G7 Energia: Italgas apre le porte della sua sede storica di Torino

Torino, 23 aprile 2024 – Sabato 27 e domenica 28 aprile, Italgas ospiterà due eventi che precedono i lavori del G7 Clima, Ambiente ed Energia, a cui parteciperanno i rappresentanti delle delegazioni ministeriali estere.

Le porte della sede storica di Largo Regio Parco 9 a Torino faranno infatti da cornice alla “Planet Week”, la manifestazione organizzata dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica e da “Connect4Climate”.

In concomitanza con i lavori del G7, Italgas sosterrà iniziative per richiamare l’attenzione su temi quali l’azione climatica, l’economia circolare, le energie rinnovabili e l’acqua, allo scopo di promuovere un dibattito su sfide e soluzioni globali per il raggiungimento della neutralità carbonica.

Più nello specifico, i lavori del G7 saranno preceduti dal seminario “Transitioning to net-zero: technology roadmaps”, organizzato il 27 aprile, a partire dalle ore 14:30, insieme a WEC ItaliaComitato nazionale italiano del Consiglio Mondiale dell’Energia ed OMEC – Organisation Méditerranéenne de l’Energie et du Climat e in collaborazione con Globe Italia, Politecnico di Torino e Global Energy Center dell’Atlantic Council. L’evento, attraverso contributi accademici, istituzionali e del mondo dell’energia, approfondirà il ruolo strategico dell’innovazione tecnologica per un’efficace transizione verso la neutralità carbonica.

Domenica 28 aprile, alle ore 9:30, sempre nella sede storica di Italgas a Torino, il Ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, Gilberto Pichetto Fratin, e l’Amministratore Delegato, Paolo Gallo, accoglieranno le delegazioni ministeriali e i rappresentanti diplomatici per un confronto dal titolo “Bridging tradition and sustainable energy”.

Siamo lieti di prendere parte alla Planet Weekha commentato l’AD di Italgas, Paolo Galloe di mostrare agli ospiti del G7 Clima, Energia e Ambiente come Italgas stia affrontando la sfida del net zero con un impegno senza precedenti fatto di ricerca e sviluppo delle tecnologie per un utilizzo diffuso dei gas rinnovabili che sostituiranno progressivamente quello di origine fossile. Un’occasione per contribuire al dibattito globale sulle scelte da compiere sul fronte delle infrastrutture per una decarbonizzazione efficace, rapida e sostenibile e, in quanto tale, improntata alla neutralità tecnologica”.

“Sicurezza e competitività delle forniture energetiche sono tornate ad essere una preoccupazione essenziale per i partner del G7ha commentato Marco Margheri, Presidente WEC Italia –. Dopo la COP28, anche il percorso verso la transizione energetica deve essere ripensato per essere più efficace e veloce, con il contributo di tutti i settori e tutte le tecnologie. L’Italia è al centro di queste trasformazioni grazie a forti partenariati nel Mediterraneo e in Africa, e ha sviluppato politiche e competenze distintive: la collaborazione con Italgas permetterà di discutere il contributo di competenze e innovazione per la decarbonizzazione di settori strategici, come la distribuzione di gas naturale e nuovi gas”.

Italgas e I3P lanciano il “Cantiere del futuro”: una call for startup per la sostenibilità innovativa

L’iniziativa mira a individuare soluzioni e tecnologie all’avanguardia per accelerare la trasformazione del lavoro in cantiere e favorire la transizione verso un nuovo modo di costruire sostenibile.

Torino, 11 marzo 2024Italgas, Network Tech Company leader nei settori della distribuzione del gas, idrico, efficienza energetica e IT, lancia una nuova call for startup in collaborazione con I3P, l’Incubatore di Imprese Innovative del Politecnico di Torino.

La call è dedicata alla ricerca di soluzioni e tecnologie innovative per il “Cantiere del futuro” e rientra nell’ambito di “Ideas 4 Italgas”, un programma di open innovation, lanciato dal Gruppo Italgas nel 2020, per selezionare le migliori startup e PMI a supporto della trasformazione digitale delle reti e della sostenibilità delle attività del Gruppo.

Più nello specifico questa call mira a esplorare le innovazioni esistenti sul territorio nazionale e internazionale che possano contribuire a definire il profilo del cantiere sostenibile, accelerando così il processo di transizione verso un nuovo modo di costruire le infrastrutture energetiche e di lavorare sempre più in sicurezza nei cantieri di domani.

La call è aperta alle proposte di startup e PMI in materia di soluzioni e tecnologie innovative per ridurre l’impatto ambientale, facilitare la rilevazione tempestiva delle anomalie e ottimizzare i costi operativi collegati alle attività di cantiere. In questo senso, Italgas ha definito cinque aree principali di interesse: progettazione delle reti gas, monitoraggio e sicurezza del cantiere, costruzione delle nuove reti, gestione dei rifiuti e manutenzione delle infrastrutture. La partecipazione all’iniziativa è gratuita e le candidature possono essere redatte in lingua italiana oppure in inglese.

Alla call di Italgas e I3P possono rispondere le società costituite in Italia o all’estero, possibilmente con team, risorse e asset dedicati al progetto da candidare, e i gruppi di lavoro composti da due o più persone fisiche, che operano per realizzare un’innovazione tecnologica originata da attività di ricerca. I progetti possono trovarsi in diversi stadi attuali di maturità: idea da tradurre in prototipo entro l’anno, prototipo già realizzato e validato o da validare sul mercato, prodotto/servizio già commercializzato o in procinto di esserlo. Le candidature sono aperte fino al 6 maggio 2024, sul sito web ideas4italgas.italgas.it che contiene anche il bando completo, dopodiché Italgas e I3P valuteranno le proposte ricevute e annunceranno i progetti vincitori durante un evento finale entro il mese di giugno.

I progetti selezionati riceveranno l’opportunità di sviluppare un Proof-of-Concept con Italgas, collaborando direttamente con il gruppo per testare sul campo la propria proposta tecnologica e la fattibilità del caso d’uso presentato. Inoltre, i team scelti dalla call potranno accedere gratuitamente sia alla mentorship e ai laboratori di Italgas, per studiare insieme come integrare i progetti innovativi all’interno dei processi del gruppo, sia a un percorso di incubazione in I3P da sei mesi, che offre consulenza strategica e formazione imprenditoriale per massimizzare la crescita delle startup.

“L’open innovation per Italgas – ha spiegato Raffaella Marcuccio, Direttore Procurement e Material Management di Italgasoltre a essere un inesauribile veicolo di innovazione e un abilitatore di futuro, è un canale di confronto continuo che consente al Gruppo di crescere e far crescere le realtà in cui è presente e opera. Con questa nuova call, vogliamo proseguire nel percorso virtuoso che in questi anni ci ha permesso di selezionare oltre 500 startup, di testare le rispettive tecnologie e di collaborare allo sviluppo di nuovi prototipi che in alcuni casi hanno contribuito a trasformare la nostra operatività quotidiana sotto il profilo dell’innovazione e della sostenibilità. Proprio quello che intendiamo fare con questa nuova call dedicata allo sviluppo di un nuovo paradigma green per i nostri cantieri”.

Siamo fieri di proseguire le attività di Open Innovation avviate con il gruppo Italgas negli anni scorsi e di offrire a tutte le startup, non solo quelle del nostro network, una nuova opportunità concreta di collaborazione con una realtà corporate d’eccellenza a livello internazionale”, ha commentato Giuseppe Scellato, Presidente di I3P. “Il programma Ideas 4 Italgas e la sua nuova call focalizzata sui cantieri del futuro rappresentano l’ideale punto d’incontro tra le esigenze evolutive di un importante settore di mercato e l’inventiva tecnologica delle giovani imprese. Il ruolo dell’incubatore sarà quello di favorire l’incontro tra domanda e offerta di innovazione, generando valore per tutti gli attori coinvolti nel processo.

****

Italgas

Italgas è una Network Tech Company, leader nei settori gas, idrico, efficienza energetica e IT. Primo operatore in Italia e Grecia nella distribuzione del gas naturale, e terzo in Europa, gestisce un network che si estende per oltre 81.000 chilometri al servizio di circa 8 milioni di clienti. Con le sue controllate nell’idrico, il Gruppo serve – direttamente e indirettamente – 6,2 milioni di persone (pari al 10% della popolazione italiana) concentrate nelle regioni Lazio, Sicilia e Campania.

Per maggiori informazioniwww.italgas.it

 

I3P – Incubatore del Politecnico di Torino

L’Incubatore di Imprese Innovative del Politecnico di Torino (I3P) supporta la nascita e lo sviluppo di startup innovative con elevata intensità tecnologica e potenzialità di crescita, fondate sia da ricercatori universitari e studenti, sia da imprenditori esterni, fornendo servizi di consulenza strategica, coaching, mentoring, supporto al fundraising e spazi di lavoro. Fondato nel 1999, I3P è una società per azioni partecipata da Politecnico di Torino, Fondazione LINKS, Camera di Commercio di Torino, Finpiemonte, Città Metropolitana di Torino e Fondazione Piemonte Innova. La missione dell’Incubatore del Politecnico di Torino è sostenere l’ecosistema dell’imprenditorialità, con l’obiettivo di generare sviluppo economico e occupazione nelle filiere industriali innovative. I3P adotta una strategia di collaborazione con istituzioni e soggetti privati, impegnati nella ricerca e nell’alta formazione, nei servizi per il trasferimento tecnologico, nel finanziamento dell’innovazione, nell’internazionalizzazione verso nuovi mercati.

Per maggiori informazioniwww.i3p.it

Ufficio stampa Italgas

Mirko Cafaro | +39 331 6092084 | ufficio.stampa@italgas.it

Ufficio stampa I3P

Press Play – Comunicazione e pubbliche relazioni

Alessandro Tibaldeschi | +39 333 6692430 | ale@agenziapressplay.it

 

A Porto Torres (SS) inaugurato il primo “Medea Info Point” dell’isola

Porto Torres (SS), 27 febbraio 2024 – Medea, la società del Gruppo Italgas attiva nella distribuzione del metano in Sardegna, ha inaugurato oggi in viale delle Vigne 33C il primo “Medea Info Point” dell’isola alla presenza del sindaco di Porto Torres, Massimo Mulas, e dell’Amministratore Delegato della Società, Ruggero Bimbatti.

L’Info Point sarà aperto il martedì e il giovedì, dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 16.00.

Si tratta del primo di 7 nuovi punti di contatto territoriali che sorgeranno nei prossimi mesi ad Alghero (SS), Oristano, Sestu (CA), Sanluri (SU), Villaperuccio (SU) e Siniscola (NU), allo scopo di supportare i clienti finali e le Società di Vendita nella gestione delle pratiche relative al servizio di distribuzione del gas, come l’allacciamento alla rete e l’attivazione della fornitura. Il personale di Medea sarà inoltre a disposizione dei residenti anche per fornire informazioni e dettagli in merito agli incentivi e alle promozioni commerciali attive che, nella maggior parte dei casi, consentiranno di ridurre drasticamente le spese di allacciamento.

Più nello specifico, per i nuovi allacci alla rete, Medea ha attivato la promozione “GaSmart”, rivolta ai clienti finali, che prevede il rimborso dei costi di allacciamento e l’attivazione gratuita della fornitura. Il contributo massimo richiesto per allacciarsi è pari a 200 euro, rimborsato a seguito dell’attivazione del servizio. Aderendo a “Domo Mea” by Medea, invece, le Società di Vendita promuoveranno la concessione di contributi per la realizzazione o l’adeguamento degli impianti interni necessari per consentire l’attivazione della fornitura gas. Per ogni nuova attivazione eseguita, con esito positivo, entro fine anno, Medea rimborserà alle Società di Vendita i costi sostenuti, fino ad un massimo di 1.500 euro oltre IVA, per la realizzazione o l’adeguamento degli impianti interni necessari all’attivazione della fornitura del metano. Per maggiori informazioni consultare il sito www.medeagas.it.

L’apertura a Porto Torres del primo Medea Info Point dell’Isola è un ulteriore tassello di quello che rappresenta un servizio utilissimo per la città, atteso da decenniha dichiarato il Sindaco di Porto Torres Massimo Mulas -. Per noi è positivo che la popolazione turritana possa avere a disposizione operatori esperti in grado di aiutare i cittadini nelle varie operazioni e nella gestione delle pratiche, in maniera tale che possano usufruire al meglio dei vantaggi offerti dal servizio. Li ringraziamo dunque per il lavoro che faranno da oggi in poi”.

Siamo felici dell’inaugurazione di questo nuovo punto di contatto con le comunità locali che consentirà a Medea di garantire un servizio sempre più efficiente e diffuso ha sottolineato l’Amministratore Delegato della Società Ruggero Bimbatti -. Il nostro personale è a disposizione per accogliere e supportare i cittadini nella scelta delle soluzioni di allacciamento più idonee che consentiranno loro di beneficiare di una fonte energetica più economica, sicura e sostenibile rispetto alle altre in uso sull’isola. Il percorso di transizione intrapreso a livello europeo e nazionale comporterà una profonda trasformazione del sistema energetico, ma la Sardegna è già nel futuro grazie a reti smart, digitali e flessibili, pronte ad accogliere non solo il metano, ma anche gas rinnovabili come biometano, idrogeno e metano sintetico”.

Presentata ufficialmente «Enaon», la nuova identità delle società greche del Gruppo

Atene, 14 febbraio 2024 – Italgas ha ufficialmente presentato la nuova identità delle società greche che da oggi si chiamano «Enaon», la holding, ed «Enaon Eda» la società operativa.

L’annuncio è stato dato dal Ceo di Italgas, Paolo Gallo, in occasione dell’inaugurazione del nuovo headquarter ateniese delle Società avvenuta alla presenza della Presidente di Italgas, Benedetta Navarra, del Ministro dell’Ambiente e dell’Energia,Theodoros Skylakakis, del Ministro dello Sviluppo, Kostas Skrekas e dell’Ambasciatore d’Italia in Grecia, Paolo Cuculi.

La nascita di Enaon e di Enaon EDA, che si occuperà dello sviluppo e della gestione del servizio, rappresenta un ulteriore passo in avanti nel percorso di riorganizzazione intrapreso da Italgas e segnato dalla fusione dei precedenti tre DSO in uno, avvenuta nel 2023.

“Poco più di un anno fa – ha affermato Paolo Galloabbiamo concluso con successo l’acquisizione di Depa Infrastructure. Oggi, con la presentazione di Enaon, inauguriamo un nuovo capitolo del nostro percorso. Il lancio della nuova immagine aziendale avviene in un momento in cui abbiamo già raggiunto con successo importanti obiettivi che ci faranno lavorare meglio e con maggiore efficienza. Mi riferisco alla migrazione del sistema IT nel Cloud, all’unificazione delle tre società in un unico operatore, alla scelta di un nuovo headquarter in cui le persone, in precedenza sparse su più sedi, hanno a disposizione più spazio e maggiore comfort. Italgas si conferma il partner tecnologico e industriale ideale per supportare la Grecia nel phase-out da carbone e lignite verso gli obiettivi EU di decarbonizzazione. La nostra esperienza nella trasformazione digitale delle reti, fattore abilitante per la decarbonizzazione dei consumi, è già stata messa a disposizione dei nostri colleghi e permetterà anche alle reti di distribuzione greche di accogliere a breve biometano, idrogeno verde ed altri gas rinnovabili.

“La presentazione odierna di Enaon e il processo riorganizzativo realizzato dalla società negli ultimi mesi sono segnali concreti dell’impegno di Italgas nel mercato greco e contribuiscono inoltre al rafforzamento del partenariato tra i nostri due Paesi. Italia e Grecia vantano infatti relazioni bilaterali solide, che continuano a crescere anche grazie all’apporto di società che, come Italgas, hanno deciso di puntare su questo mercato” – ha dichiarato l’Ambasciatore d’Italia in Grecia, Paolo Cuculi, valorizzando il ruolo dell’azienda italiana in un settore cruciale per lo sviluppo dei rapporti bilaterali.

Le iniziative intraprese con un focus sulla Grecia attraverso il Gruppo Italgas – molte delle quali sono state presentate in dettaglio oggi – ci offrono la possibilità di accedere a conoscenze tecniche che consentiranno un aggiornamento delle reti di distribuzione greche in modo che queste possano presto ospitare biometano e altri gas rinnovabili” ha dichiarato il Ministro dell’Ambiente e dell’Energia, Theodoros Skylakakis.

Memorandum d’Intesa Enaon – HABIO

In occasione dell’unvealing del nuovo brand, Enaon ha sottoscritto un Protocollo di Intesa con HABIO, l’Associazione Ellenica dei Produttori di Biogas che oggi rappresenta i gestori di 48 impianti di produzione che hanno già manifestato grande interesse per la conversione delle proprie produzioni in biometano da immettere nelle reti di distribuzione.

L’intesa, sottoscritta da Barbara Morgante, CEO di Enaon e da Alexandros Yfantis, Presidente di HABIO, avrà una durata di 2 anni e sarà focalizzata sui diversi capitoli: dallo sviluppo di proposte normative, alla definizione dei parametri di connessione alle reti, dalla determinazione dei costi per l’ampliamento e il collegamento degli impianti, alla promozione della raccolta sostenibile della biomassa e dell’utilizzo del digestato come fertilizzante.

La collaborazione tra Enaon e HABIO si annuncia strategica per accelerare lo sviluppo del biometano, in sintonia con gli obiettivi dell’UE e del Governo greco. In quanto gas rinnovabile, il biometano rappresenta una fonte d’energia che riduce la dipendenza da forniture estere e migliora la sicurezza energetica. Contribuisce inoltre all’economia circolare e allo sviluppo sostenibile delle aree rurali generando impatti positivi sulle comunità locali.

Il Significato di Enaon

Enaon trae ispirazione dalla parola greca “Αέναος” (Aenaos), che si traduce in «perenne» e «rinnovabile» e che associata al mondo dell’energia vuole rappresentare un’offerta duratura, in grado di soddisfare le esigenze attuali e il benessere delle prossime generazioni.

Semplificandone la scrittura in Enaon, il nuovo brand diventa distintivo, versatile e con un significato universale.

Non solo. “Ena” è la parola greca per “uno” e ricorda l’unione dei 3 precedenti DSO – Eda Thess, Deda ed Eda Attikis – in un’unica Società; “On” rappresenta l’idea di qualcosa che è acceso, in funzione. Enaon, pertanto, racchiude l’impegno a mantenere l’energia in costante flusso, fornendo gas in modo continuativo e operando per dotare il paese di una infrastruttura all’avanguardia, smart, flessibile.

IL NUOVO HEADQUARTERS

Gli uffici Enaon di Atene sorgono presso il Politia Business Center:
La nuova sede greca del Gruppo offre l’opportunità di concentrare in un unico luogo gran parte delle persone precedentemente sparse in diverse sedi e in più punti della città, potenziando in tal modo l’interazione tra le persone, lo scambio di professionalità e competenze, garantendo maggiore comfort per i lavoratori.

Nei nuovi uffici, distribuiti su 7 piani, le persone dispongono di spazi moderni, funzionali e flessibili per il più efficace bilanciamento tra attività individuale e lavoro di gruppo. Più in generale il progetto architettonico mira a garantire ambienti luminosi, silenziosi e lontani da fonti di distrazione, nonché aree dotate di strumentazioni per la collaborazione anche a distanza.

Una delle caratteristiche distintive della nuova sede è il completo rifacimento dell’infrastruttura ICT, con l’obiettivo di potenziare ulteriormente la sicurezza informatica. Questa revisione, implementata con miglioramenti significativi, ha allineato la sede greca ai rigorosi standard e alle best practice del Gruppo, riducendo efficacemente i rischi associati alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

Italgas confermata nel S&P Global Sustainability Yearbook

Milano, 7 febbraio 2024 – Italgas è stata inclusa per il quinto anno consecutivo nel Sustainability Yearbook, la pubblicazione annuale di S&P Global che raggruppa i leader mondiali della sostenibilità.

Italgas ha confermato la propria leadership con l’inclusione nella categoria Top 1% S&P Global ESG Score, sulla base dei risultati del Corporate Sustainability Assessment (CSA) 2023. 759 aziende, su oltre 9.400 valutate, sono state incluse nel 2024 Sustainability Yearbook in base ai punteggi ESG nel CSA 2023.

Questo risultato è un’ulteriore conferma dell’attenzione di Italgas alla sostenibilità e testimonia l’importanza dell’integrazione del Piano di Creazione di Valore di Sostenibilità con il Piano Strategico, in un percorso che vede un impegno sempre crescente del Gruppo nel miglioramento di tutti gli aspetti legati alla sostenibilità.

La conferma nel S&P Global Sustainability Yearbook fa seguito ad altri importanti traguardi raggiunti da Italgas negli ultimi 12 mesi, come l’inclusione nel DJSI Europe, nel DJSI World e nella serie di indici FTSE4Good, la conferma dell’inclusione nella A-List Climate Change di CDP, del rating ESG Corporate di A- Prime da parte di ISS e del rating AA da parte di MSCI ESG Ratings, e il miglioramento dell’ESG score di Moody’s ESG Solutions.

Italgas confermata nella A list del Carbon Disclosure Project

Milano, 6 febbraio 2024 – Italgas è stata confermata per il secondo anno consecutivo da CDP (Carbon Disclosure Project) nella “Climate A list” che raggruppa i migliori player a livello globale per trasparenza e performance volte a contrastare il cambiamento climatico.

L’analisi di CDP ha interessato nel 2023 oltre 21.000 aziende in tutto il mondo indagando le risposte sui temi del cambiamento climatico, delle foreste e della sicurezza idrica. Circa 400 di esse hanno raggiunto il “livello A” di cui 346 per il cambiamento climatico, 8 italiane.

La valutazione CDP considera, attraverso un questionario prorietario, la completezza della divulgazione, la consapevolezza e la gestione dei rischi ambientali nonché la dimostrazione delle migliori pratiche associate alla leadership ambientale, compresa la definizione di obiettivi ambiziosi. Nel 2023, oltre 740 istituti finanziari con asset per oltre 136 trilioni di dollari hanno richiesto alle aziende di divulgare dati su impatti, rischi e opportunità ambientali attraverso la piattaforma CDP.

Medea (Gruppo Italgas) inaugura le reti del metano di nove comuni sardi

Cagliari, 2 febbraio 2024 – Altri nove comuni sardi saranno presto raggiunti dal gas naturale grazie all’attivazione delle reti “native” digitali realizzate da Medea, società del Gruppo Italgas che opera nella distribuzione del metano in Sardegna.

Si tratta dei comuni di Nule (SS), Anela (SS), Onanì (NU), Osidda (NU), Narcao (SU), Perdaxius (SU), Giba (SU), Gesico (SU) e San Basilio (SU) nei quali la Società ha previsto, in collaborazione con le Amministrazioni Comunali, l’organizzazione di una serie di incontri con la cittadinanza.

Gli eventi, oltre a essere caratterizzati dall’accensione delle tradizionali fiaccole a suggello del primo passaggio del metano, saranno l’occasione per illustrare alla cittadinanza le modalità di allacciamento alla rete e i vantaggi derivanti dall’utilizzo del gas naturale, fonte sicura, affidabile e più economica di altre oggi utilizzate sull’Isola.

Il calendario degli incontri:

  • Comune di Nule: 6 febbraio dalle 16.30 alle00 presso il Centro Culturale, via Grazia Deledda
  • Comune di Anela: 7 febbraio dalle 11.30 alle 12.30 presso il Municipio, via Roma
  • Comune di Onanì: 8 febbraio dalle 16:30 alle 18:00 presso le ex Scuole Elementari
  • Comune di Osidda: 9 febbraio dalle 11.30 alle 12.30 presso Piazza Municipio
  • Comune di Narcao: 13 febbraio dalle 11.00 alle 12.30 presso Piazza Guglielmo Marconi
  • Comune di Perdaxius: 14 febbraio dalle 16.30 alle 18.00 presso via Nazionale
  • Comune di Giba: 15 febbraio dalle 10.30 alle 12.00 presso via Eleonora D’Arborea
  • Comune di Gesico: 23 febbraio dalle 16.30 alle 18.00 presso il Municipio, via Vittorio Emanuele III
  • Comune di San Basilio: data in via di definizione

L’intervento di metanizzazione dei nove comuni ha reso necessaria da parte di Medea la posa di circa 80 chilometri totali di nuove reti del gas. Ogni nuovo punto di fornitura sarà dotato di misuratore intelligente di ultima generazione, smart meter in grado di consentire, tra le altre funzioni, la lettura a distanza e automatica dei consumi per una fatturazione sempre più precisa e aderente ai consumi reali.

Al via la gestione Italgas dell’Atem Belluno: pronti investimenti per 135 milioni di euro

Prevista l’estensione delle reti a 17 nuovi Comuni, che si aggiungeranno ai 34 già metanizzati, portando le utenze servite a 85 mila circa, quasi raddoppiandone il numero.

Belluno, 1 febbraio 2024 – Prende ufficialmente il via oggi la gestione Italgas del servizio di distribuzione del gas naturale nell’Ambito territoriale Belluno.

Dopo l’aggiudicazione della gara, avvenuta nel 2020, e la firma del Contratto di Servizio avvenuta nei giorni scorsi, Italgas inizia la gestione del servizio la cui concessione ha una durata di 12 anni e prevede la realizzazione di un importante programma di investimenti per complessivi 135 milioni di euro circa.

Si conclude oggi un percorso lungo e complesso – ha commentato l’Amministratore Delegato di Italgas Reti, Pier Lorenzo Dell’Orco – e inizia un nuovo corso particolarmente sfidante per la nostra Società. Con l’avvio della gestione di Italgas nell’Atem di Belluno possiamo liberare la nostra capacità di fare investimenti per garantire alle comunità innovazione, efficienza e sostenibilità. Siamo pronti a far la differenza in un territorio in parte nuovo per noi: i progetti che abbiamo già in cantiere renderanno il network interamente digitale, così da poter accogliere e distribuire anche gas rinnovabili come biometano, metano sintetico e, in un futuro non lontano, idrogeno”.

Nell’Ambito, alla data del bando di gara si contavano 34 comuni metanizzati, serviti da circa 990 chilometri di reti, per complessive 47 mila utenze finali e una RAB di oltre 43 milioni di euro.

Tra i principali investimenti previsti nel piano Italgas, alla base dell’Offerta che è stata presentata con successo nella Gara d’Ambito, si segnalano in particolare:

  • l’incremento delle utenze servite, da 47 mila a circa 85 mila nell’arco dei 12 anni di concessione;
  • la digitalizzazione completa della rete e degli impianti, compresa l’installazione di contatori intelligenti sul 100% delle utenze attuali e future;
  • la realizzazione di circa 300 chilometri di nuove reti e la metanizzazione di 17 nuovi Comuni.

Il suddetto piano genererà anche un forte stimolo per l’economia locale, favorendo la crescita sostenibile del territorio, con ricadute in termini occupazionali e benefici per la collettività. Con Italgas il territorio si doterà di un’infrastruttura all’avanguardia, pronta per accogliere i gas rinnovabili.

Protezione civile e Italgas firmano un protocollo d’intesa per la gestione di contesti emergenziali

 L’impegno, sottoscritto dal Capo Dipartimento Fabrizio Curcio e dall’Amministratore Delegato di Italgas, Paolo Gallo, mira alla condivisione di informazioni, soluzioni tecnologiche innovative, mezzi e materiali per fronteggiare con la massima efficienza le situazioni di crisi.

 

Torino, 31 gennaio 2024 Protezione Civile e Italgas hanno firmato oggi un protocollo d’intesa volto a rafforzare ulteriormente la reciproca collaborazione al fine di conseguire la massima efficienza ed efficacia operativa nell’ambito dei contesti emergenziali.

 

L’accordo è stato sottoscritto nella sede Italgas di Largo Regio Parco, a Torino, dal Capo di Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, e dall’Amministratore Delegato di Italgas, Paolo Gallo.

 

Più nello specifico, Italgas e il Dipartimento della Protezione civile hanno concordato di impegnarsi reciprocamente a:

  • valutare, caso per caso, l’impiego di risorse straordinarie in funzione della natura dell’intervento in aree colpite da eventi calamitosi;
  • condividere sia mezzi, risorse, sistemi di comunicazione e materiali necessari al tempestivo superamento della fase di crisi, sia aspetti tecnici e operativi per la gestione degli interventi;
  • sviluppare specifici percorsi formativi e di aggiornamento destinati al personale coinvolto nella gestione delle emergenze;
  • promuovere la partecipazione alle esercitazioni di interesse comune sviluppate anche da enti terzi, al fine di verificare, migliorare e adottare le corrette procedure di intervento.

 

“L’accordo di collaborazione sottoscritto oggi con Italgas – ha detto il Capo Dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio – riveste un’importanza fondamentale per il rafforzamento delle attività operative in contesti emergenziali, permettendo al nostro Sistema di assicurare una risposta tempestiva ed efficace alle necessità delle comunità coinvolte. Grazie a questa intesa, inoltre, si conferma una valida sinergia per la partecipazione a iniziative di carattere formativo e esercitativo finalizzate a ottimizzare le procedure di intervento in caso di emergenza”.

 

Da azienda che vive quotidianamente le realtà dei territori in cui è presente e opera – ha sottolineato l’Amministratore Delegato di Italgas, Paolo Gallo – Italgas è da sempre impegnata sia nell’ordinaria, sia nella straordinaria gestione delle attività operative, e a maggior ragione è parte attiva nel fronteggiare eventi eccezionali che interessano sempre più frequentemente il Paese. È per questo che considero il rafforzamento della collaborazione con la Protezione Civile una naturale evoluzione del comune impegno al fianco e a supporto delle comunità”.

Medea (Gruppo Italgas) conclude con successo la conversione al metano di Olbia, il primo tra i grandi centri della Sardegna

Olbia, 18 dicembre 2023 – Olbia è il primo grande centro della Sardegna raggiunto e alimentato dal gas naturale.

Si è, infatti, appena conclusa con successo l’attività di sostituzione del GPL con il metano nella rete cittadina che serve circa 7.500 famiglie olbiesi.

Nel giro di poco più di cento giorni, Medea, società del Gruppo Italgas attiva nella distribuzione del gas sull’isola, ha portato a termine la più grande operazione di conversione mai realizzata in Sardegna che costituirà, in tal senso, un modello operativo per l’analogo intervento che nei prossimi anni interesserà Cagliari, Sassari, Oristano e Nuoro, anch’essi in concessione.

Grazie alla stretta collaborazione con l’Amministrazione comunale, il passaggio al metano ha già permesso alle famiglie olbiesi di beneficiare dei vantaggi di una fonte di energia più economica rispetto al GPL (con risparmi in bolletta fino al 30%), sicura e sostenibile con una riduzione delle emissioni di CO2 prevista di circa il 10% (pari all’azione di assorbimento di 3.100 alberi). La trasformazione digitale delle reti, inoltre, abiliterà nel prossimo futuro anche la distribuzione di gas rinnovabili come biometano, idrogeno verde e metano sintetico favorendo l’ulteriore decarbonizzazione dei consumi.

Con la conversione a gas naturale delle reti sono stati sostituiti anche i vecchi contatori con smart meter di ultima generazione, dotati di funzionalità di telelettura e telegestione, che garantiscono letture dei consumi in tempo reale e un servizio sempre più efficiente a vantaggio dei clienti finali. Il progressivo sviluppo dei gas rinnovabili, poi, porterà anche a Olbia, e più in generale in Sardegna, i primi Nimbus, lo smar meter “H2 ready” sviluppato dal Gruppo Italgas, i cui primi 20.000 esemplari sono in corso di installazione nei Comuni italiani in concessione al Gruppo.

A Olbia, l’intervento di conversione si è sviluppato in tre tranche, corrispondenti alle aree territoriali in cui è stata suddivisa la rete cittadina, al fine di rendere più agili ed efficaci gli interventi. Ognuna di tali zone è oggi servita da un deposito criogenico di GNL che garantisce flessibilità, sicurezza e continuità degli approvvigionamenti.

«Siamo felici di aver fatto da apripista, tra i grandi centri della nostra Regione. – ha affermato il Sindaco Settimo Nizzi – Questo processo si unisce agli altri che vanno nella direzione della smart city: una città intelligente va infatti sempre verso un migliore utilizzo delle risorse e una riduzione delle emissioni. Ci dispiace per alcuni disservizi che si sono verificati durante la fase di transizione, ma questo capita quando si attuano cambiamenti importanti e siamo lieti di aver fatto un altro passo per rendere la nostra città più efficiente».

«Il passaggio di Olbia al metano – ha commentato l’Amministratore Delegato di Medea, Ruggero Bimbatti – costituisce un traguardo cruciale per il territorio, in grado di contribuire concretamente al suo sviluppo ed alla decarbonizzazione dei consumi finali. Insieme ad una fonte più sostenibile ed economica, infatti, le famiglie olbiesi adesso possono contare anche su reti tecnologicamente avanzate pronte ad accogliere l’avanguardia dei gas rinnovabili. Ringrazio l’Amministrazione comunale ed i cittadini per la collaborazione e rivolgo un plauso alle persone di Medea e del Gruppo Italgas che hanno permesso di aggiungere un’altra tappa storica nella grande opera di metanizzazione della Regione avviata nel 2018 e che oggi conta già quasi 100 comuni serviti dalle nostre reti».