italgas S.p.A. e/o di società del Gruppo.

Il Consiglio di Amministrazione sottoporrà inoltre all’Assemblea la conferma dell’Amministratore Indipendente, Avv. Federica Lolli, cooptata il 27 luglio 2017 in sostituzione della dimissionaria Ing. Barbara Borra.

Il Consiglio di Amministrazione ha, inoltre, individuato Georgeson quale soggetto designato dalla Società – ai sensi dell’art. 135-undecies del T.U.F. – cui gli azionisti potranno conferire, senza alcun onere a loro carico, delega per la partecipazione all’Assemblea.

Durante la seduta odierna, il Consiglio di Amministrazione ha infine effettuato le proprie verifiche e valutazioni ai sensi del criterio applicativo n. 1.C.1 lett. g) del Codice di Autodisciplina e ha altresì valutato l’indipendenza dei propri Amministratori, anche ai sensi di quanto previsto dall’art. 148, comma 3, del D. Lgs. 58/1998. Si segnala, inoltre, che il Collegio Sindacale, in ottemperanza al criterio applicativo 8.C.1. del Codice di Autodisciplina, ha verificato in capo a tutti i suoi componenti la sussistenza dei requisiti di indipendenza.

Entro i termini di legge saranno messi a disposizione la Relazione finanziaria annuale 2017, la Relazione sulla Remunerazione 2018, il documento informativo sul piano di co-investimento, la Relazione sul Governo Societario e gli Assetti Proprietari 2017 e la Dichiarazione di carattere non finanziario.

Italgas: l’Assemblea degli Azionisti approva il bilancio 2016 e la proposta di dividendo

Presentato anche il Rapporto di Sostenibilità 2016

Milano, 28 aprile 2017 – L’Assemblea Ordinaria degli Azionisti di Italgas, riunitasi oggi a Milano, ha approvato il bilancio di esercizio al 31 dicembre 2016 che chiude con un utile netto di esercizio per il periodo 1 giugno (data di costituzione) – 31 dicembre pari a 177.130.291,44 euro.

L’Assemblea ha inoltre deliberato di: (i) destinare l’utile di esercizio, a titolo di dividendo di 0,20 euro per azione, alle azioni che risulteranno in circolazione alla data di stacco della cedola; (ii) attribuire a riserva legale 8.010.000,00 euro; e (iii) destinare a nuovo l’importo residuo.

Il dividendo di 0,20 euro per azione sarà messo in pagamento a partire dal 24 maggio 2017, con stacco della cedola fissato al 22 maggio 2017 e “record date” il 23 maggio 2017.

L’Assemblea degli Azionisti ha inoltre approvato: (a) la risoluzione consensuale dell’incarico di revisione legale conferito alla società di revisione Ernst & Young S.p.A. e (b) il conferimento dell’incarico di revisione legale, per la durata di nove esercizi, e precisamente per gli esercizi chiusi il 31 dicembre dal 2017 al 2025, alla società di revisione PricewaterhouseCoopers S.p.A.

È stato, inoltre, approvato il Piano di incentivazione monetaria di lungo termine 2017- 2019, nei termini e secondo le condizioni descritte nel Documento Informativo messo a disposizione del pubblico con le modalità previste dalla legge. Si tratta di uno strumento finalizzato a promuovere un ulteriore allineamento del management agli interessi degli Azionisti e la sostenibilità della creazione di valore nel lungo termine.

L’Assemblea degli Azionisti ha, poi, approvato con delibera non vincolante la Sezione I della Relazione sulla Remunerazione di cui al terzo comma dell’art. 123-ter del TUF.

Inoltre, in conseguenza delle dimissioni rassegnate, per sopravvenuti impegni professionali e con efficacia immediata in data 20 marzo 2017 dal Sindaco Supplente Dr.ssa Marilena Cederna, già nominata il 4 agosto 2016, l’Assemblea degli Azionisti al fine di integrare la composizione dell’attuale Collegio Sindacale, ai sensi di quanto disposto dall’art. 2401, comma 1, cod. civ., ha nominato Barbara Cavalieri quale nuovo Sindaco Supplente della Società, che resterà in carica per la durata dell’intero mandato dell’attuale Collegio e quindi sino all’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2018.

Infine, in occasione dell’Assemblea è stato presentato il Rapporto di Sostenibilità 2016, il documento annuale destinato a comunicare valori, strategie, azioni e risultati ottenuti dal Gruppo in tema di sviluppo sostenibile e responsabilità d’impresa.

Il Rapporto è stato redatto in conformità alle Linee Guida “G4 – Sustainability Reporting Guidelines”, definite nel 2013 dal Global Reporting Initiative e sottoposto alla verifica della società incaricata della revisione legale (EY S.p.A.) secondo i principi e le indicazioni dell’International Standard on Assurance Engagement.

Italgas: il CdA convoca l’Assemblea degli Azionisti il 28 aprile 2017

Milano, 24 marzo 2017 – Il Consiglio di Amministrazione di Italgas, riunitosi ieri sotto la presidenza di Lorenzo Bini Smaghi, ha convocato, per il 28 aprile 2017, in unica convocazione, l’Assemblea Ordinaria degli Azionisti per deliberare sull’approvazione del Bilancio di esercizio 2016 e sulla destinazione dell’utile, sul piano di incentivazione monetaria di lungo termine 2017-2019, sulla risoluzione consensuale dell’incarico di revisione legale dei conti e conferimento del nuovo incarico di revisione legale dei conti della Società per il periodo 2017-2025, sulla nomina di un Sindaco Supplente, nonché, in via consultiva, sulla Sezione I della Relazione sulla Remunerazione relativa alla Politica sulla Remunerazione.

Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di proporre all’Assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo di 0,20 euro per ciascuna delle azioni aventi diritto. Il dividendo sarà messo in pagamento, come già comunicato al mercato in data 20 dicembre 2016, il 24 maggio 2017, con data stacco 22 maggio 2017 (record date 23 maggio 2017).

Il piano di incentivazione monetaria di lungo termine 2017-2019, deliberato dal Consiglio di Amministrazione, è uno strumento finalizzato a promuovere ulteriormente l’allineamento del management con gli interessi degli azionisti e la sostenibilità della creazione di valore nel lungo termine.

La Dr.ssa Marilena Cederna si è dimessa dalla carica di Sindaco Supplente di Italgas S.p.A. in data 20 marzo 2017 con efficacia immediata per sopravvenuti impegni professionali.

Oltre alla Relazione finanziaria annuale 2016 e alle relazioni sulle materie all’ordine del giorno dell’Assemblea, verranno messi a disposizione la Relazione sulla Remunerazione 2017, il documento informativo sul piano di incentivazione monetaria di lungo termine, la Relazione sul Governo Societario e gli Assetti Proprietari 2016 e il Report di Sostenibilità 2016.

Il Consiglio di Amministrazione ha, inoltre, individuato Georgeson quale soggetto designato dalla Società – ai sensi dell’art. 135-undecies del T.U.F.- cui gli azionisti potranno conferire, senza alcun onere a loro carico, delega per la partecipazione all’Assemblea.

L’Assemblea degli Obbligazionisti di Snam approva la separazione di Italgas da Snam

NON DESTINATO ALLA PUBBLICAZIONE E DIFFUSIONE NEGLI STATI UNITI, CANADA E GIAPPONE

San Donato Milanese, 30 settembre 2016 – L’Assemblea degli Obbligazionisti di Snam, riunitasi oggi in unica convocazione presso la sede della Società a San Donato Milanese, ha approvato la separazione di Italgas da Snam, mediante un’operazione unitaria e sostanzialmente contestuale, da realizzarsi presumibilmente entro il 31 dicembre 2016. I detentori delle obbligazioni sottoelencate hanno approvato l’operazione che prevede, tra l’altro, la scissione parziale e proporzionale e la conseguente quotazione presso il Mercato Telematico Azionario (MTA) di Milano della società beneficiaria della scissione, che andrà a detenere direttamente l’intero capitale sociale di Italgas Reti SpA.

L’86,21% del nozionale in circolazione delle obbligazioni è intervenuto in Assemblea e il 99,69% del nozionale delle obbligazioni rappresentate in Assemblea ha votato a favore.

L’operazione è stata approvata dall’Assemblea Straordinaria degli Azionisti Snam che si è tenuta il 1° agosto 2016. Tutte le informazioni relative all’operazione sono incluse nei comunicati stampa e negli altri documenti precedentemente diffusi e disponibili sul sito internetwww.snam.it. L’emittente corrisponderà agli obbligazionisti una commissione (consent fee), secondo la prassi di mercato, in conformità con quanto previsto nella relativa documentazione.

L’avviso sui risultati dell’Assemblea degli Obbligazionisti è disponibile sul sito di Snam www.snam.it ed è inoltre pubblicato sul sito internet della Borsa del Lussemburgo (www.bourse.lu).

Risultati per ogni Serie di Obbligazioni:

Serie
Codice ISIN
Descrizione
Nozionale in circolazione
Istruzioni di Votoricevute dagli Obbligazionisti 1 (%)
Istruzioni di Voto a favore 2 (%)
7
XS0914292254
€1,250,000,000 2.375 per cent. Notes due 30 June 2017
€999.915.000
84,24%
100%
3
XS0829183614
€1,500,000,000 3.875 per cent. Notes due 19 March 2018
€1.200.046.000
86,45%
99,82%
9
XS0969669463
€70,000,000 2.625 per cent. Notes due 10 September 2018
€70.000.000
100%
100%
2
XS0806449814
€1,000,000,000 5.000 per cent. Notes due 18 January 2019
€850.050.000
89,85%
99,35%
14
XS1061410962
€500,000,000 1.500 per cent. Notes due 24 April 2019
€500.000.000
76,40%
100%
11
XS0985872414
‎¥‎10,000,000,000 1.115 per cent. Notes due 25 October 2019
¥‎10.000.000.000
100%
100%
6
XS0853682069
€1,250,000,000 3.500 per cent. Notes due 13 February 2020
€1.250.000.000
86,40%
99,95%
8
XS0914294979
€500,000,000 3.375 per cent. Notes due 29 January 2021
€500.000.000
89,20%
99,04%
4
XS0829190585
€1,000,000,000 5.250 per cent. Notes due 19 September 2022
€1.000.000.000
86,93%
98,73%
15
XS1126183760
€750,000,000 1.500 per cent. Notes due 21 April 2023
€750.000.000
84,26%
100%
16
XS1318709497
€750,000,000 1.375 per cent. Notes due 19 November 2023
€750.000.000
84,46%
100%
12
XS1019326641
€600,000,000 3.250 per cent. Notes due 22 January 2024
€600.000.000
88,90%
100%

DISCLAIMER

Il presente comunicato stampa (e le informazioni in esso contenute) non potrà essere diffuso, né direttamente né indirettamente in altre giurisdizioni e, in particolare, Giappone, Canada e Stati Uniti D’America o in qualsiasi altro paese nel quale l’emissione dei titoli citati nel presente comunicato stampa non sia consentita in assenza di specifiche autorizzazioni da parte delle autorità competenti e/o comunicato ad investitori residenti in tali paesi. Ogni soggetto che entri in possesso del presente comunicato stampa dovrà preventivamente verificare l’esistenza di tali normative e restrizioni e attenersi alle stesse. I titoli citati nel presente comunicato stampa non sono stati, né si prevede saranno in futuro, registrati ai sensi dello United States Securities Act of 1933, come modificato; pertanto, non possono essere offerti o venduti, direttamente o indirettamente, negli Stati Uniti, eccetto in regime di deroga.

1 Come percentuale del nozionale in circolazione

2 Come percentuale del totale dei voti ricevuti dagli Obbligazionisti

L’Assemblea degli Azionisti di Snam approva la separazione del business della distribuzione del gas e autorizza il piano di buy back

San Donato Milanese, 1 agosto 2016 – L’Assemblea Straordinaria degli Azionisti di Snam, riunitasi oggi a San Donato Milanese, ha approvato il progetto di scissione parziale e proporzionale di Snam in favore della società beneficiaria ITG Holding S.p.A.

L’Assemblea ha inoltre approvato la riduzione del capitale sociale di Snam al servizio della scissione per 961.181.518,44 euro, senza annullamento di azioni, modificando in questo modo, a far data dalla scissione, l’articolo 5 dello statuto sociale. Il capitale sociale di Snam risulterà, pertanto, pari a Euro 2.735.670.475,56.

L’Assemblea, convocata in sede ordinaria, ha, infine, approvato l’autorizzazione all’acquisto di azioni proprie, ai sensi degli articoli 2357 e 2357-ter del codice civile e 132 del D.Lgs. n. 58/1998, per un esborso fino a 500 milioni di euro e fino al limite massimo del 3,5% del capitale sociale di Snam post scissione, da effettuarsi anche in via frazionata entro 18 mesi dalla data di efficacia della scissione parziale e proporzionale della Società e secondo le modalità proposte nella Relazione del Consiglio di Amministrazione all’Assemblea.

Tutte le informazioni riguardanti le operazioni sopra descritte sono contenute nei comunicati stampa e negli altri documenti precedentemente diffusi e disponibili sul sito www.snam.it.

Ultimo aggiornamento: