Outlook: perfomance attese

Outlook: perfomance attese

Nonostante il 2021 sia ancora segnato dallo stato di emergenza collegato al Coronavirus, non rileviamo attualmente impatti significativamente negativi sulle iniziative di sviluppo e di investimento collegati al deteriorarsi del contesto macroeconomico.

Abbiamo fatto leva sulla digitalizzazione dei processi per porre in essere interventi atti a garantire, operando in assoluta sicurezza, la continuità e l’efficacia delle attività di cantiere e gli interventi presso la clientela, nel rispetto dei termini definiti dai piani aziendali.

Con riferimento al parco clienti/società di vendita e alla loro solvibilità, ricordiamo che le regole per l’accesso degli utenti al servizio di distribuzione del gas sono stabilite dall’ARERA e sono regolate nel Codice di Rete. Al momento, non stimiamo rilevanti conseguenze negative sugli incassi attesi dalle società di vendita del gas tali da pregiudicare il nostro equilibrio finanziario, così come sulla regolarità dei pagamenti delle controparti. 

Non prevediamo impatti negativi significativi per l’accesso al credito. Un eventuale downgrading del rating di Italgas o di eventuali garanti oltre soglie prestabilite potrebbe comportare il rilascio di garanzie a favore di alcuni soggetti finanziatori o un rialzo degli spread applicati. Al 31 marzo 2021 l’unico contratto di finanziamento che prevede covenant finanziari, che risultano rispettati, è il finanziamento BEI di 90 milioni di euro sottoscritto da Toscana Energia.

Il successo delle ultime emissioni obbligatorie in attuazione del Programma EMTN, nonché la conferma del rating da parte di Fitch (BBB+, outlook stabile) e Moody’s (Baa2, outlook stabile), avvenuta in data 3 dicembre 2020, attestano la nostra solidità finanziaria e confermano la nostra capacità di accesso al mercato dei capitali.

Con riferimento agli impatti, anche potenziali, sui ricavi, costi, investimenti e flussi di cassa attesi derivanti dalle limitazioni ancora imposte dall’emergenza sanitaria, non rileviamo, a inizio maggio 2021, evidenze tali da prevedere significativi effetti negativi sui risultati 2021.Tuttavia, non siamo in grado di stimare eventuali effetti negativi materiali sulle prospettive economico, finanziarie e patrimoniali nei periodi a venire, qualora la situazione di emergenza sanitaria dovesse perdurare o ripresentarsi in forme critiche.

In questo contesto, continueremo a perseguire i nostri obiettivi strategici, con focus sulla trasformazione digitale, e di continuare a eseguire il nostro programma di investimenti, finalizzato principalmente all’implementazione dei progetti di digitalizzazione della rete e di metanizzazione della Sardegna, oltre alle consuete attività di mantenimento e sviluppo delle reti in gestione.

Ultimo aggiornamento: