Italgas nuovo socio del MIP Politecnico di Milano

Milano, 26 febbraio 2018 – Italgas, leader in Italia e terzo in Europa nel settore della distribuzione del gas, entra nel capitale sociale del MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business.
La scelta di Italgas, che porta a 21 il numero delle aziende e istituzioni nazionali e multinazionali che compongono l’assetto societario dell’organizzazione, è coerente con il nuovo approccio della Società, che ha individuato nell’innovazione tecnologica e nella digitalizzazione della rete gli obiettivi per promuovere l’adozione delle nuove tecnologie in chiave predittiva a vantaggio dell’intero settore.
La collaborazione diretta con il MIP e con il network delle aziende associate consentirà a Italgas di promuovere e sviluppare, con una progettualità orientata alle esigenze del business, specifiche iniziative nelle aree del management, della digital transformation e del continuous improvement; allo stesso tempo Italgas metterà a disposizione del network il know how e le competenze distintive accumulate in 180 anni di esperienza.
La partnership con il MIP, che rappresenta da sempre un’eccellenza nei settori della ricerca, dell’innovazione e della formazione – ha commentato Paolo Gallo, Amministratore Delegato di Italgas – contribuirà a favorire l’acquisizione di know how e nuove competenze nei settori del management e delle tecnologie digitali necessarie alle nostre persone per realizzare l’ambizioso piano di investimenti e per perseguire gli obiettivi di crescita e sviluppo che ci siamo posti a beneficio del Gruppo e dell’intero sistema italiano della distribuzione del gas”.
Uno dei pilastri della strategia della nostra business school è da sempre la vicinanza alle aziende e al mondo del business, di cui vogliamo essere parte integrante – dichiara Andrea Sianesi, dean del MIP -. L’ingresso nella nostra compagine societaria di Italgas, principale operatore italiano nella gestione del gas naturale, è una conferma della qualità delle attività di formazione che eroghiamo e dei progetti specifici che abbiamo sviluppato, ad esempio in un’area strategica come quella della gestione dell’energia”.
MIP Politecnico di Milano nasce nel 1979 come Consorzio fra il Politecnico di Milano e alcune fra le principali imprese e istituzioni operanti nel nostro Paese. Oggi MIP è una Società Consortile per Azioni senza fine di lucro con un assetto societario costituito da 21 aziende e istituzioni nazionali e multinazionali: Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza, BIP Business Integration Partners, Bticino, Danieli & C. Officine Meccaniche, Edison, ENI Corporate University, Fiat Chrysler Automobiles-Magneti Marelli, Fondazione Italcementi Cav. Lav. Carlo Pesenti, IBM Italia, Italgas, Italtel, Luxottica, Microsoft Italia, OTB, Pirelli & C, Politecnico di Milano, SIA, Snam, Telecom Italia, Vodafone, Whirlpool.
Italgas è il più importante operatore in Italia nel settore della distribuzione del gas naturale e il terzo in Europa. Con le sue 4.000 persone gestisce un network che si estende complessivamente per oltre 65.000 chilometri e serve 7,4 milioni di utenze. L’attuale quota di mercato è prossima al 34%.
Con 180 anni di storia alle spalle, Italgas è unanimemente riconosciuta come la società che ha portato il gas nelle case degli italiani sviluppando un’infrastruttura d’eccellenza e un servizio fondamentale, contribuendo allo sviluppo economico e sociale del Paese e favorendone la crescita sostenibile. Il titolo Italgas è quotato all’interno dell’indice FTSE MIB della Borsa Italiana.
Il capitale flottante è circa il 60%. Al 30.06.2017 gli investitori che includono nelle loro scelte anche criteri SRI (Fondi socialmente responsabili) rappresentano circa il 6% del totale degli azionisti di Italgas e circa il 12% degli investitori istituzionali di Italgas. Il principale azionista di Italgas è Cassa Depositi e Prestiti con il 26,05% del capitale sociale.

“Italgas 180 x 180 per … essere una squadra”

Nel 180° anniversario dalla sua fondazione una convention a Torino riunisce i più recenti 180 nuovi assunti

Torino, 31 ottobre 2017 – Nel 180° anniversario dalla fondazione di Italgas, una convention riunisce a Torino 180 neoassunti nel gruppo per un incontro con il vertice aziendale e un coach d’eccezione.

L’incontro si è svolto in una delle sedi Italgas più antiche – quella di Corso Regina Margherita a Torino – alla presenza dell’Amministratore Delegato Paolo Gallo con l’intervento di Mauro Berruto, ex commissario tecnico della nazionale maschile di pallavolo italiana che ha guidato alla conquista della medaglia di bronzo ai Giochi Olimpici di Londra del 2012. Compito di Berruto è stato di dimostrare, anche attraverso la metafora dello sport, come il concetto di “squadra” sia vincente anche nelle organizzazioni aziendali, valorizzando le differenze e le passioni.

In sala, infatti, erano presenti 180 uomini e donne che – negli ultimi due anni, con il piano di assunzioni realizzato contestualmente alla separazione da Snam e alla quotazione in Borsa – sono entrati a far parte del Gruppo Italgas e che rappresentano sia la composizione della società – staff, operations, funzioni tecniche e di sviluppo commerciale – sia i diversi ruoli che la compongono: operai, tecnici, professional e manager: giovani con un’età media di circa 30 anni, per il 45% laureati e il 55% diplomati che vanno a rafforzare il potenziale di crescita delle persone che lavorano in Italgas.

In continuità con questo piano di sviluppo, Italgas proseguirà nei prossimi mesi con l’inserimento di oltre 300 persone, anche per rispondere alle esigenze di turnover e di ricambio generazionale.

Profili che andranno ad aggiungersi a quelli già pubblicati sul sito internet della società all’indirizzo http://www.italgas.it/persone/posizioni-aperte/ e che offriranno, come sempre, un rapporto di lavoro stabile e ampie opportunità di sviluppo professionale.

Italgas è il più importante operatore in Italia nel settore della distribuzione del gas naturale e il terzo in Europa. Con le sue 4.000 persone – equamente distribuite al Nord (39,5%,) al Centro (29,3%,) e al Sud (31,2%) – opera in oltre 1.581 Comuni, gestisce una rete di distribuzione che si estende complessivamente per oltre 65.000 chilometri e serve 7,4 milioni di utenze.

Ultimo aggiornamento: