Modifiche al calendario degli eventi societari

Variazione della data di diffusione del comunicato stampa relativo ai risultati al 30 giugno 2022

 

Milano, 15 giugno 2022  – Italgas rende noto che il Consiglio di Amministrazione della Società, riunitosi ieri sotto la presidenza di Benedetta Navarra, ha deliberato che la diffusione del comunicato stampa relativo all’approvazione dei risultati al 30 giugno 2022 sarà anticipata dal giorno 26 luglio 2022 al giorno 25 luglio 2022, subito dopo l’approvazione dei risultati da parte del Consiglio.

Conseguentemente, sarà anticipata anche la conference call per l’illustrazione dei risultati a investitori e analisti, che si svolgerà nel pomeriggio del giorno 25 luglio 2022.

Italgas presenta il Piano Strategico 2022-2028

Investimenti per 8,6 miliardi di euro per completare la trasformazione digitale degli asset, dar vita a uno dei principali player a livello nazionale nel settore dell’efficienza energetica, continuare a giocare un ruolo di primo piano nel raggiungimento dei target climatici Ue.

Torino, 15 giugno 2022 – L’Amministratore Delegato di Italgas, Paolo Gallo, presenta oggi ad analisti e investitori il Piano Strategico del Gruppo per il periodo 2022-2028, approvato ieri dal Consiglio di Amministrazione della Società presieduto da Benedetta Navarra.

Il nuovo Piano prevede investimenti complessivi netti per 8,6 miliardi di euro, in aumento di 0,7 miliardi di euro rispetto al precedente, presentato lo scorso anno. L’incremento degli investimenti (+8,9%) è guidato dalle attività di trasformazione digitale degli asset, di estensione del network e dalle iniziative volte al consolidamento nel settore dell’efficienza energetica che consentiranno al Gruppo Italgas di continuare a giocare un ruolo di primo piano nel raggiungimento dei target climatici Ue; il Piano 2022-2028 integra inoltre il futuro impegno di Italgas in Grecia con l’attesa acquisizione di Depa Infrastructure.

Le scelte strategiche compiute negli ultimi anni dal Gruppo hanno di fatto anticipato l’approccio delle istituzioni nazionali e comunitarie verso la decarbonizzazione dei consumi e il contenimento delle emissioni climalteranti, concretizzatosi nel Fit for 55 e nel REPowerEU.

Il nuovo Piano è strutturato su tre direttrici principali di sviluppo: (i) prosecuzione del programma di trasformazione digitale, repurposing ed estensione del network per dotare il Paese di infrastrutture all’avanguardia in grado di accogliere e distribuire gas rinnovabili come biometano e idrogeno verde; (ii) azione di consolidamento nel settore dell’efficienza energetica con l’obiettivo di porsi tra i principali operatori del settore; (iii) nuove opportunità di crescita esterna attraverso gare ATEM, M&A nei settori gas e idrico e sviluppo del mercato greco. Per il perseguimento di tali obiettivi, Italgas svilupperà ulteriormente le competenze del personale – anche attraverso l’insourcing e una Academy interna – e utilizzerà una struttura finanziaria solida ed efficiente garantendo un adeguato ritorno per gli azionisti.

Il Piano fa perno sui principi ESG e risponde alle sfide della sostenibilità fissando obiettivi al 2028 e al 2030, in linea con il target di neutralità carbonica al 2050, e innalzando ulteriormente quelli definiti lo scorso anno in termini di riduzione delle emissioni, efficienza energetica, sviluppo di competenze e valorizzazione delle risorse per favorire il cambiamento.

In Grecia, il Gruppo si aspetta di poter perfezionare l’operazione di acquisizione di DEPA Infrastructure nel corso dei prossimi mesi e di integrare e rendere coerenti alla propria vision i piani di investimento oggi predisposti dagli operatori coinvolti nella transazione.

Highlights

  • Investimenti netti totali pari a 8,6 miliardi di euro (+700 milioni Vs piano 2021-2027);
  • 4,5 miliardi di euro netti per lo sviluppo, la digitalizzazione e il repurposing del network italiano di distribuzione del gas;
  • 1,8 miliardi di euro per le gare Atem e 1,8 miliardi di euro per la Grecia;
  • 340 milioni di euro per accelerare la crescita nel settore dell’efficienza energetica;
  • Riduzione delle emissioni di gas a effetto serra Scope 1 e 2 del 34% al 2028 e del 42% al 2030, Scope 3 (supply chain) del 30% al 2028 e del 33% al 2030, diminuzione del consumo energetico del 27% al 2028 e del 33% al 2030 (baseline 2020);
  • “Obiettivo Net Zero” al 2050;
  • Forte attenzione al ricambio generazionale, all’ingaggio delle persone del Gruppo come protagonisti della transizione ecologica e focus sulla formazione: le 3 leve abilitanti al cambiamento;
  • Ottimizzazione della struttura finanziaria, con mantenimento dei ratio in ambito solid investment grade;

L’Amministratore Delegato di Italgas, Paolo Gallo, ha dichiarato:

In uno scenario europeo che ha nel REPowerEU la nuova stella polare per rafforzare la resilienza del sistema energetico e accelerare la transizione ecologica, Italgas può cogliere i frutti di una visione che aveva individuato nelle reti digitali, flessibili e intelligenti il principale abilitatore della decarbonizzazione dei consumi.

Con 8,6 miliardi di euro, in ulteriore crescita rispetto al programma di investimenti presentato lo scorso anno, il Gruppo si conferma tra le principali realtà industriali in grado di mettere le proprie capacità di progettazione, spesa e creazione di valore al servizio degli obiettivi di sviluppo sostenibile del Paese e dell’Unione Europea.

La quota più rilevante degli investimenti è ancora una volta destinata all’estensione, trasformazione digitale e repurposing del network di distribuzione al fine di creare per tempo le condizioni per un utilizzo diffuso dei nuovi gas, come biometano, idrogeno verde e metano sintetico, che presto dovremo accogliere nelle nostre reti in quantità crescenti.

Dopo vent’anni torniamo ad avere degli obiettivi oltre i confini nazionali: questo Piano destina alla Grecia 1,8 miliardi di euro. Ci aspettiamo di completare l’acquisizione di DEPA Infrastructure nel corso dei prossimi mesi e di poter così verificare la corrispondenza dei programmi di investimento delle tre società operative con la nostra visione e i target di decarbonizzazione fissati nel quadro del REPowerEU.

Cresce il ruolo dell’efficienza energetica nei programmi di sviluppo del Gruppo. Con 340 milioni di euro, quasi il doppio rispetto al precedente piano, intendiamo dar vita a uno dei principali player a livello nazionale, con focus su innovazione e digitalizzazione, contribuendo al consolidamento di un settore ancora molto frammentato.

L’innovazione si conferma il nostro principale driver di crescita, la Digital Factory il fulcro della cultural change: un luogo di ‘contaminazione’ attorno al quale abbiamo sviluppato un approccio all’open innovation che ci permette di incontrare le startup e le PMI più all’avanguardia nel mondo. 

La capacità di gestire l’innovazione e di metterla a valore, farà infine perno sulle nostre persone, a cui continueremo a destinare importanti risorse per la formazione, per la creazione di nuove professionalità e attrarre i migliori talenti, ponendo sempre grande attenzione ai temi della Diversity & Inclusion e della leadership al femminile.

Il Consiglio di Amministrazione di Italgas nomina i componenti dei Comitati consiliari ed i relativi Presidenti

Milano, 2 maggio 2022 – Il Consiglio di Amministrazione di Italgas, riunitosi oggi sotto la presidenza di Benedetta Navarra, in linea con le disposizioni del Codice di Corporate Governance, al quale la Società aderisce, ha confermato l’istituzione dei seguenti Comitati e nominato i relativi componenti:

Comitato Controllo e Rischi e Operazioni con Parti Correlate

  • Gianmarco Montanari* (Presidente)
  • Claudio De Marco*
  • Manuela Sabbatini**

Comitato Nomine e Remunerazione

  • Lorenzo Parola*** (Presidente)
  • Claudio De Marco*
  • Manuela Sabbatini**

Comitato Sostenibilità

  • Fabiola Mascardi* (Presidente)
  • Maria Sferruzza**
  • Qinjing Shen**

Il Consiglio di Amministrazione ha quindi attestato che almeno un componente del Comitato Controllo e Rischi e Operazioni con Parti Correlate e del Comitato Nomine e Remunerazione possiede i requisiti previsti dal Codice di Corporate Governance.


* Amministratore non esecutivo indipendente ai sensi del TUF e del Codice di Corporate Governance

** Amministratore non esecutivo

*** Amministratore non esecutivo indipendente ai sensi del TUF

Italgas: approvati i Risultati consolidati al 31 marzo 2022

Milano, 2 maggio 2022 – Il Consiglio di Amministrazione di Italgas, riunitosi in data odierna sotto la presidenza di Benedetta Navarra, ha approvato i risultati consolidati al 31 marzo 2022 (non sottoposti a revisione contabile).

Principali dati

Highlight economici e finanziari consolidati:

  • Ricavi totali: 354,0 milioni di euro (+6,2%)
  • Margine Operativo Lordo (EBITDA): 250,0 milioni di euro (+6,7%)
  • Utile operativo (EBIT): 141,9 milioni di euro (+9,2%)
  • Utile netto adjusted attribuibile al Gruppo: 88,9 milioni di euro (+9,5%)
  • Investimenti tecnici: 179,5 milioni di euro
  • Flusso di cassa da attività operativa: 198,8 milioni di euro
  • Indebitamento finanziario netto: 4.954,7 milioni di euro
  • Indebitamento finanziario netto (esclusi gli effetti ex IFRS 16): 4.888,1 milioni di euro

ESG – indicatori principali di Scope 1 e Scope 2 e consumo di energia:

  • 26,4 103 tCO2e Scope 1 e 2 (+8,6%)
  • 20.745 km di rete ispezionata (+49,7%)
  • Emissioni fuggitive/km indagati: 44,80 Smc/km (-17,9%)
  • Consumo netto di energia: 208,3 TJ (-7,2%)

Highlight operativi (comprensivi delle società partecipate):

  • Comuni in concessione per il servizio di distribuzione gas: n. 1.899
  • Numero di contatori attivi: 7,75 milioni
  • Rete di distribuzione gas: circa 74.473 Km

Le performance del Gruppo Italgas confermano il costante trend di crescita avviato con il ritorno in Borsa, avvenuto nel novembre 2016: anche il primo trimestre 2022 presenta infatti risultati positivi con riferimento a tutti i principali indicatori economico-finanziari e agli obiettivi ESG fissati nel Piano Strategico 2021-2027 e in via di progressivo conseguimento.

L’integrazione degli obiettivi di sostenibilità e di performance economica consente peraltro al Gruppo di contribuire con le proprie scelte di investimento al processo di transizione energetica definito dall’UE e di contribuire all’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Nel periodo sono stati realizzati 179,5 milioni di euro di investimenti (206,7 milioni di euro nel primo trimestre 2021) dedicati prioritariamente alla trasformazione digitale di asset e processi, alla metanizzazione della Sardegna e al repurposing delle reti al fine di abilitarle alla distribuzione di gas rinnovabili (nell’immediato biometano e nel medio periodo idrogeno verde e metano sintetico).

Nei primi tre mesi del 2022 sono stati posati 128 km di nuove condotte; in Sardegna la realizzazione di nuove reti completamente digitali è proseguita raggiungendo un’estensione complessiva di circa 903 km su un totale da realizzare di circa 1.100 km e sono stati messi in servizio 6 nuovi impianti di stoccaggio e rigassificazione di LNG.

I fabbisogni connessi agli investimenti netti del primo trimestre 2022 sono stati coperti dal positivo flusso di cassa da attività operativa, pari a 198,8 milioni di euro.

La posizione finanziaria netta al 31 marzo 2022 è pari a 4.954,7 milioni di euro (4.980,0 milioni di euro al 31 dicembre 2021). Al netto dei debiti finanziari ex IFRS 16 pari a 66,6 milioni euro (70,0 milioni di euro al 31 dicembre 2021), la posizione finanziaria netta si attesta a 4.888,1 milioni di euro (4.910,0 milioni di euro al 31 dicembre 2021).

L’EBITDA del primo trimestre 2022 ammonta a 250,0 milioni di euro (+6,7% rispetto al 31 marzo 2021) e l’utile netto adjusted attribuibile al Gruppo è pari a 88,9 milioni di euro (+9,5% rispetto al 31 marzo 2021).

Come noto, nell’ambito della gara pubblica indetta dal governo greco per la privatizzazione dell’operatore di distribuzione DEPA Infrastructure S.A., in data 9 settembre 2021 Italgas è stata dichiarata “preferred bidder” dal fondo greco per le privatizzazioni (HRADF) e in data 10 dicembre 2021 è stato sottoscritto il contratto d’acquisto per un corrispettivo di 733 milioni di euro. L’acquisizione di DEPA Infrastructure S.A., che si dovrebbe concludere nel corso del primo semestre del 2022, permetterà al Gruppo di rafforzare ulteriormente la propria leadership nel settore del gas europeo entrando in un mercato che offre significative opportunità di crescita e per il quale potrà mettere a disposizione le riconosciute capacità di sviluppo delle reti di distribuzione e di digitalizzazione del network anche a supporto del processo di transizione energetica del Paese.

 

Paolo Gallo, Amministratore Delegato di Italgas, ha così commentato:

I positivi risultati del primo trimestre 2022 ci permettono di inaugurare il nuovo mandato in piena continuità con quelli che lo hanno preceduto, all’insegna della crescita costante di tutti i principali indicatori economici. Un risultato ancora più rilevante alla luce di un contesto socioeconomico condizionato dal forte rialzo dei prezzi sul mercato dell’energia, i cui effetti sono stati ulteriormente acuiti dal conflitto russo-ucraino in corso.

Più nello specifico, registriamo un aumento del 6,7% dell’EBITDA, che tocca quota 250 milioni di euro, e un Utile Netto adjusted che si attesta a 89 milioni di euro, con un +9,5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Continuiamo ad investire nella trasformazione digitale dei nostri asset e dei processi ed alla formazione delle nostre persone, al fine di abilitare il network al ruolo di principale volano della transizione energetica grazie alla possibilità di accogliere e distribuire quote incrementali di gas rinnovabili quali biometano, idrogeno verde e metano sintetico.

In Sardegna prosegue l’estensione del nostro network nativo digitale, che ha ridato linfa allo sviluppo energetico dell’isola. Un modello virtuoso che presto, e su scala più ampia, contiamo di sviluppare anche in Grecia lavorando al fianco del governo alla decarbonizzazione dell’economia e dei consumi.

Digitalizzazione, sostenibilità ed efficienza si confermano le principali direttrici del nostro agire quotidiano per continuare a contribuire alla transizione energetica che oggi passa anche attraverso il conseguimento dei target del RePowerEU per la diversificazione delle fonti di approvvigionamento.

Il CdA di Italgas nomina Paolo Gallo Amministratore Delegato. Modifica al calendario degli eventi societari 2022

Torino, 26 aprile 2022 – Il Consiglio di Amministrazione di Italgas, riunitosi oggi a Torino in forma totalitaria sotto la presidenza di Benedetta Navarra, ha nominato Paolo Gallo Amministratore Delegato, conferendogli i poteri di amministrazione della Società con esclusione delle specifiche attribuzioni riservate per legge, statuto o in forza di delibera al Consiglio o al Presidente, che riveste un ruolo non esecutivo. All’Amministratore Delegato sono attribuite le funzioni di Chief Executive Officer anche ai fini dell’istituzione e del mantenimento di un efficacie sistema di controllo interno e di gestione dei rischi.

Il Consiglio di Amministrazione, sulla base delle informazioni fornite dagli interessati ha inoltre accertato – con riferimento a tutti i 9 Consiglieri – il rispetto dei limiti al cumulo degli incarichi di cui alla delibera del Consiglio di Amministrazione di Italgas del 21 febbraio 2022, che non sussistono cause di ineleggibilità e incompatibilità e che tutti posseggono i requisiti di onorabilità stabiliti dalla normativa vigente; ha altresì accertato, sulla base delle dichiarazioni rese, che il Presidente Benedetta Navarra e i Consiglieri Claudio De Marco, Fabiola Mascardi e Gianmarco Montanari sono in possesso dei requisiti d’indipendenza stabiliti dagli articoli 147-ter, comma 4, e 148, comma 3, del Testo Unico della Finanza e dall’articolo 2 del Codice di Corporate Governance (tenuto altresì conto dei criteri quantitativi e qualitativi approvati dal Consiglio di Amministrazione per valutare la significatività delle relazioni commerciali, finanziarie o professionali e della remunerazione aggiuntiva). Il Consigliere Lorenzo Parola ha dichiarato di possedere i requisiti di indipendenza ai sensi degli articoli 147-ter, comma 4, e 148, comma 3, del Testo Unico della Finanza.

Il Consiglio di Amministrazione, sulla base delle verifiche effettuate dal Collegio Sindacale in data odierna, ha quindi preso atto dell’insussistenza in capo ai Sindaci di situazioni di ineleggibilità, decadenza e incompatibilità e del possesso da parte degli stessi dei requisiti di professionalità e onorabilità di cui al D.M. 30 marzo 2000, n. 162, come specificati dall’art. 20.1 dello statuto, del rispetto dei limiti al cumulo di incarichi nonché del possesso dei requisiti di indipendenza previsti dalla legge e dal Codice di  Corporate Governance (tenuto altresì conto dei predetti criteri quantitativi e qualitativi).

Il Consiglio ha altresì verificato che la composizione del Consiglio stesso e del Collegio Sindacale rispetta le disposizioni normative e statutarie vigenti in materia di equilibrio tra i generi. Alla data odierna si segnala che, per quanto a conoscenza della Società, Paolo Gallo detiene n. 350.862 azioni di Italgas S.p.A.

curricula vitae dei Consiglieri e dei Sindaci sono disponibili sul sito www.italgas.it, rispettivamente alle pagine Consiglio di Amministrazione e Collegio Sindacale.

Italgas rende noto, infine, che nella seduta odierna il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di modificare il calendario degli eventi societari 2022, anticipando al 2 maggio 2022 la riunione del Consiglio di Amministrazione per l’approvazione del Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2022 originariamente fissata per il 4 maggio 2022; la diffusione dei risultati al mercato sarà effettuata nello stesso giorno; alle ore 16:00 si svolgerà la conference call per illustrare tali risultati alla comunità finanziaria.

Il calendario degli eventi societari è disponibile all’indirizzo: https://www.italgas.it/comunicato-price-sensitive/italgas-calendario-degli-eventi-societari-per-lanno-2022/

L’Assemblea degli Azionisti approva il Bilancio 2021 e rinnova gli organi sociali: Benedetta Navarra eletta Presidente

  • Approvato il bilancio di esercizio 2021
  • Dividendo di 0,295 euro per azione (+6,5% rispetto all’anno precedente)
  • Deliberazione favorevole sulla Politica sulla remunerazione 2022 e sui compensi corrisposti 2021

Torino, 26 aprile 2022 – L’Assemblea ordinaria degli Azionisti di Italgas si è riunita oggi a Torino sotto la Presidenza di Alberto Dell’Acqua, con una partecipazione del capitale sociale pari al 76,70%.

Paolo Gallo, Amministratore Delegato di Italgas, ha così commentato:

“L’Assemblea odierna offre l’opportunità per tirare le somme di questi sei anni di crescita ininterrotta che rappresentano anche il miglior presupposto per continuare lungo lo stesso percorso. La trasformazione digitale di asset e processi, insieme al reskilling delle persone hanno cambiato profondamente il DNA di questa Società, pur rimanendo fedele alle proprie radici. Abbiamo rafforzato la nostra leadership e il nostro ruolo di benchmark internazionale nonostante le grandi difficoltà del momento storico che il mondo sta attraversando. Voglio per questo ringraziare gli Azionisti di Italgas per la condivisione degli obiettivi, l’apprezzamento dell’azione svolta e la fiducia accordatami che mi permette di continuare a guidare Italgas in questa fase di svolta per il settore dell’energia e il raggiungimento dei target climatici”.

Come consentito dall’’art. 106 del D.L. n. 18/2020, convertito con modificazioni dalla L. n. 27/2020 (prorogato dal D.L. n. 228/2021 convertito dalla L. 15/2022), l’intervento dei Soci in Assemblea ha avuto luogo esclusivamente tramite il Rappresentante Designato ex art. 135-undecies del D.Lgs. n. 58/1998 (“TUF”).

L’Assemblea degli azionisti:

  • ha esaminato il bilancio consolidato del Gruppo Italgas al 31 dicembre 2021 che chiude con un utile netto attribuibile al Gruppo di 362,8 milioni di euro (384,6* milioni di euro nel 2020) ed un utile netto adjusted attribuibile al Gruppo di 367,7 milioni di euro (347,0* milioni di euro nel 2020);
  • ha approvato il bilancio di esercizio di Italgas S.p.A. al 31 dicembre 2021, che chiude con un utile netto di 239,6 milioni di euro (214,8 milioni di euro nel 2020);
  • ha deliberato di distribuire, a titolo di dividendo per azione, 0,295 euro (+6,5% rispetto all’anno precedente) in ragione delle azioni che risulteranno in circolazione alla data di stacco della cedola, utilizzando l’utile di esercizio di euro 239.588.775,34 risultante dal bilancio d’esercizio d’Italgas S.p.A. al 31 dicembre 2021. La messa in pagamento del dividendo decorrerà dal 25 maggio 2022, con data di stacco della cedola n. 6 fissata al 23 maggio 2022 e record date al 24 maggio 2022.

*Valori 2020 Restated

Il percorso di rendicontazione che ha portato alla redazione di una Relazione Integrata da parte della Società dall’esercizio 2020, è proseguito anche per il 2021, nel rispetto del chiaro intento di fornire evidenza dell’evoluzione costante nell’integrazione dei processi decisionali aziendali. Tale evoluzione è ottenibile grazie ad una visione coerente dell’organizzazione in termini di operatività, rischi ed opportunità, con l’obiettivo di garantire una gestione sostenibile, volta alla creazione di valore nel tempo negli ambiti sociale, ambientale ed economico-finanziario. Per tale motivo, la rendicontazione delle performance e dei fattori che determinano ed influenzano la capacità dell’azienda di creare valore (incluse quindi anche le informazioni di carattere non finanziario ai sensi del D.Lgs. n. 254/2016) è illustrata nella “Relazione Annuale Integrata 2021”, contenente la Relazione sulla gestione, il Bilancio consolidato e il Bilancio di esercizio dell’anno 2021.

Quanto alla Politica in materia di remunerazione 2022 e sui compensi corrisposti 2021, l’Assemblea ha approvato, con voto vincolante ai sensi dell’articolo 123-ter, comma 3-ter, del TUF, la Sezione I contenente la “Politica sulla Remunerazione 2022”, e, ai sensi del sesto comma del citato articolo, ha espresso parere favorevole con voto consultivo e non vincolante sulla Sezione II relativa ai compensi corrisposti nel 2021.

L’Assemblea degli Azionisti ha inoltre assunto le seguenti deliberazioni:

  • ha nominato il Consiglio di Amministrazione per tre esercizi, ossia fino alla data dell’Assemblea che sarà convocata per l’approvazione del bilancio di esercizio al 31 dicembre 2024, nelle persone di:

 

  • Benedetta Navarra
  • Paolo Gallo
  • Qinjing Shen
  • Maria Sferruzza
  • Manuela Sabbatini
  • Claudio De Marco
  • Lorenzo Parola

tratte dalla lista presentata congiuntamente dagli azionisti CDP Reti S.p.A. e Snam S.p.A. complessivamente titolari del 39,491% del capitale sociale, votata dalla maggioranza degli azionisti intervenuti in assemblea con circa il 59,07% del capitale rappresentato in assemblea; e

  • Fabiola Mascardi
  • Gianmarco Montanari

tratti dalla lista presentata dall’Azionista Inarcassa, titolare dell’1,3745% del capitale di Italgas, votata dalla minoranza degli azionisti intervenuti in assemblea, con circa il 40,41%del capitale rappresentato in assemblea.

L’Assemblea ha quindi eletto Presidente del Consiglio di Amministrazione Benedetta Navarra.
Benedetta Navarra, Claudio De Marco, Fabiola Mascardi e Gianmarco Montanari hanno dichiarato di possedere i requisiti di indipendenza ai sensi degli articoli 147-ter, comma 4, e 148, comma 3, del TUF e dell’articolo 2 del Codice di Corporate Governance. Lorenzo Parola ha dichiarato di possedere i requisiti di indipendenza ai sensi degli articoli 147-ter, comma 4, e 148, comma 3, del TUF; due quinti dei membri del nuovo Consiglio di Amministrazione (4 su 9) appartengono al genere meno rappresentato (femminile) in conformità alla normativa vigente in materia di equilibrio tra i generi.

L’Assemblea ha determinato il compenso annuo lordo spettante a ciascun amministratore in euro 50.000, oltre al rimborso delle spese sostenute in ragione dell’incarico.

L’Assemblea ha infine:

  • nominato il Collegio Sindacale per tre esercizi, ossia fino alla data dell’Assemblea che sarà convocata per l’approvazione del bilancio di esercizio al 31 dicembre 2024, nelle persone di:

 

  • Giulia Pusterla, Presidente;
  • Paola Maria Maiorana, Sindaco Effettivo;
  • Maurizio Di Marcotullio, Sindaco Effettivo;
  • Stefano Fiorini, Sindaco Supplente;
  • Barbara Cavalieri, Sindaco Supplente.

Il Presidente del Collegio Sindacale, Giulia Pusterla è tratto dalla lista presentata dall’Azionista Inarcassa titolare dell’1,3745% del capitale di Italgas, votata dalla minoranza degli azionisti intervenuti in assemblea, con circa il 40,31% del capitale rappresentato in assemblea. Il Sindaco Supplente Barbara Cavalieri è stata eletta dall’assemblea, su proposta dell’Azionista Inarcassa, con circa il 99,37% del capitale rappresentato in assemblea. I Sindaci Effettivi Paola Maria Maiorana e Maurizio Di Marcotullio e il Sindaco Supplente Stefano Fiorini sono tratti dalla lista presentata dall’azionista CDP Reti S.p.A. titolare del 26,009% del capitale sociale, votata dalla maggioranza degli azionisti intervenuti in assemblea con circa il 59,43% del capitale rappresentato in assemblea;

  • determinato il compenso annuo lordo spettante al Presidente del Collegio Sindacale e a ciascun Sindaco Effettivo, rispettivamente in euro 70.000, ed euro 45.000, oltre al rimborso delle spese sostenute in ragione dell’incarico.

curricula vitae dei Consiglieri e dei Sindaci sono disponibili sul sito www.italgas.it, rispettivamente alle pagine Consiglio di Amministrazione e Collegio Sindacale.

Alla data odierna si segnala che, per quanto a conoscenza della Società, Paolo Gallo detiene n. 350.862 azioni di Italgas S.p.A.

L’Assemblea degli Azionisti ringrazia il precedente Consiglio ed il precedente Collegio Sindacale per il lavoro svolto nel triennio 2019-2021.

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Giovanni Mercante, dichiara ai sensi del comma 2 articolo 154-bis del TUF che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.

Italgas: depositate le liste per il rinnovo degli organi sociali. Gli azionisti CDP Reti S.p.a e Inarcassa presentano proposte di deliberazione si sensi dell’art. 126, Comma 1, penultimo periodo, del TUF

Milano, 5 aprile 2022 – Italgas comunica che sono state depositate n. 2  liste di candidati alla carica di membri del Consiglio di Amministrazione e n. 2  liste di candidati alla carica di membri del Collegio Sindacale, in vista dell’Assemblea del 26 aprile 2022 in unica convocazione, che rinnoverà gli organi sociali.

Gli azionisti CDP Reti S.p.A. e Snam S.p.A., rappresentanti complessivamente il 39,491% del capitale di Italgas, hanno depositato congiuntamente n. 1 lista dei candidati alla carica di membri del Consiglio di Amministrazione:

  1. Benedetta Navarra (Presidente) (*)
  2. Paolo Gallo (**)
  3. Qinjing Shen
  4. Maria Sferruzza
  5. Manuela Sabbatini
  6. Claudio De Marco (*)
  7. Lorenzo Parola (***)
  8. Antonella Guglielmetti (*)
  9. Maurizio Santacroce (*)

(*) Candidato che ha dichiarato di possedere i requisiti di indipendenza ai sensi degli articoli 147-ter, comma 4, e 148, comma 3, del D.lgs. n. 58 del 24 febbraio 1998 (TUF) e dell’articolo 2 del Codice di Corporate Governance.

(**) Candidato in possesso delle competenze professionali specifiche per la carica di amministratore delegato.

(***) Candidato che ha dichiarato di possedere i requisiti di indipendenza ai sensi degli articoli 147-ter, comma 4, e 148, comma 3, del TUF.

L’azionista CDP Reti, rappresentante il 26,009% del capitale di Italgas, ha depositato n. 1 lista dei candidati alla carica di membri del Collegio Sindacale:

Per la carica di Sindaco Effettivo

  1. Paola Maria Maiorana (*) (**)
  2. Maurizio Di Marcotullio (*) (**)

Per la carica di Sindaco Supplente

  1. Stefano Fiorini (*) (**)

(*) Candidato iscritto nel registro dei revisori legali, che ha dichiarato di aver esercitato l’attività di controllo legale dei conti per un periodo non inferiore a tre anni.

(**) Candidato che ha dichiarato di possedere anche i requisiti di indipendenza previsti dall’art. 148, comma 3, lettere b) e c) del TUF e dall’articolo 2 del Codice di Corporate Governance.

L’Azionista Inarcassa (Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Ingegneri ed Architetti Liberi Professionisti), rappresentante l’1,3745% del capitale di Italgas, ha depositato n. 1 lista dei candidati alla carica di membri del Consiglio di Amministrazione e n. 1 lista dei candidati alla carica di membri del Collegio Sindacale.

La lista dei candidati alla carica di membri del Consiglio di Amministrazione presentata da Inarcassa è composta da:

  1. Fabiola Mascardi (*)
  2. Gianmarco Montanari (*)

(*) Candidato che ha dichiarato di possedere i requisiti di indipendenza ai sensi degli articoli 147-ter, comma 4, e 148, comma 3, del TUF e dell’articolo 2 del Codice di Corporate Governance.

Inarcassa ha altresì presentato, nei termini e con le modalità di legge, una lista di candidati per la nomina del Collegio Sindacale di Italgas contenente un candidato alla carica di Sindaco Effettivo (Giulia Pusterla) e un candidato alla carica di Sindaco Supplente (Simone Montanari).

Tuttavia, appresa la sopravvenuta indisponibilità del candidato dott. Simone Montanari ad assumere la carica di Sindaco Supplente in Italgas, Inarcassa ha quindi formulato la proposta di deliberare la nomina della dott.ssa Barbara Cavalieri alla carica di Sindaco Supplente di Italgas.

Sia il candidato alla carica di Sindaco Effettivo Giulia Pusterla, sia il candidato alla carica di Sindaco Supplente Barbara Cavalieri hanno dichiarato (i) di essere iscritti nel registro dei revisori legali e di aver esercitato l’attività di controllo legale dei conti per un periodo non inferiore a tre anni; (ii) di possedere anche i requisiti di indipendenza previsti dall’art. 148, comma 3, lettere b) e c) del TUF e dall’articolo 2 del Codice di Corporate Governance.

Si precisa infine che Inarcassa ha dichiarato, anche ai sensi della Comunicazione Consob n. DEM/9017893 del 26.02.2009, l’assenza di rapporti di collegamento e/o di relazioni significative con i soci che detengono anche congiuntamente una partecipazione di controllo o di maggioranza relativa.

***

Proposta di deliberazione dell’azionista CDP Reti S.p.A. ai sensi dell’art. 126-bis, comma 1, penultimo periodo, del TUF

L’azionista CDP Reti S.p.A. ha presentato una proposta di deliberazione, ai sensi dell’art. 126-bis, comma 1, penultimo periodo del TUF, con riferimento al punto 4, sub 4.3, all’ordine del giorno “Nomina del Presidente del Consiglio di Amministrazione”, proponendo di “nominare Benedetta Navarra quale Presidente del Consiglio di Amministrazione”.

***

Le liste e la relativa documentazione richiesta dalle disposizioni in materia (nonché le proposte di deliberazione ai sensi dell’art. 126-bis, comma 1, penultimo periodo, del TUF), sono a disposizione del pubblico presso la sede di Italgas a Milano, in via Carlo Bo 11, sul sito della Società (www.italgas.it, nella sezione “Governance” – “Assemblea 2022”), sul sito internet di Borsa Italiana S.p.A. (www.borsaitaliana.it) e sul meccanismo di stoccaggio autorizzato “eMarket STORAGE” all’indirizzo www.emarketstorage.com.

Italgas: il Consiglio di Amministrazione convoca l’Assemblea degli Azionisti il 26 aprile 2022

Milano, 10 marzo 2022 – Il Consiglio di Amministrazione di Italgas, riunitosi ieri sotto la presidenza di Alberto Dell’Acqua, ha deliberato di convocare per il prossimo 26 aprile, alle ore 10:30, in unica convocazione, l’Assemblea Ordinaria degli Azionisti per deliberare sull’approvazione del Bilancio 2021, sulla proposta di destinazione dell’utile, sulla relazione sulla politica in materia di remunerazione e sui compensi corrisposti, nonché sulla nomina degli organi sociali.

Il Consiglio ha deliberato di proporre all’Assemblea la distribuzione di un dividendo di 0,295 euro per ciascuna delle azioni della Società. Il dividendo sarà messo in pagamento il 25 maggio 2022, con data stacco il 23 maggio 2022 (record date 24 maggio 2022).

Il Consiglio di Amministrazione sottoporrà inoltre all’Assemblea le proprie proposte con riferimento alla determinazione (i) della durata in carica e del compenso degli Amministratori, nonché (ii) del compenso del Presidente del Collegio Sindacale e dei Sindaci Effettivi.

In conformità a quanto previsto dal D.Lgs. 58/98 (“TUF”) e dal Codice di Corporate Governance, il Consiglio di Amministrazione ha, altresì, valutato l’indipendenza dei propri Amministratori alla data del 9 marzo 2022. Il Consiglio di Amministrazione, preso atto della verifica effettuata dal Collegio Sindacale in capo ai propri membri, ha altresì verificato in pari data il permanere dei requisiti di indipendenza dei componenti del Collegio Sindacale, anche ai sensi del Codice di Corporate Governance.

In esecuzione del Piano di co-investimento 2018-2020 approvato dall’Assemblea Ordinaria e Straordinaria degli Azionisti del 19 aprile 2018, il Consiglio ha determinato l’attribuzione gratuita di complessive n. 477.364 nuove azioni ordinarie della Società ai beneficiari del Piano stesso (c.d. secondo ciclo del Piano) e avviato l’esecuzione della seconda tranche dell’aumento di capitale deliberato dalla predetta Assemblea, per un importo di nominali euro 591.931,36 prelevato da riserve da utili a nuovo. La Società fornirà nei modi e nei termini di legge le informazioni puntuali relative all’attuazione del Piano e al capitale sociale risultante dall’esecuzione di detto aumento.

La Società ha deciso di continuare ad avvalersi della facoltà di cui all’art. 106, comma 4, del D.L. n. 18/2020, convertito con modificazioni nella L. n. 27/2020, come prorogato dal Decreto Legge n. 228/2021 convertito dalla L. 15/2022, prevedendo che l’intervento in Assemblea da parte degli aventi diritto possa avvenire esclusivamente per il tramite di Georgeson S.r.l., con sede legale in Roma, Via Emila 88, che è stato nominato “Rappresentante Designato” della Società ai sensi dell’art. 135-undecies del TUF. Per maggiori informazioni al riguardo si rinvia all’avviso di convocazione dell’Assemblea Ordinaria di Italgas che sarà pubblicato dalla Società nei modi e nei termini di legge.

Come indicato nell’avviso di convocazione dell’Assemblea, entro i termini di legge saranno messi a disposizione la Relazione Annuale Integrata al 31 dicembre 2021, la Relazione sulla Politica di Remunerazione 2022 e sui compensi corrisposti 2021, la Relazione sul Governo Societario e gli Assetti Proprietari 2021, le relazioni sulle materie all’ordine del giorno, nonché la restante documentazione di legge ai fini dell’Assemblea.

Italgas: approvati i Risultati consolidati al 31 dicembre 2021

Il Consiglio di Amministrazione ha convocato l’Assemblea degli Azionisti per il prossimo 26 aprile 2022.

Milano, 10 marzo 2022 – Il Consiglio di Amministrazione di Italgas, riunitosi ieri sotto la presidenza di Alberto Dell’Acqua, ha approvato i risultati al 31 dicembre 2021 e ha deliberato di proporre all’Assemblea degli Azionisti la distribuzione di un dividendo di 0,295 euro per azione (+6,5% rispetto al 2020).

Principali dati

Highlights economici e finanziari1

  • Ricavi totali adjusted: 1.370,8 milioni di euro (+2,8%)
  • Margine Opertivo Lordo (EBITDA) adjusted: 1.008,9 milioni di euro, (+4,1%)
  • Utile operativo (EBIT) adjusted: 583,2 milioni di euro, (+6,2%)
  • Utile netto adjusted2: 367,7 milioni di euro (+6,0% rispetto al risultato del 2020 restated)
  • Investimenti tecnici: 865,1 milioni di euro (+11,5%)
  • Flusso di cassa da attività operativa: 831,9 milioni di euro (746,6 milioni di euro nel 2020)
  • Indebitamento finanziario netto3 4.980,0 milioni di euro; 4.910,0 milioni di euro esclusi gli effetti IFRS 16

Highlights di sostenibilità

  • 160,7 103 tCO2 e Scope 1 e 2, -7,3% rispetto al 2020
  • Volumi di gas vettoriato: 8.886,68 milioni di metri cubi, +4,8% rispetto al 2020
  • 0,067 intensità energetica4, -4,3% rispetto al 2020
  • Gas leakage rate5: 0,087%, -13,0% rispetto al 2020
  • Emissioni fuggitive/km rete: 106,7, -10,3% rispetto al 2020
  • Grammi di inquinanti per km percorso dalla flotta auto: 0,081 gNOx (in linea con il 2020), 0,0003 grammi di particolato (-18,3% rispetto al 2020)
  • Indice di frequenza infortuni dipendenti e contrattisti6: 1,07 (rispetto a 1,41 del 2020)
  • 22% donne in posizione di responsabilità, rispetto al 16,7% del 2020
  • 16,4% presenza femminile in azienda, rispetto al 15,1% del 2020
  • 112.379 ore totali di formazione erogate (+48,0% rispetto al 2020), di cui 24.832 per tematiche inerenti alla digitalizzazione

Highlight operativi (comprensivi delle società partecipate):

  • Comuni in concessione per il servizio di distribuzione gas: n. 1.898
  • Numero di contatori attivi: 7,757 milioni
  • Rete di distribuzione gas: circa 74.400 Km

In un contesto di sostanziale ripresa economica, sia pure in parte limitata dal perdurare dell’emergenza sanitaria e dal forte rialzo dei prezzi dell’energia, le performance del Gruppo Italgas confermano il costante trend di crescita avviato con il ritorno in Borsa nel novembre 2016. L’esercizio 2021 presenta risultati estremamente positivi con riferimento a tutti i principali indicatori economico-finanziari, coniugati peraltro con gli importanti progressi rendicontati volti al raggiungimento dei target ESG stabiliti nel Piano Strategico 2021-2027.

L’integrazione degli obiettivi di sostenibilità e di performance economica consente al Gruppo di contribuire con le proprie scelte di investimento al processo di transizione energetica nella direzione indicata dall’UE e di contribuire all’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Ne sono una dimostrazione gli 865,1 milioni di euro di investimenti realizzati nel periodo (+11,5% rispetto al 31 dicembre 2020) dedicati prioritariamente alla trasformazione digitale di asset e processi, alla metanizzazione della Sardegna e al repurposing delle reti al fine di abilitarle alla distribuzione di gas rinnovabili (nell’immediato biometano e nel medio periodo idrogeno verde e metano sintetico).

Nel 2021 sono stati posati 732 km di nuove condotte, di cui 91 km in Sardegna dove la realizzazione di nuove reti completamente digitali è proseguita, anche attraverso l’installazione e la messa in servizio di 50 nuovi impianti di stoccaggio di GNL, raggiungendo un’estensione complessiva di circa 900 km su un totale da realizzare di circa 1.100 km: a fine 2021 le utenze servite con gas naturale nell’isola ammontano a 3.891.

Anche la generazione di cassa ha registrato un significativo incremento, con un flusso di cassa da attività operativa a fine 2021 pari a ben 831,9 milioni di euro.

La posizione finanziaria netta7 al 31 dicembre 2021 è pari a 4.980,0 milioni di euro (4.736,5 milioni di euro al 31 dicembre 2020). Al netto dei debiti finanziari ex IFRS 16 pari a 70,0 milioni euro (76,3 milioni di euro al 31 dicembre 2020), la posizione finanziaria netta4 si attesta a 4.910,0 milioni di euro (4.660,2 milioni di euro al 31 dicembre 2020).

L’EBITDA adjusted a fine 2021 ammonta a 1.008,9 milioni di euro (+4,1% rispetto al 31 dicembre 2020) e l’utile netto adjusted attribuibile al Gruppo è pari a 367,7 milioni di euro (+6,0% rispetto al 31 dicembre 2020).

Nell’ambito della gara pubblica indetta dal governo greco per la privatizzazione dell’operatore di distribuzione DEPA Infrastructure S.A., in data 9 settembre 2021 Italgas è stata dichiarata  ‘preferred bidder’ dal fondo greco per le privatizzazioni (HRADF) e in data 10 dicembre 2021 è stato sottoscritto il contratto d’acquisto  per un corrispettivo di 733 milioni di euro. L’acquisizione di DEPA Infrastructure S.A., che si concluderà nel corso del primo semestre del 2022, permetterà al Gruppo di rafforzare ulteriormente la propria posizione di leadership nel settore del gas europeo entrando in un mercato che offre significative opportunità di crescita e per il quale potrà mettere  a disposizione le riconosciute  capacità di sviluppo delle reti di distribuzione e di digitalizzazione del network anche a supporto del processo di  transizione energetica del Paese.

Paolo Gallo, Amministratore Delegato di Italgas, ha così commentato:

In un 2021 che ha visto i primi importanti segnali di ripresa economica, sebbene condizionati dal perdurare dell’emergenza sanitaria e dalle forti tensioni sui costi delle materie prime, Italgas si è confermata una realtà industriale tra le più solide del Paese.

Per il ventesimo trimestre consecutivo dal ritorno in Borsa registriamo la crescita di tutti gli indicatori economici e in particolare dell’EBITDA adjusted che è aumentato del 4,1% superando il miliardo di euro, e dell’Utile Netto adjusted che con un +6% si attesta a 367,7 milioni di euro. Gli investimenti, che hanno toccato la quota record di 865 milioni di euro, sono cresciuti dell’11,5% rispetto all’anno precedente e hanno continuato ad essere allo stesso tempo una leva strategica per proseguire la trasformazione digitale del network e un importante contributo per il rilancio dell’economia italiana.

Digitalizzare un’infrastruttura così capillare come la nostra rete di distribuzione corrisponde non solo a valorizzare un patrimonio del Paese e a diventare un benchmark globale per il settore; significa anche assicurare alle reti del gas un ruolo centrale nella transizione ecologica in quanto asset che, in una logica di sector coupling, è in grado di garantire efficienza e flessibilità al sistema energetico nazionale e una maggiore diversificazione delle fonti attraverso la progressiva introduzione di gas rinnovabili come biometano e idrogeno.

A questa stessa logica risponde l’impegno in Grecia, dove l’acquisizione di Depa Infrastructure siglata lo scorso dicembre ci consentirà di lavorare al fianco del governo ellenico per realizzare il phase out da carbone e lignite e favorire il raggiungimento dei target UE net zero.

L’innovazione tecnologica continua a rappresentare il principale driver dell’importante percorso di sviluppo del Gruppo Italgas accanto all’attenzione alle persone, come dimostrano la crescita della percentuale di popolazione femminile sia a livello di Gruppo che in posizioni manageriali e la forte spinta alla formazione, cha ha visto un importante incremento delle ore di formazione erogate, anche con uno specifico focus sulla digitalizzazione.


1. La società per le analisi economico – finanziarie riferite all’esercizio 2021 ha ritenuto maggiormente rappresentativo commentare i risultati adjusted, ovvero i risultati ricorrenti, comparandoli con i risultati ricorrenti adjusted dell’esercizio 2020.

2. Per utile netto adjusted si intende l’utile netto adjusted attribuibile al Gruppo Italgas al netto della quota di competenza delle terze parti.

3. Al 31 dicembre 2021, l’indebitamento finanziario netto riportato in Relazione sulla gestione non considera passività per 5,6 milioni di euro verso Conscoop costituite da prestiti soci erogati dalla stessa ad Isgastrentatrè, poi incorporata in Medea, in quanto parte della regolazione differita del prezzo di acquisto.

4. Calcolata come rapporto tra il totale del consumo energetico del Gruppo e il gas vettoriato.

5. Volume delle emissioni fuggitive di gas naturale/ volume di gas vettoriato.

6. Indice di frequenza: numero infortuni registrati / milioni di ore lavorate.

7. Al 31 dicembre 2021, l’indebitamento finanziario netto riportato in Relazione sulla gestione non considera passività per 5,6 milioni di euro verso Conscoop costituite da prestiti soci erogati dalla stessa ad Isgastrentatrè, poi incorporata in Medea, in quanto parte della regolazione differita del prezzo di acquisto.

Italgas: Calendario degli eventi societari per l’anno 2022 in data 27.01.2022

Milano, 27 gennaio 2022 – Italgas comunica il calendario degli eventi societari e le date di diffusione al pubblico dei risultati economico-finanziari che saranno esaminati dal Consiglio di Amministrazione nel corso del 2022:

  • Relazione Annuale Integrata e progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2021;
  • Proposta dividendo 2021;
  • Relazione sul governo societario e gli assetti proprietari 2021;
  • Relazione sulla Remunerazione 2022;
  • Convocazione Assemblea degli Azionisti.
Consiglio di Amministrazione

 

Comunicato Stampa e Conference Call*

9 marzo 2022

 

10 marzo 2022

  • Bilancio di esercizio 2021;
  • Delibera distribuzione utile dell’esercizio 2021;
  • Nomina CDA e Collegio Sindacale
Assemblea degli AzionistiComunicato stampa**26 aprile 2022 in unica convocazione
  • Resoconto intermedio di gestione
    al 31 marzo 2022.
Consiglio di Amministrazione

 

Comunicato stampa e Conference call*

4 maggio 2022

 

5 maggio 2022

  • Piano Strategico 2022-2028.
Consiglio di Amministrazione

 

Comunicato stampa e Strategy Presentation*

14 giugno 2022

 

15 giugno 2022

  • Relazione finanziaria semestrale relativa al primo semestre 2022.
Consiglio di Amministrazione

 

Comunicato stampa e Conference call*

25 luglio 2022

 

26 luglio 2022

  • Resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2022.
Consiglio di Amministrazione

 

Comunicato stampa e Conference call*

26 ottobre 2022

 

27 ottobre 2022

 

 

 

 

 

 

 

 

* Diffusione comunicato stampa la mattina a Borsa chiusa. Conference Call per la presentazione dei risultati/Piano Strategico nello stesso giorno;

** Diffusione comunicato stampa al termine dell’Assemblea;

Sono comunicate al mercato le date relative a:

pagamento del dividendo per l’anno fiscale 2021: 25 maggio 2022 (record date 24 maggio 2022), con data di stacco il 23 maggio 2022;

– road show per l’illustrazione agli investitori istituzionali e agli analisti finanziari degli obiettivi aziendali stabiliti nel Piano Strategico 2022-2028 a partire dal mese di giugno.

Eventuali variazioni alle date sopra riportate saranno tempestivamente comunicate.

 

Ultimo aggiornamento: